30 marzo 23:05 Dimesso Placido Domingo: “Sono a casa e mi sento bene”

Placido Domingo è stato dimesso dall'ospedale in Messico, dove era ricoverato e si sta riprendendo a casa ad Acapulco. Il tenore spagnolo, di 79 anni, aveva annunciato di essere risultato positivo al coronavirus il 22 marzo scorso e poi era stato ricoverato per complicazioni. "Sono a casa e mi sento bene. Fortunatamente sono stato, come sempre, sotto controllo medico, data la mia età, il Covid-19 mi è stato immediatamente diagnosticato e questo mi ha aiutato molto", ha scritto su Facebook.

30 marzo 22:59 Usa, governatore New York: “Siamo stati indietro rispetto al virus fin dal primo giorno”

"Siamo stati indietro rispetto al virus fin dal primo giorno", ha detto il governatore di New York Andrew Cuomo parlando dell'emergenza sanitaria dovuta ai contadi di Covid-19. "Ci dobbiamo preparare per il picco della pandemia, con questo virus siamo stati indietro fin dal primo giorno", ha spiegato. Il governatore ha anche lanciato un appello a medici ed infermieri di tutto il paese perché intervengano in aiuto dello stato più colpito finora negli Usa: "Chiedo ai professionisti che operano nel sistema sanitario di tutti gli Stati Uniti, se non avete una crisi nella vostra comunità, per favore veniteci ad aiutare a New York adesso".

30 marzo 22:49 Erdogan: in Italia arriverà nave con materiale sanitario

Una nave cargo della Mezzaluna rossa turca che trasporta materiale sanitario per la lotta al coronavirus arriverà nei prossimi giorni in Italia. Lo ha detto questa sera il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, spiegando che si tratta di un gesto di solidarietà verso un Paese "che sta attraversando un periodo difficile". Un aereo di aiuti medici verrà anche inviato in Spagna.

30 marzo 22:44 Costa Diadema a Piombino, 2 giorni per lo sbarco

Potrebbero servire almeno due giorni per far scendere a terra le 1250 persone che fanno parte dell'equipaggio e del personale di bordo della Costa Diadema, nave da crociera partita da Dubai lo scorso 15 marzo e attraccata nel pomeriggio di oggi nel porto di Piombino. Sono questi i tempi previsti per permettere le operazione di sbarco con la massima sicurezza da un punto di vista sanitario. I primi a sbarcare saranno le venti persone che sono sospettate di essere state contagiate dal Covid-19. Con voli charter le persone a bordo della Diadema torneranno nei loro paesi di origine.

30 marzo 22:34 Telefonata Conte-Trump: “Grato per solidarietà e sostegno degli amici americani”

Il premier Giuseppe Conte ha avuto una "lunga e amichevole conversazione" con il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Lo ha scritto lo stesso Conte su Twitter. "Sono molto grato per la solidarietà e il sostegno degli amici americani – scrive il presidente del Consiglio – Continuiamo a lavorare insieme per vincere questa difficile sfida".

30 marzo 22:19 Sileri: “Abbiamo dati incoraggianti”

“Non so quando potremmo riaprire. Di certo abbiamo dati incoraggianti, forse siamo arrivati al momento massimo di contagi giornalieri": a dirlo il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri intervenuto a “Stasera Italia” su Rete4. Secondo i dati forniti oggi dalla Protezione Civile, in Italia sono 101.739 i casi di coronavirus, di cui 11.591 morti e 14.620 guariti. Sono 812 i morti nelle ultime 24 ore, 1590 i nuovi guariti, 1648 i nuovi casi positivi.

30 marzo 21:40 New York, ultime notizie: arrivata la nave ospedale da mille posti letto

La nave ospedale della Marina con 1000 posti letto è arrivata nel porto di New York per aiutare gli ospedali della città epicentro dell'epidemia di coronavirus negli Stati Uniti. La USNS Comfort verrà utilizzata per trattare i pazienti non affetti da coronavirus in modo tale da liberare letti e alleggerire la pressione sui cari ospedali impegnati nel trattare i malati Covid. La Comfort dispone di 12 sale operatorie che potrebbero essere operative entro 24 ore.  "Il fatto che la Marina sia qui, che i militari siano venuti per aiutare New York nell'ora del bisogno, questo è incredibilmente importante per la città", ha detto il sindaco di New York, Bill de Blasio, parlando dell'arrivo della Comfort. Per il sindaco farà bene al "morale dei newyorkesi" vedere che "i nostri militari sono qui per aiutarci, e questo ci commuove".

