È giallo a Lucca sulla morte di Roshan Silva Kalukankanamalage, un cinquantenne di origine cingalese trovato senza vita nella sua abitazione in via del Toro, nel centro storico della città. A far scoprire il cadavere è stata una telefonata arrivata verso le 9 di questa mattina, mercoledì 17 aprile, alle forze dell'ordine. A quanto emerso, il cadavere dell’uomo giaceva nella camera da letto della casa e presentava ferite da taglio, pare sui polsi. La dinamica di quanto accaduto non è ancora chiara ma, dopo le prime indagini, si ipotizza un omicidio. Sul posto, oltre all'ambulanza, sono intervenuti agenti di polizia con i tecnici della scientifica e ha svolto un sopralluogo anche il sostituto procuratore Domenico Giannino. Sul cadavere dell’uomo il medico legale Stefano Pierotti ha rilevato numerose ferite da taglio. Non sarebbe stata però trovata l’arma utilizzata per provocare le ferite: l’assassino potrebbe averla portata via con sé. Si cercano tracce di sangue nell'edificio, anche fuori dall'appartamento.

I vicini hanno riferito di una lite la notte scorsa – Secondo le testimonianze finora ottenute dagli investigatori, sia i familiari della vittima sia i vicini di casa avrebbero riferito di una burrascosa relazione con la compagna e di una lite avvenuta intorno alla mezzanotte per sedare la quale erano stati chiamati i carabinieri. Dopo il ritrovamento del cadavere del cinquantenne sono stati portati in questura per essere ascoltati i due coinquilini della vittima insieme alla sua compagna. Per il momento la vicenda presenta ancora contorni indefiniti ma gli investigatori confidano di chiarire presto le responsabilità e il movente di quello che appunto sembrerebbe un omicidio.