27 settembre 21:38 Fauci, per seconda ondata “il rischio c’è sempre”

Lo scienziato Fauci, consulente del presidente Usa Donald Trump, concorda sul fatto che è probabile ci sia stata una mutazione nel virus, ma "non necessariamente più virulenta o più infettiva. Ma è una congettura, non c'è una prova conclamata". E per quanto riguarda il rischio di una seconda ondata "il pericolo c'è sempre. Bisogna sempre stare attenti". Infine per quanto riguarda i suoi rapporti con Trump: "l'ho sentito un paio di settimane fa. Certo prima ci parlavo più spesso… ma sento frequentemente il suo vice".

27 settembre 19:33 Ippolito: “Possiamo essere tutti infetti. Rischio autunno come scorsa primavera”

Le parole di Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive (INMI) ″Lazzaro Spallanzani″ a Mezz’ora in più su Rai Tre: “C’è il fattore climatico – ha aggiunto – la difficoltà di riconoscere i virus con sintomi respiratori. Possiamo essere tutti infetti”.

27 settembre 18:42 Bonaccini (Emilia): “Nonostante il Covid eventi sportivi tutti in sicurezza””

"Dopo i due MotoGp mondiali a Misano, ora i mondiali di ciclismo e tra poche settimane di nuovo ad Imola il ritorno della Formula 1 dopo ben 14 anni. Penso abbiamo fatto fare una bella figura anche all'Italia, dimostrando che, nonostante il Covid e le restrizioni che impone, si possono organizzare in piena sicurezza appuntamenti sportivi di grande rilevanza. Come sempre servono testa e cuore, passione e responsabilita?". Così il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini commenta su Facebook la chiusura del Mondiale di ciclismo a Imola.

27 settembre 18:22 Lockdown dall’1 al 20 dicembre per salvare il Natale dal Covid: l’idea di 2 premi Nobel in Francia

L’idea è di due premi nobel francesi, Esther Duflo e Anhijit Banerjee, e prevede un blocco dall’1 al 20 dicembre per far sì che le celebrazioni natalizie in famiglia possano svolgersi con un rischio ridotto di trasmissione del coronavirus. Il costo per l’economia sarebbe importante, “ma meno di quello che comporterebbe annullare il Natale o riconfinare tutti in circostanze ben peggiori 15 giorni più tardi” spiegano i due economisti.

27 settembre 17:39 Superato il milione di morti per Coronavirus nel mondo

In tutto il mondo il Coronavirus ha ucciso più di 1 milione di persone: è questo il dato che emerge dopo gli ultimi decessi segnali dai vari Paesi nella giornata di oggi. Il bilancio arriva dal conteggio di Worldometer secondo cui le vittime da Covid-19 nel mondo sono state 1.000.175. Gli Stati Uniti sono il Paese con più decessi, seguito da Brasile, India e Messico. L’Italia è il primo tra i membri dell’Ue a comparire nell’elenco.

27 settembre 17:27 Coronavirus Italia, cento ricoveri in più nelle ultime 24 ore

Sono cento in più i ricoveri per coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore per un totale di 2.846 persone ricoverate attualmente negli ospedali con sintomi covid. I posti di terapia intensiva occupati salgono invece di sette unità nell'ultima giornata per un totale di 254. Sono i numeri dell'ultimo bollettino del'emergenza covid-19 in Italia reso noto dal ministero della Salute.

27 settembre 17:16 Coronavirus Italia, 1.766 nuovi casi e 17 morti nelle ultime 24 ore

Sono 1.766 nuovi casi edi coronavirus e 17 i morti per covid nelle ultime 24 ore in Italia. Il totale dei positivi dall'inizio dell'epidemia è salito a quota 309.870 (+1.766 nelle ultime 24 ore, ieri erano 1.869). I guariti sono 224.417 (+724 nelle ultime 24 ore, ieri erano 977 ) e i morti 35.835 (+17, ieri erano 17). È quanto emerge dal bollettino di oggi, domenica 27 settembre, reso noto dal ministero della Salute, con i numeri sull’emergenza Covid-19 aggiornati.

27 settembre 17:04 Coronavirus Campania, altri 245 contagi in 24 ore

Sono 245 le persone risultate positive al Coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore su 5539 tamponi esaminati. Lo rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania. Ad oggi il totale dei positivi in regione è pari a 11.874 su 578.480 tamponi analizzati. Non si sono registrati decessi nell'ultima giornata mentre ci sono 136 persone che risultano guarite.