30 marzo 20:45 “Misure di contenimento estese fino a Pasqua”, l’annuncio di Speranza

Le misure di contenimento al contagio da coronavirus saranno estese in Italia almeno fino a Pasqua, lo ha annunciato questa sera il ministro della Salute, Roberto Speranza spiegando che il via libera dell'esecutivo arriverà a giorni visto che il Comitato tecnico scientifico ha dato parere favorevole in questo senso. "Nella riunione del Comitato tecnico scientifico svoltasi stamattina è emersa la valutazione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua" ha spiegato infatti il rappresentante del governo, aggiungendo: " Il governo si muoverà in questa direzione".

30 marzo 20:32 Ricoverato il cardinale vicario di Roma, è positivo al Covid-19

Positivo al coronavirus il cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Roma la diocesi del Papa. Lo rendo noto il Vaticano annunciando che il prelato è stato immediatamente ricoverato in ospedale. Il cardinale Angelo De Donatis, "dopo la manifestazione di alcuni sintomi, è stato sottoposto al tampone per il Covid-19 ed è risultato positivo" spiegano dalla Santa Sede, aggiungendo: "È stato ricoverato al Policlinico Universitario Fondazione Agostino Gemelli di Roma".  Il comunicato informa che il 66enne De Donatis ha la febbre, "ma le sue condizioni generali sono buone, e ha iniziato una terapia antivirale". I suoi più stretti collaboratori invece sono in autoisolamento in via preventiva. "Sto vivendo anche io questa prova, sono sereno e fiducioso . Mi affido al Signore e al sostegno della preghiera di tutti voi, carissimi fedeli della Chiesa di Roma! Vivo questo momento come un’occasione che la Provvidenza mi dona per condividere le sofferenze di tanti fratelli e sorelle. Offro la mia preghiera per loro, per tutta la comunità diocesana e per gli abitanti della città di Roma" ha dichiarato il cardinale De Donatis.

30 marzo 20:19 Francia, in 24 ore 418 morti: il numero più alto mai registrato finora

Si aggrava di giorno in giorno anche in Francia  la situazione dei contagi e dei decessi per coronavirus: secondo l'ultimo bollettino fornito dal ministro della Salute di Parigi, solo nelle ultime 24 ore nel Paese ci sono stati altri 418 decessi di pazienti ricoverati con il Covid-19 il numero più alto mai registrato finora in Francia. Il totale dei morti per coronavirus in Francia quindi supera quota tremila raggiungendo i 3.024 decessi. Il numero totale di persone ricoverate in ospedale è salito a 21mila tra cui 5mila in terapia intensiva. La regione più colpita è quella dell'Île-de-France dove sono stati registrati 954 decessi

30 marzo 20:00 Il 16 maggio possibile azzeramento dei casi nel Paese

Il periodo fra il 5 e il 16 maggio potrebbe vedere il possibile azzeramento dei casi di coronavirus in Italia. È quanto emerge dai calcoli statistici pubblicati dall'Istituto Einaudi per l'Economia e la Finanzia (Eief), basati sui dati forniti dalla Protezione civile. Sulla base dei dati del 29 marzo emergono inoltre delle stime per ciascuna regione: si ipotizza che il 6 aprile il Trentino Alto Adige dovrebbe essere la prima regione a vedere l'azzeramento dei casi, per ultima la Toscana (5 maggio).

30 marzo 19:44 Usa, a New York 253 morti in 24 ore

Il bilancio dei morti per il nuovo coronavirus a New York sale a 1.218, con 253 vittime in più nelle ultime 24 ore. Lo ha detto il governatore dello stato americano, Andrew Cuomo. Obitori e ospedali spuntano ad ogni angolo della Grande Mela, incluso Central Park. L'emergenza coronavirus potrebbe tradursi nella perdita del posto di lavoro per 47 milioni di persone negli Stati Uniti entro la fine di giugno secondo quanto riporta Fortune citando uno studio della Fed di St. Louis. Il tasso di disoccupazione americano potrebbe volare al 32,1% nel secondo trimestre, superando di gran lunga il picco della Grande Depressione del 24,9%. Numeri "alti rispetto agli standard storici ma questo è uno shock unico come nessun altro negli ultimi 100 anni".
 

30 marzo 19:24 i dati di oggi spiegati

“Per la prima volta, in Lombardia, i casi attivi sono meno di quelli del giorno precedente”, così commenta con Fanpage.it il bollettino di oggi della Protezione Civile Giovanni Forti, data analyst di YouTrend. Il numero dei casi positivi Covid-19 in Italia è ad oggi di 101.739 (+ 1648 casi attivi rispetto ai dati di ieri, +4050 casi totali), di cui 14.620 guariti (+1590 rispetto ai ieri) e 11.591 decessi (+812 rispetto a ieri). “Stiamo iniziando a vedere una diminuzione dei casi attivi: soprattutto in Lombardia, – i dati spiegati da Forti – i casi attivi, le persone che in questo momento hanno il coronavirus sono meno di ieri. Perché il loro numero è cresciuto meno di quello di guariti e deceduti”. Forti invita però a fare attenzione a un possibile errore nei dati in Emilia Romagna.

