Non scioglie ancora le riserve su chi sarò il candidato sindaco alle elezioni Comunali di quest'anno a Milano il leader della Lega e del centrodestra Matteo Salvini. Il capo politico del Carroccio, ospitato negli studi di Telelombardia, ha dichiarato che "appena finita la squadra di governo daremo tutte le risposte". Salvini ha spiegato che "in questi giorni con l'Italia e il Parlamento fermi la nostra emergenza è riavviare la macchina".

Rasia Dal Polo messo in standby da Salvini

L'ultimo capitolo del rebus candidato sindaco del centrodestra voleva l'ultimo nome credibile, autoconfermatosi, Rasia Dal Polo venire messo in una sorta di standby nel mese di gennaio, complice anche l'agitazione nata all'interno della Giunta lombarda che ha condotto ad un rimpasto la cui vittima eccellente portava il nome di Giulio Gallera, in quota Forza Italia. Allora, contattato da Fanpage.it, Dal Polo, che precedentemente aveva ufficializzato la sua disponibilità a dar battaglia a Beppe Sala, sindaco uscente che ha confermato la ricandidatura, aveva dichiarato di essere "in attesa della decisione del centrodestra".

L'attesa del candidato alla candidatura: Scelta non sia affrettata

Nonostante Dal Polo paia essere impaziente di poter dare il via alla campagna elettorale per raccogliere quanti più consensi possibili, l'immobilismo decisionale di Salvini e degli altri leader della coalizione lo inducono a mantenere una calma apparente giustificata da una ponderazione della decisione. "Parlando di Milano si intuisce l'importanza della scelta, che non dev'essere affrettata", aveva aggiunto. L'ambizione di candidarsi a primo cittadino milanese, comunque, Dal Polo l'ha recentemente ribadita in una room su Clubhouse in cui ha fatto intendere di non aspettare altro che il mandato per riportare il centrodestra alla maggioranza a Palazzo Marino: "Dicono ci sia Milano nel mio futuro", aveva detto sibillino tra il serio e il faceto.