27 settembre 16:12 Coronavirus, centinaia in strada a Madrid contro le restrizioni

Centinaia di persone sono scese in strada oggi a Madrid per protestare contro le misure restrittive anticontagio. I manifestanti si sono radunati in sei diversi punti della capitale spagnola chiedendo a gran voce le dimissioni della presidente della regione di Madrid, Isabel Diaz Ayuso, per le misure adottate per affrontare la pandemia di coronavirus.  Nei giorni scorsi Ayuso ha proibito le riunioni di più di sei persone in tutto il territorio e ha ordinato limitazioni di mobilità in 37 zone in cui sono stati individuati più di mille casi di coronavirus ogni 100mila abitanti.

27 settembre 15:39 Coronavirus Campania, De Luca impone Tamponi obbligatori a chi rientra dall’estero in aeroporto

Tornano i test obbligatori per il Coronavirus ai viaggiatori che rientrano dall’estero all’aeroporto di Napoli Capodichino. Lo prevede una nuova ordinanza regionale firmata del governatore della Campania Vincenzo De Luca. La vecchia ordinanza sui rientri dai Paesi esteri e la Sardegna che obbligava alla quarantena preventiva per 14 giorni in attesa dell’esito negativo del tampone, infatti, è scaduta giovedì 24 settembre. "È necessario – spiega De Luca – attivare controlli rigorosissimi per chi rientra dall'estero e in particolare dai paesi dove si sta registrando un notevole incremento di casi di positività. È indispensabile l'identificazione e l'esecuzione dei test, oltre la raccolta di tutti i dati informativi relativi ai passeggeri provenienti dall'estero con il coordinamento della competente struttura Usmaf. Non dovrà più ripetersi quanto si è verificato nel corso della scorsa settimana".

27 settembre 15:12 Coronavirus Puglia: due scuole chiuse ad Altamura, una dopo una festa tra ragazzi

Due scuole sono state chiuse ad Altamura, in provincia di Bari, per casi di positività al Covid, una delle quali, l'Istituto tecnico Nervi, è stato "chiuso in maniera preventiva dal dirigente dopo aver avuto notizie che alcuni alunni hanno partecipato ad una festa di 18 anni in cui poi ci sono stati dei positivi". L'altra scuola interessata è la Don Milani dove è stato accertato un caso positivo nella segreteria. A confermarlo è la sindaca della città, Rosa Melodia, che in una diretta facebook riferisce i dettagli delle due strutture chiuse. "Le feste in questo periodo non devono essere fatte e non è concepibile che le strutture facciano feste per ballare", ha detto la sindaca Melodia, aggiungendo: "rischiamo un nuovo lockdown e il Comune non potrà più sostenere le necessità di tutti". Stamattina tutto il personale è stato sottoposto a tampone nella tensostruttura allestita dalla Asl e "nel pomeriggio ci sarà la sanificazione dell'intera scuola per permettere domani l'apertura in sicurezza" ha assicurato la sindaca.

27 settembre 14:43 L’emergenza covid ha bruciato il reddito delle famiglie: 1257 euro in meno in un anno

L'emergenza Covid ha avuto un effetto devastate anche sul reddito delle famiglie italiane. La pandemia di coronavirus infatti ha causato in media una perdita per le famiglie italiane di 1.257 euro l’anno, per un totale di 32 miliardi di euro di reddito annuale. Il dato è stato calcolato dall'Ufficio Economico Confesercenti, sulla base di elaborazioni condotte su dati Istat, Svimez e SWG. Sono effetti dell’emergenza sanitaria e del conseguente rallentamento economico. Il calo dei redditi coinvolge tutto il territorio nazionale, ma alcuni territori sono stati più colpiti di altri.