30 marzo 19:06 Locatelli: ancora presto per far uscire i bambini

Non è ancora il momento di far uscire i bambini ma quando le condizioni lo consentiranno sarà una delle prime misure che verrà rivista. Lo ha detto il professor Franco Locatelli, che è anche un pediatra, durante il punto stampa della Protezione Civile. "C'è una riflessione che riguarda i bambini, si fa fatica a trattenerli in casa, hanno molta voglia di socialità e di gioco, soprattutto con l'arrivo della bella stagione – ha detto Locatelli – come Comitato tecnico scientifico abbiamo ben presente questo e appena sarà possibile non c'è dubbio che riconsidereremo questi aspetti e queste misure. Ma per il momento abbiamo la priorità di mettere un freno a questa situazione".

30 marzo 18:49 Protezione civile: raccolte donazioni per 63,8 milioni

"Sono oltre 63 i milioni raccolti sul conto corrente della Protezione Civile”, ha annunciato nel corso della conferenza stampa sull’emergenza coronavirus il capo Angelo Borrelli. "Sul conto corrente del Dipartimento della protezione civile a poco fa erano state raccolte donazioni per 63.894.300 euro. Voglio ringraziare tutti gli italiani, i singoli e le aziende che hanno fatto donazioni piccole e grandi", ha detto Borrelli spiegando che i soldi saranno investiti "nell'acquisto di dispositivi di protezione individuale, di ventilatori e di altri dispositivi medicali".

30 marzo 18:39 Locatelli annuncia: attivati già 6 studi su terapie farmacologiche

In conferenza stampa insieme al capo della Protezione Civile Angelo Borrelli c’è oggi il professor Franco Locatelli, direttore del Consiglio Superiore di Sanità (CSS), che dopo aver ribadito la necessità di continuare a rispettare le norme per contenere i contagi di coronavirus e non abbassare dunque la guardia, ha riflettuto sugli studi clinici. “Ho ripetutamente sottolineato come nella straordinarietà della situazione epidemica si fosse identificato un percorso di valutazione e approvazione degli studi clinici del tutto unica e singolare per garantire la massima agilità e velocità dell’attivazione degli studi. Ho il piacere di comunicarvi che sono stati attivati 6 studilocal clinici e altri 2 hanno avuto il parere favorevole dell’Aifa e tra poco verranno ulteriormente attivati. Tra questi, è importante sottolineare due studi: il primo è quello promosso dall’Oms per testare diversi approcci di terapia per prevenire la replicazione virale. Uno studio che arruolerà un numero di pazienti molto alto e ci consentirà di avere risposte solide e robuste sull’efficacia di terapie farmacologiche. Altro studio per i pazienti gestiti a domicilio. Questo dà un'idea precisa di quanto è efficiente il sistema italiano in termini di attivazioni di studi anche a livello domiciliare”.

30 marzo 18:25 Mai così tanti guariti in 24 ore

Sono in totale 14.620 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 1.590 in più di ieri. Si tratta, come ha sottolineato in conferenza stampa il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, dell’incremento più alto dall'inizio dell'emergenza. Ieri l'aumento dei guariti era stato di 646. "Oggi registriamo 1590 guariti, il dato più alto dall'inizio dell'emergenza coronavirus" in un singolo giorno, che porta il totale dei pazienti che hanno sconfitto l'infezione a 14.620″, ha sottolineato Borrelli. Il numero dei positivi in Italia ha invece superato i 100.000.

30 marzo 18:09 Il bollettino della Protezione Civile: 1648 nuovi positivi e 812 morti

Il bollettino del 30 marzo sull’emergenza coronavirus in Italia fornito dalla Protezione Civile. Sono 812 i morti nelle ultime 24 ore, 1590 i nuovi guariti, +1648 i casi positivi. In totale, dunque, in Italia sono 101.739 i casi di coronavirus, di cui 11.591 morti e 14.620 guariti. La regione più colpita resta la Lombardia, che oggi registra 458 nuovi morti e 1154 nuovi positivi. Continua comunque a diminuire la crescita dei contagi nella Regione. Sono in totale 477.359 i tamponi effettuati in Italia.

Lombardia: 42.161

Emilia Romagna: 13.531

Veneto: 8.724

Piemonte: 8.712

Marche: 3.684

Toscana: 4.412

Liguria: 3.217

Lazio: 2.914

Campania: 1.952

Trento: 1.682

Puglia: 1.712

Friuli VG: 1.501

Sicilia: 1.555

Abruzzo: 1.345

Bolzano: 1.325

Umbria: 1.051

Valle D'Aosta: 584

Sardegna: 682

Calabria: 647

Basilicata: 214

Molise: 134

30 marzo 17:52 Lombardia, 1154 nuovi positivi e 458 morti

Gli ultimi dati della pandemia di coronavirus nella Regione Lombardia forniti, come ogni giorno, dall’assessore al Welfare Giulio Gallera: totale positivi è 42.161 (+1154), ricoverati 11815 (+202), in terapia intensiva ci sono 1330 pazienti (+ 2), ne sono stati dimessi 10.337 (+1082), i morti sono in totale 6818 (+458). "Il dato dei decessi sarà purtroppo l'ultimo a migliorare", ha detto Gallera.

