L’Italia intera è sotto la pioggia e il maltempo di queste ore spaventa particolarmente alcune regioni. Per oggi, lunedì 29 ottobre, la Protezione Civile ha emesso allerta rossa per sei regioni. Si tratta di Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Trentino Alto Adige e Abruzzo. Si attendono precipitazioni diffuse, più intense e abbondanti su diverse zone del centro-nord e dei settori ionici e venti di particolare intensità su gran parte del Paese, con raffiche tempestose e violente mareggiate. L’avviso del Dipartimento della Protezione Civile prevede per oggi il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco, su Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, province autonome di Trento e Bolzano, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria e Sicilia. L’allerta sarà arancione su ampi settori del Paese: su buona parte della Lombardia, sui restanti settori di Liguria e Veneto, e sui settori appenninici occidentali dell’Emilia-Romagna e su tutta la Toscana; al centro-sud su Lazio, Umbria, parte di Abruzzo, Molise e Campania, nonché sul tarantino in Puglia e sulla Sicilia tirrenica e ionica. Si segnala, inoltre, allerta gialla su tutto il restante territorio nazionale, con la sola esclusione dei settori orientali della Sardegna. Il picco del maltempo, secondo la Protezione Civile, è atteso comunque nel pomeriggio con venti da burrasca a tempesta su tutto il centro-Sud, dove imperverseranno anche le piogge.

Scuole chiuse e disagi da Nord a Sud, famiglie sfollate a Genova – A causa della violenta ondata di maltempo, che già nella giornata di domenica ha provocato disagi e anche quattro vittime nel Crotonese, molte scuole da Nord a Sud oggi resteranno chiuse. Intanto questa mattina l’Autostrada del Brennero è stata riaperta per il traffico in entrambe le direzioni tra Vipiteno ed il Brennero. Ieri sera si era abbattuta una frana sulla corsia nord, poco prima del confine di stato. Poi nella tarda mattinata l'Autostrada è stata nuovamente chiusa, per precauzione, per il rischio di caduta di un traliccio dell’alta tensione nello stesso punto della frana che aveva investito la corsia nord. In Liguria, dove le piogge di questi giorni hanno provocato uno smottamento sotto il ponte dell'autostrada vicino a Staglieno, a Genova quattro famiglie sono state sfollate. Gli assistenti sociali del Comune hanno cercato una sistemazione per loro nella notte. Paura nella tarda serata di domenica anche in Puglia, in particolare a Manduria (Taranto), dove una tromba d’aria ha causato il cedimento del timpano della chiesa di San Michele Arcangelo. I detriti hanno danneggiato anche le insegne dei negozi e le auto in sosta.

Prolungata allerta meteo rossa in Liguria

Prorogata l'allerta meteo rossa in gran parte della Liguria, dove Val di Vara, Cinque Terre e spezzino sono state le zone per il momento più colpite dalle piogge, con un picco a Monterosso di 140 millimetri da mezzanotte. L'allerta rossa nello spezzino è prolungata fino alle 15 di domani, a Genova e Savona fino a mezzanotte di oggi, nelle valli Aveto, Trebbia e Scrivia fino alle 6 di domani. Ordinata l'evacuazione di alcuni edifici a Monterosso, uno dei Comuni alluvionati nel 2011. Due persone rimaste intrappolate nell'auto in un sottopasso sono state salvate con un gommone dei vigili del fuoco. A Levanto ordinata l'evacuazione di negozi e abitazioni del centro storico che si trovano in seminterrati e piani terra.

Tra le altre regioni particolarmente colpite, si segnalano numerosi interventi dei vigili del fuoco a causa della pioggia e del vento forte in Calabria. Particolare attenzione nel Crotonese dove sono stati tratti in salvo alcuni anziani rimasti isolati nella loro abitazione. In Sardegna, dopo una notte passata tra tempeste di fulmini e pioggia torrenziale, che ha creato disagi nel Nuorese, il Nord Ovest è stato colpito da una violenta grandinata. Ad Alghero chicchi di grandine grandi come palle da tennis hanno spaccato vetri e danneggiato auto, tanto che il sindaco Mario Bruno ha fatto richiesta di stato di calamità alla Regione. In Toscana una bomba d'acqua ha interessato la parte Nord della provincia di Grosseto, la zona di Filare, a Gavorrano, è senza energia elettrica a causa della caduta di alcuni alberi sulle linee elettriche. Ad Arezzo, in zona Ceciliano è crollato il tetto del supermercato Todis. Nessun ferito Allagato anche il sottopasso del Cassarello a Follonica. Nel Livornese è crollato capannone agricolo per una tromba d'aria. Sotto osservazione in Veneto il fiume Tagliamento, nel Veneziano, e il torrente Posima, nel Vicentino, che è esondato costringendo a lasciare la propria casa alcune famiglie. In Lombardia, nel Bergamasco, cinque famiglie sono state portate in salvo dalla loro abitazione minacciata da una frana. In Sicilia alcuni voli in arrivo all'aeroporto Falcone Borsellino di Palermo sono stati dirottati a Fontanarossa di Catania o a Trapani Birgi a causa del forte vento di scirocco che soffia nella zona dell'aeroporto.

Viminale: "Valutare la chiusura di scuole e uffici"

Dopo le notizie di crolli, danni e purtroppo anche vittime da nord a sud a causa  del maltempo, lo stesso Ministero dell'interno ha inviato una circolare invitando i Prefetti a valutare la chiusura di scuole ed uffici anche nelle prossime ore visto che le previsioni meteo che indicano il perdurare di questa violenta ondata di maltempo anche per i prossimi giorni. Valutare l'opportunità di limitare, "a tutela della pubblica e privata incolumità, gli spostamenti della popolazione ed il conseguente aumento dei volumi di traffico attraverso l'adozione di provvedimenti di chiusura delle scuole e degli uffici pubblici presenti sul territorio, previe intese con l'Autorità scolastica e gli amministratori locali", spiega la circolare inviata da Matteo Piantedosi, capo di Gabinetto del ministro dell'Interno, a tutti i prefetti in considerazione del possibile aggravarsi della situazione