27 settembre 14:19 Focolaio in casa di riposo nel Potentino, 28 persone contagiate

Un nuovo focolaio di contagio da coronavirus è merso in queste ore in una casa di riposo di Marsicovetere, nel Potentino, in cui si registrano al momento 28 contagiati. A farlo sapere è stato lo stesso sindaco del comune  in provincia di Potenza. "A seguito della positività della paziente ospite in una casa di riposo per anziani, sono stati effettuati i tamponi a tutto il personale e agli ospiti della struttura. Risultano positive 28 persone tra operatori ed ospiti" ha scritto infatti in un post su facebook il sindaco di Marsicovetere, Marco Zipparri. Dei ventotto positivi, venti sono ospiti della struttura, otto invece sono operatori. I test ora proseguono sui familiari di chi è risultato positivo. "Tutti gli operatori positivi sono in isolamento, inoltre si sta tracciando la filiera di contatti dei familiari che saranno sottoposti a tampone nelle prossime ore. Anche per gli operatori negativi si è provveduto all'isolamento domiciliare. Bisogna interrompere la catena epidemiologica ed è per questo che insieme alle Autorità Sanitarie e alla Regione Basilicata si è deciso di isolare la struttura pur garantendo i servizi essenziali" ha aggiunto infatti lo stesso primo cittadino di Marsicovetere, concludendo: "Occorre prudenza ed è indispensabile il senso di responsabilità di tutti alla luce di un prevedibile e purtroppo costante aumento di contagi a tutti i livelli".

27 settembre 13:57 Coronavirus Toscana, 101 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

Sono 101 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati in Toscana nelle ultime 24 ore mentre nell'ultima giornata non si contano ulteriori decessi per covid. Quarantacinque dei nuovi casi sono stati identificati con il tracciamento sulla base di un sospetto diagnostico, cinquantasei invece da attività di screening. Sono stati 7.541 invece i tamponi analizzati nelle ultime ventiquattro ore. Sono i numeri forniti dal bollettino quotidiano della Regione toscana sull'andamento dell'epidemia

27 settembre 13:08 Coronavirus Sicilia, dalle mascherine alla movida: Musumeci prepara nuova ordinanza

L’aumento dei contagi in Sicilia impone nuove misure restrittive. A dirlo il governatore Nello Musumeci che ha annunciato una nuova ordinanza. Musumeci lascia intendere che tornerà anche sull’isola l’obbligo di indossare le mascherine a tutte le ore all’aperto, anche in assenza di assembramenti o a prescindere dalla distanza interpersonale di sicurezza. Probabile anche una stretta alla movida e non sono escluse nuove zone rosse. "Il mio – ha spiegato il governatore Musumeci – è un richiamo al senso di responsabilità dei siciliani. Non intendo penalizzare le attività economiche, già messe a dura prova in questo periodo. Sull'uso delle mascherine avevamo preso delle misure già in passato, ma dopo il Dpcm del governo nazionale siamo stati costretti ad adeguarci”.

27 settembre 12:49 Francia, scuole e università primo luogo di contagio

In Francia scuole e università sono il primo luogo di contagio davanti alle imprese. Secondo l'ultimo bollettino settimanale dell'agenzia per la sanità pubblica francese (SPF), pubblicato giovedì 24 settembre, il 32 percento degli 899 cluster indagati interessa scuole e università. Con 285 cluster, il mondo dell'educazione, per la prima volta, sembra essere più a rischio di quello delle aziende, che di cluster ne conta 195. Seguono le strutture sanitarie (97) e gli "eventi pubblici o privati: incontri temporanei di persone" (77 ), scrive l'agenzia per la sanità pubblica francese, come riportato da Le Monde.

27 settembre 12:31 Parroco di Spianate positivo dopo weekend di Cresime

Il parroco di Spianate, una frazione del comune di Altopascio (Lucca) è risultato positivo al Covid-19. La struttura di igiene e sanità pubblica di Lucca sta gestendo questa situazione insieme al sindaco di Altopascio Sara D’Ambrosio. Preoccupazione tra i fedeli anche perché il sacerdote sabato e domenica scorsi ha cresimato diverse persone. “Dal primo pomeriggio – così il sindaco D'Ambrosio – sono al telefono con l’Asl per risalire a tutta la catena dei contatti e domani l’Asl chiamerà ogni famiglia che è stata interessata dalle cresime. Questo per capire il grado di contatto e procedere poi con i tamponi: il tracciamento va fatto subito per isolare il virus e mettere in sicurezza tutti".