30 marzo 17:36 Sono 63 i medici morti

Sale il numero di medici morti a causa del coronavirus. Alla lista dei decessi tra i camici bianchi per Covid-19 si aggiungono altre due persone: sono, si apprende dalla Federazione degli ordini dei medici (Fnomceo), Guida Riva, medico di Bergamo, e Valter Tarantini, ginecologo di Forlì. Il totale dei decessi sale dunque a 63. Secondo gli ultimi dati dell'Istituto Superiore di Sanità relativi a ieri sono 8.358 gli operatori sanitari contagiati, 595 in più rispetto al giorno precedente.

30 marzo 17:20 Arrivati 15 medici dalla Polonia: “Grazie per la solidarietà”

Sono atterrati all'aeroporto di Bergamo 15 operatori sanitari provenienti dalla Polonia che prenderanno servizio a Brescia, una delle città più colpite dall'epidemia di coronavirus. “Ringraziamo gli amici polacchi per questo bel gesto di solidarietà. Dziękujemy!”, si legge nel tweet della Farnesina.

30 marzo 17:02 Regno Unito, il Principe Carlo è guarito: non è più in quarantena

Il principe Carlo è fuori dall’auto-isolamento dopo essere risultato positivo al coronavirus. Lo ha confermato un portavoce di Clarence House, precisando che "il principe del Galles, dopo aver consultato il suo medico, è ora fuori dalla quarantena" e sta bene. L’erede al trono britannico ha trascorso gli ultimi 7 giorni nella sua residenza a Balmoral, in Scozia, con la moglie Camilla dopo aver annunciato di essere stato contagiato.

30 marzo 16:58 Coronavirus in Francia: mortalità è salita al + 9%

In Francia il tasso di mortalità legato all'epidemia di Covid-19 è aumentato del 9% su scala nazionale, "una crescita significativa rispetto alle nostre previsioni". Lo ha riferito il direttore generale del ministero della Salute, Je'rome Salomon, nel comunicare i dati relativi alla settimana dal 16 al 22 marzo. "L'aumento di  mortalità riguarda le persone di più di 65 anni" ha precisato Salomon, aggiungendo che la crescita maggiore dei decessi è stata registrata nel Grande Est, Hauts de France, Borgogna, Ile de France e Corsica.

30 marzo 16:53 Liguria, il governatore Toti: da numeri arriva conforto, non molliamo”

"Questa è una settimana importante, direi decisiva, per fare in modo che il contagio cali. I numeri in questo senso ci danno qualche conforto, anche se ovviamente cambiano di giorno in giorno, da situazione a situazione". Lo scrive il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti su Facebook, con un appello: "Oggi è il momento di non mollare: più saremo capaci di rispettare le regole, prima potremo cominciare a pensare al dopo".

30 marzo 16:15 Sicilia, al Garibaldi di Catania dieci guariti con cocktail di farmaci

Dieci persone sono guarite dal Covid-19 nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania grazie ad una terapia combinata di Idrossiclorichina, Lopinar e Azitromicina. L'azienda ospedaliera sottolinea come "le guarigioni registrate al Garibaldi lasciano ben sperare sul buon decorso della malattia anche per gli altri ricoverati sottoposti attualmente allo stesso trattamento farmaceutico" e che "continua intanto, per i casi più complessi, la sperimentazione del Tolicizumab".

30 marzo 16:04 partiti test su 5 vaccini italiani

Sono partiti in Italia i test preclinici di cinque vaccini contro il coronavirus. Sono tutti condotti dall'azienda biotech Takis, i risultati sono attesi a metà maggio e la sperimentazione sull'uomo potrebbe partire in autunno. Lo ha detto all'ANSA l'amministratore delegato dell'azienda, Luigi Aurisicchio. I vaccini si basano su diverse regioni della proteina Spike, la principale arma con cui il virus aggredisce le cellule respiratorie umane.

30 marzo 15:54 Ministro scuola Azzolina: “Ipotesi lezioni a luglio da escludere”

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in una intervista a Fanpage.it ha parlato della situazione della scuola italiana durante l’emergenza Coronavirus: “Quando riapriranno? Quando le autorità sanitarie ci diranno che non ci sono rischi. Abbiamo intanto escluso la presenza nelle aule a luglio. Ai docenti e a tutto il personale dico grazie per gli sforzi titanici di questo periodo. Saranno tutti capitalizzati. La scuola sta dando molto al Paese”.

