Ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari durante l'interrogatorio di garanzia uno dei due malviventi arrestati la mattina del 16 settembre a Milano. Ed è quello che ha ricevuto i calci in faccia e gli schiaffi da parte dei poliziotti mentre inerme era steso al suolo, già bloccato da alcuni agenti.

Uno degli arrestati: Mi hanno preso a calci e pugni

"Mi sono venuti addosso e mi hanno colpito con calci e pugni", ha detto l'uomo rispondendo al gip Giuseppina Barbara, confermando quello che le immagini del video pubblicato in esclusiva da Fanpage.it avevano già certificato. Poi, l'arrestato ha parlato anche della frattura del piatto tibiale del ginocchio di un poliziotto, sostenendo che "forse l'ha rimediata scendendo dall'auto e urtando contro lo scooter a terra su cui noi viaggiavamo". Il loro arresto è stato convalidato dal gip mentre nelle prossime ore il pubblico ministero Giovanni Tarzia formalizzerà l'ipotesi di reato nei confronti degli agenti di polizia in questione, che dovrebbe essere di lesioni aggravate.

Le immagini sono inequivocabili

Il caso è stato sollevato da Fanpage.it con la pubblicazione del video in cui si vedono gli ultimi istanti del violento arresto mosso ai danni dei due malviventi. Come si nota dalle immagini, mentre entrambi sono stesi a terra immobilizzati dagli agenti, un poliziotto scende da una volante e sferra quattro calci in direzione della testa dell'uomo, ancora protetta dal casco. Successivamente, altri due agenti lo prendono a schiaffi mentre si complimentano tra loro, probabilmente per essere riusciti a catturarlo dopo la fuga. La Questura di Milano ha fatto sapere in una nota che i poliziotti in questione "saranno valutati con vigore".