Quello che si appresta ad arrivare non sarà un weekend primaverile con temperature miti: ci aspettano infatti giornate decisamente movimentate dal punto di vista meteorologico con tempo instabile e perturbato a causa dell'assenza di un fronte anticiclonico. Tra oggi pomeriggio e domani infatti raggiungeranno l'Italia due perturbazioni: una nord atlantica, che investirà il Centro-Nord, l’altra nord africana, che invece punterà verso le regioni meridionali. Un terzo fronte è atteso anche per sabato sulle regioni settentrionali e coinvolgerà quasi tutto il Paese tra domenica e lunedì prossimo, dando luogo ad una intensa fase di maltempo di stampo tardo invernale. Come spiega Meteo.it infatti "l’aria fredda di origine artica che la accompagna si riverserà nel cuore del Mar Mediterraneo causando nevicate fino a quote insolitamente basse per il periodo dapprima sulle aree alpine, specie quelle orientali, e successivamente sull'Appennino settentrionale e parte di quello centrale. Le temperature si manterranno primaverili fino a sabato, caleranno sensibilmente tra domenica e lunedì, portandosi su valori ben al di sotto della media stagionale".

Nella giornata di oggi è attesa nuvolosità variabile intervallata da momentanee schiarite. Nelle regioni settentrionali e sull’alta Toscana tempo instabile con la possibilità di temporali. Nel corso della giornata tendenza a locali piogge su Sicilia e Calabria. Tra sera e notte piogge e locali temporali in arrivo su gran parte parte del Sud e sul medio Tirreno e Umbria.

Domani il maltempo interesserà larga parte dell'Italia tranne Sardegna e regioni nord occidentali. Tra il Nordest e il resto del Centro-sud cielo nuvoloso o molto nuvoloso con piogge e temporali. In serata e nella notte fenomeni in forte attenuazione al Centro-sud mentre il tempo peggiorerà al Nord, specie nel Nordest, con piogge localmente intense e quota neve in rapido calo sulle Alpi anche sotto i 1000 metri.