30 marzo 15:45 Ungheria, pieni poteri al premier Orban per combattere emergenza

Il Parlamento ungherese ha votato i pieni poteri per il premier Viktor Orban per combattere il coronavirus. Nei termini della legge, Orban, senza limitazione di tempo, può governare sulla base di decreti, chiudere il Parlamento, cambiare o sospendere leggi esistenti e ha la facoltà di bloccare le elezioni. Spetta a lui determinare quando finirà lo stato di emergenza. Inoltre, chi diramera’ «false notizie» rischierà da 1 a 5 anni di carcere. Hanno votato a favore i deputati di Fidesz ed alcuni dell’estrema destra.

30 marzo 15:12 Fondo monetario: ogni mese di stop equivale a 3 punti di PIL in meno in Europa

"L'impatto economico della crisi da Covid-19 sarà grave. Nelle principali economie europee, i servizi non essenziali chiusi per decreto governativo rappresentano circa un terzo della produzione. Ciò significa che ogni mese in cui questi settori restano chiusi si traduce in un calo del 3% del PIL annuale, e questo senza neppure valutare gli altri problemi e le ricadute sul resto dell'economia. Che quest'anno l'Europa vada verso una profonda recessione europea è dato per scontato". Lo sottolinea in una analisi Poul Thomsen, responsabile per l'Europa del Fondo Monetario Internazionale, ricordando come lo stesso sistema di welfare "non è stato realizzato per affrontare" una emergenza come questa. "Tutti i paesi europei – è il suo invito – devono rispondere in modo aggressivo alla crisi, in maniera coraggiosa e commisurata alla sua portata. Se c'è mai stato un tempo per usare i buffer disponibili e lo spazio fiscale, è sicuramente questo".

30 marzo 15:03 L’appello di Zaia: “Mettete in vendita le mascherine, ci sono”

"Fino a 15 giorni fa c'era panico su mascherine, io ho provato a comprarle su Amazon e sono arrivate ieri". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia. "Faccio un appello – ha aggiunto – ai centri di acquisto che sono i supermercati e le farmacie: compratele e mettetele in vendita. Fate in modo che cittadini le trovino. I prezzi vanno dai 55 centesimi delle mascherine cinesi a un euro di quelle fatte in Veneto. Con 10 mascherine in casa – ha concluso – ognuno ha la sua autonomia".

30 marzo 14:41 Expo Dubai rinviato al 2021

L'inaugurazione era prevista per il mese di ottobre, ma Expo 2020 Dubai sarà rinviata di un anno a causa della pandemia di coronavirus: è quanto emerge dalla bozza della decisione concordata nella riunione tra i rappresentanti degli Emirati arabi e quelli dei Paesi coinvolti nella kermesse, anticipata dalla Reuters. L'annuncio dovrebbe arrivare più tardi da una riunione degli Stati membri del Bureau International des Expositions (Bie), sempre a Dubai. L'Expo, a cui partecipano 192 Paesi, avrebbe dovuto accogliere 11 milioni di visitatori.

30 marzo 14:36 Trump: “Senza misure avremmo avuto anche 2 milioni di morti”

Donald Trump
in foto: Donald Trump

"Abbiamo la migliore economia di sempre, ma ad un certo punto ci hanno detto, guardate c'è un virus ed abbiamo dovuto chiudere". Lo ha detto Donald Trump in un collegamento telefonico con ‘Fox and Friends' sottolineando che gli esperti hanno indicato che "se non avessimo chiuso, se avessimo continuato ‘business as usual' avremmo rischiato 2,2 milioni di morti,

30 marzo 14:19 Sileri: “Raggiungimento picco tra 7-10 giorni, poi la discesa”

Complicato fare previsioni e cercare di stabilire i giorni di picco del contagio da coronavirus, ma secondo  il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri la situazione degli ultimi giorni fa ben sperare.  “In queste ore – ha spiegato Sileri – in cui viviamo un’altalena di speranza ed estrema lucidità per restare fedeli ai dati epidemiologici la curva dei contagi cresce, ma si mostra più lineare. Questo vuol dire che, con i numeri a disposizione e le elaborazioni di virologi ed epidemiologi, possiamo aspettarci il raggiungimento del picco nel giro di 7-10 giorni“.

30 marzo 14:13 le nuove date delle Olimpiadi di Tokyo rinviate al 2021

Il Comitato Internazionale Olimpico e il comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo 2020 hanno raggiunto un accordo per tenere i prossimi Giochi estivi tra il 23 luglio e l'8 agosto 2021, a un anno esatto dalla data originariamente prevista, tra il 24 luglio e il 9 agosto prossimi. Lo riferiscono i media giapponesi, citando più fonti al corrente della decisione presa oggi, a causa della pandemia di Coronavirus. Ma si attendono conferme ufficiali.

30 marzo 13:52 Fontana: “Linea dei contagi non è più in salita”

"Le indicazioni che mi arrivano è che stiamo proseguendo sulla buona strada. Stiamo mantenendo quella linea che non è più in salita e non è ancora in discesa, ma non stiamo andando avanti nella progressione". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel punto stampa quotidiano sull'emergenza Coronavirus in quella che è al momento la regione più colpita dell'epidemia. "Purtroppo oggi, non so se sia solo una mia impressione – ha aggiunto – ho visto più macchine e gente in giro, come se le discrete notizie, arrivate negli ultimi giorni, avessero fatto sì che i nostri cittadini non si sentano più obbligati a rispettare le norme. Se ricominciamo la vita normale ed evitiamo il distanziamento alla base di questi risultati, purtroppo rischiamo che i risultati ricomincino a essere negativi. Stiamo andando benino, manteniamoci ancora fermi nel rispettare gli obblighi che abbiamo", ha concluso il governatore.

30 marzo 13:32 Viminale: 6.623 sanzionati, 29 i denunciati per violazione della quarantena

Nella giornata di ieri, domenica 29 marzo, le forze di polizia impegnate nelle verifiche sul rispetto delle norme di contenimento del contagio del Covid-19 hanno controllato 159.962 persone e 58.481 tra esercizi commerciali e attività. Le persone sanzionate in via amministrativa per i divieti sugli spostamenti sono state 6.623, pari al 34% in più rispetto alle 4.942 di sabato. Le persone denunciate per false attestazioni nella autodichiarazione sono state 58 mentre quelle denunciate per violazione della quarantena sono state 29. I titolari di esercizi commerciali sanzionati sono stati 83, i provvedimenti di chiusura delle attività 18. Dall'11 al 29 marzo sono stati controllati complessivamente 3.226.841 persone e 1.478.350 esercizi commerciali.

30 marzo 13:06 Sale a 61 il bilancio dei medici morti in Italia per Covid-19

Cresce ancora il numero dei medici italiani deceduti dopo aver contratto il Coornavirus. Un vero e proprio bollettino di guerra, che ha raggiunto quota 61. Si registrano infatti altri undici nuove morti, che vanno ad allungare l’elenco, aggiornato oggi alle 12, dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), pubblicato sul suo sito e listato a lutto.

30 marzo 12:29 Tirrenia ferma tutti i collegamenti con Sicilia e Sardegna

Cin, la società dell'armatore Onorato, ha bloccato con decorrenza immediata, le corse programmate oggi dalla Tirrenia su tutte le linee in convenzione con la Sardegna, la Sicilia e le Tremiti. Lo annuncia una nota della stessa compagnia spiegando che la decisione segue il sequestro conservativo fatto dai commissari di Tirrenia dei conti correnti di Cin "in questo momento così drammatico per il Paese".

30 marzo 12:21 Conte in udienza da Papa Francesco

Incontro privato questa mattina tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e Papa Francesco in Vaticano. Non sono stati diffusi ulteriori dettagli sull'udienza tenutasi questa mattina ma di certo al centro della conversazione c'è stata l'emergenza Coronavirus nel nostro Paese.

30 marzo 11:50 Gentiloni: “Ue guardi agli obiettivi. Fiducioso in via di condivisione”

"Se capovolgiamo la discussione da Mes e Coronabond sugli obiettivi e come finanziarli sono positivo che la strada per trovare un’intesa si può trovare". Ne è convinto il commissario Paolo Gentiloni, intervenuto alla trasmissione Circo Massimo. Per Gentiloni la divisione in Ue può "essere superata se partiamo dagli obiettivi comuni che dobbiamo finanziare. Sono fiducioso che una via di condivisione si possa trovare e penso che bisogna farlo inevitabilmente in un dialogo con la Germania senza di cui non riusciamo a trovare un compromesso".

30 marzo 11:30 Il virologo Crisanti: “Aumentano i contagi in famiglia”

Il professor Andrea Crisanti
in foto: Il professor Andrea Crisanti

I dati segnalano che i contagi continuano ad aumentare in tutta Italia e che "la fonte principale di contagio, soprattutto in Lombardia, è a casa: stiamo cioè vedendo un'effetto ‘Diamond Princess' e c'è un contagio intra-familiare particolarmente importante, anche considerando che il numero di positivi è in realtà molto più alto di quello stimato". Lo ha sottolineato il virologo dell'Università di Padova, Andrea Crisanti.

30 marzo 11:02 Spagna, nuovo bilancio dei contagi: superata la soglia degli 80mila positivi

I casi di contagio in Spagna hanno superato quota 80mila e si avvicinano a quelli registrati finora in tutta la Cina. È quanto emerge dai dati della John Hopkins University. Per l'esattezza, il Paese iberico conta ora 80.110 casi contro gli 82.156 della Cina. I morti sono 6.803 e le persone guarite sono 14.709. A preoccupare resta la situazione a Madrid e in Catalogna, primi focolai dell'infezione, dove gli ospedali sono vicini al collasso.

30 marzo 10:51 Grillo: “È l’ora del reddito universale per tutti”

Beppe Grillo ha invocato sul suo blog l'istituzione del reddito di cittadinanza universale per superare l'emergenza Coronavirus. "La via d'uscita da questa crisi – si legge – non può essere come quella del 2008, quando si è preferito salvare le banche a discapito del popolo. È arrivato il momento di mettere l'uomo al centro e non più il mercato del lavoro. Per fare ciò si deve garantire a tutti i cittadini lo stesso livello di partenza: un reddito di base universale, per diritto di nascita, destinato a tutti, dai più poveri ai più ricchi".

30 marzo 10:16 Gallera: “Se le cose andranno bene, ripartiremo tra qualche settimana”

L'assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, è intervenuto alla trasmissione Mattino 5 per parlare dell'emergenza Coronavirus a livello regionale. Al momento, anche se i numeri restano alti, la pressione nelle terapie intensive va diminuendo e tra qualche settimana, ha sottolineato, "la Regione più colpita dal Covid-19 potrebbe lentamente ripartire, ma le nostre abitudini dovranno cambiare". Come? "Fino a quando non avremo un vaccino – ha spiegato Gallera – bisognerà adottare modalità di comportamento a cui non eravamo abituati come girare con le mascherine e porre sempre attenzione al distanziamento sociale".

30 marzo 09:56 Easyjet lascia a terra tutta la flotta dopo il rimpatrio di 45mila persone

Easyjet a partire da oggi lascerà a terra tutta la flotta fino a quando non potranno riprendere i voli commerciali, attualmente sospesi a causa dell'emergenza Coronavirus. Negli ultimi giorni, si legge in una nota, la compagnia ha lavorato per il rimpatrio di numerosi passeggeri, operando oltre 650 voli di rimpatrio e riportando a casa più di 45mila persone. Gli ultimi voli sono stati effettuati ieri. "La messa a terra degli aerei ha un impatto significativo sulla compagnia aerea" che però, chiarisce la nota del gruppo, "può contare su uno stato patrimoniale solido, senza debiti da rifinanziare fino al 2022. Siamo in continua discussione con gli istituti di credito che riconoscono la forza del bilancio e del modello di business".

30 marzo 09:31 Papa Francesco: “Preghiamo per chi è spaventato da questa pandemia”

"Preghiamo oggi per tanta gente che non riesce a reagire e rimane spaventata per questa pandemia. Il Signore li aiuti ad alzarsi e a reagire per il bene di tutta la società e di tutta la comunità". Lo ha detto Papa Francesco, introducendo la messa a Santa Marta che da settimane dedica all'emergenza sanitaria che sta investendo il mondo e che è possibile seguire in diretta tutte le mattine su Rai 1.

30 marzo 09:02 Gli esperti: “Si può essere contagiosi per 20 giorni dopo aver contratto l’infezione”

Una persona guarita da Covid-19 smette di essere contagiosa, e quindi di trasmettere il Coronavirus, non prima di una ventina di giorni. È quanto emerso da un nuovo studio condotto dall'Istituto Mario Negri di Bergamo, realizzato in collaborazione con l'Istituto Superiore di Scienze Sociali di Parigi, e firmato da Boris e Alexander Bibkov, che ha cercato di rispondere a questo quesito: quando in sostanza deve ritenersi conclusa la quarantena? Stando agli esperti, i pazienti più gravi possono diffondere l'infezione per 20 giorni in media; esiste però una minoranza per cui questo periodo può durare fino a 37 giorni. Per i malati lievi la durata media della capacità di contagio è di 10 giorni, ma per alcuni continua fino alle due settimane.

30 marzo 08:29 I contagi in tutto il mondo sono oltre 723mila e i decessi 34mila

Crescono i numeri della pandemia da Coronavirus: secondo i dati diffusi dalla  Johns Hopkins University, sono oltre 34mila morti nel mondo provocati dall'infezione di Covid-19 su un totale di oltre 723mila casi, Aumenta anche il bilancio delle persone finora guarite, che sono sono 151.991.

30 marzo 08:18 Brusaferro (Iss): “Dopo Pasqua valuteremo cosa fare”

"Il rallentamento c'è. Assistiamo a un appiattimento della curva, non ci sono ancora segnali di discesa ma va meglio. Le importanti misure che sono state adottate stanno mostrando i loro effetti". Lo ha dichiarato il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro, in un'intervista a Repubblica. L'esperto ha anche sottolineato che qualcosa di più sul blocco del Paese sarà chiarito dopo Pasqua. "Poi guardiamo i dati per stabilire come procedere e si valuterà cosa fare", ha aggiunto.

30 marzo 08:11 Giappone vieta l’ingresso a cittadini in arrivo dai paesi colpiti dall’epidemia

Le autorità giapponesi vieteranno l'ingresso ai viaggiatori che sono stati di recente negli Stati Uniti, in gran parte dell'Europa, in Cina o in Corea del Sud, come misura per contenere la diffusione delCcoronavirus. Il divieto di ingresso si applicherà a tutti i cittadini non giapponesi che sono stati nei 14 giorni precedenti l'arrivo in una delle regioni individuate, mentre ai giapponesi di ritorno da li' verrà chiesto di stare in quarantena per due settimane. Tuttavia, non è ancora chiaro quando entrerà in vigore il blocco. Il Giappone proibisce già l'ingresso nel suo territorio di persone che sono state in 21 paesi europei, tra cui l'Italia e la Spagna gravemente colpite, così come l'Iran e alcune aree della Cina e della Corea del Sud, che con le nuove misure estendono a tutto il territorio.

30 marzo 08:07 Il tenore Placido Domingo ricoverato per complicazioni dopo il contagio

Peggiorano le condizioni del tenore Placido Domingo. L'uomo, che era stato trovato positivo al Coronavirus qualche giorni fa, è stato ricoverato in Messico per complicazioni dell'infezione ma starebbe reagendo bene alle cure. Tuttavia, non ci sono altre notizie dettagliate sul suo stato di salute. L'artista aveva reso pubblico il 22 marzo scorso attraverso i propri canali social la sua positività al Covid-19: "Insieme possiamo combattere questo virus – aveva scritto – e fermare l’attuale crisi mondiale, in modo da poter tornare alla nostra normale vita quotidiana il più presto possibile".

30 marzo 08:00 Conte: “Siamo vicini al picco. Rallentamento misure sarà graduale”

Il premier Giuseppe Conte ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano spagnolo El Pais nel corso della quale ha parlato dell'emergenza Coronavirus in Italia. "Siamo nella fase più acuta – ha dichiarato -. E' difficile fare previsioni esatte. Gli esperti sono ancora cauti, ma è ragionevole pensare che siamo vicini al picco. Sabato abbiamo superato le 10mila vittime e questo ci fa molto male e dovrebbe allertare la comunità internazionale". Secondo il presidente del Consiglio è "prematuro" dire quando saranno allentate le restrizioni nel nostro Paese, ma di certo sarà un processo graduale.

30 marzo 07:47 Le ultime sulla pandemia di Covid-19 in diretta

L'emergenza Coronavirus è ancora nel pieno in Italia e nel mondo. Stando all'ultimo bollettino reso noto dalla Protezione civile, nel nostro Paese sono 97.689 le persone contagiate, di cui 13.030 guarite (+646 guariti rispetto al giorno precedente) e 10.779 morte (+756 morti rispetto a ieri). Ecco il dettaglio regione per regione:

Il Capo del Dipartimento, Angelo Borrelli, ha dato il via libera all'ordinanza già preannunciata dal premier Giuseppe Conte per destinare 400 milioni di bonus spesa come aiuto per i cittadini indigenti, che potranno essere resi disponibili dai Comuni a partire da oggi. Intanto, il governo conferma che le misure di contenimento con il blocco delle attività produttive non essenziali saranno prorogate oltre il 3 aprile. Lo hanno dichiarato il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, e il ministro della Salute, Roberto Speranza, specificando che ulteriori indicazioni arriveranno nel corso di questa settimana, dopo aver sentito il parere del comitato tecnico-scientifico. Dunque, sarà una Pasqua chiusa.

Nel mondo, continua a preoccupare la situazione degli Usa, dove sono oltre duemila le vittime di Coronavirus, numero raddoppiato in due giorni, mentre i contagi sono schizzati a oltre i 140mila. La previsione dell’epidemiologo Anthony Fauci, considerato il maggiore esperto americano di malattie infettive, che ha detto che "si temono milioni di casi e tra i centomila e i duecentomila morti", hanno fatto scattare l'allarme, anche se il presidente Donald Trump ha escluso la quarantena per i tre stati focolaio tra cui quello di New York. Il Presidente degli Stati Uniti ha inoltre affermato: "In USA 100mila morti se siamo bravi". In Cina, dove tutto è cominciato lo scorso dicembre, sono stati registrati 31 nuovi casi di contagio, 30 sono contagi di ritorno, mentre uno è stato registrato nella provincia di Gansu. La Commissione sanitaria nazionale (Nhc) ha reso noto che i decessi sono saliti a 3.304 con i 4 nuovi casi riferibili all’Hubei, la provincia epicentro della pandemia. I contagi di ritorno sono adesso 723. Infine, sempre più drammatica è la situazione in Spagna, dove le persone morte per Coronavirus sono diventate 5.866, mentre il numero dei contagiati secondo l’ultimo aggiornamento del quotidiano El Pais è salito a oltre 73 mila casi.