27 settembre 12:05 Genova, 7 ragazzi positivi in una classe del liceo linguistico

Almeno 7 ragazzi positivi in una classe del Liceo Mazzini a Genova e altri 5 che hanno avuto la febbre sono in attesa del risultato del tampone. Secondo i quotidiani locali, i ragazzi contagiati frequentano il Linguistico, nella succursale di via Giotto. Da venerdì 12 ragazzi su 18 della classe hanno febbre: 7 hanno fatto tampone e sono tutti positivi.

27 settembre 11:44 Due studenti positivi al Coronavirus: tre classi in quarantena a Bressanone

Due casi di positività al Covid-19 tra gli studenti dell’ IIS Bressanone che comprende l’Ite “Falcone e Borsellino” e il Liceo “Dante Alighieri”. L’istituto scolastico ha adottato tutte le procedure previste e ha seguito le indicazioni del protocollo stabilite in accordo con l’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico. Predisposta la quarantena preventiva per tre classi, dal 26 settembre e fino al 6 ottobre compreso. Sono già stati avvisati studenti, famiglie e docenti interessati come prevista dalla procedura. Da lunedì si attuerà la didattica digitale secondo il piano elaborato dall’istituto.

27 settembre 11:28 Allarme in Francia: “La seconda ondata sta arrivando più in fretta di quando temevamo”

In Francia "la seconda ondata sta arrivando più in fretta di quando temevamo". A lanciare l'allarme è il presidente dell'ordine dei medici francese Patrick Bouet. Se non ci sono cambiamenti "in tre-quattro settimane" la Francia dovrà "affrontare un'epidemia generalizzata" per lunghi mesi in autunno e inverno, con un sistema sanitario "incapace di rispondere a tutte le sollecitazioni", ha avvertito in una intervista al Journal du Dimanche. In tutto il Paese i numeri del contagio del coronavirus continuano a crescere. "Ci aspetta una prova. Ma i professionisti della Sanità, all'origine del miracolo della primavera, non potranno nuovamente rimediare alle carenze strutturali, molti sono traumatizzati ed esausti", ha sottolineato Bouet.

27 settembre 11:12 Ricciardi: “Sui contagi siamo al limite, non dobbiamo più sgarrare”

"Sui contagi siamo al limite. Siamo messi meglio rispetto ad altri Paesi perché abbiamo fatto una serie di scelte durante e dopo il lockdown, ma adesso paghiamo l'allentamento della guardia che è avvenuto in estate". Lo dice in una intervista al Messaggero il consulente del ministero della Salute Walter Ricciardi, membro italiano del board dell'Oms. Il rischio è "un effetto a catena. Siamo ancora in condizione di controllare questi focolai. Ma non possiamo andare oltre, non dobbiamo più sgarrare". Rispetto ai tamponi per chi proviene da Paesi esteri, Ricciardi ritiene che altri Paesi potranno essere inseriti nella lista: "La Grecia adesso ha numeri buoni, non ha senso tenerla in quel gruppo. La Gran Bretagna invece ha numeri preoccupanti, come il Belgio e la Danimarca. Se non migliorano i loro dati, sono Paesi da tenere sotto controllo". Sugli stadi secondo Ricciardi "non è proprio il momento di abbassare la guardia, aspettiamo almeno due settimane per verificare cosa sta succedendo nelle scuole". Le discoteche invece "non sono apribili durante un'epidemia". Oggi le strutture sanitarie sono preparate? "Almeno 2 ospedali su 3 sono inadeguati. Alcune regioni come l'Emilia, il Veneto, anche il Lazio, sono messe bene. Altre sono molto indietro, è allarmante. Le terapie intensive sono preparate, abbiamo raddoppiato i posti. Per le sub-intensive sono preoccupato. Il potenziamento è avvenuto a macchia di leopardo". Per Ricciardi infine due cose sono fondamentali adesso: "Scaricare l'app Immuni" e "vaccinarci contro l'influenza".

27 settembre 10:35 “Senza mascherine e distanze, 700 morti al giorno in Italia prima del 2021”

Fino a 700 morti al giorno per coronavirus in Italia prima del 2021, 15mila contagi al giorno a novembre e oltre 40mila a dicembre. È lo scenario ipotizzato da uno studio del sito web Worldometer riportato dal Fatto Quotidiano. Il sito disegna tre scenari sulla base dei comportamenti individuali. C'è la linea viola che è la proiezione epidemica in base allo status quo, la verde che ipotizza un maggior rigore dei cittadini su mascherine, distanziamento e igiene e una rossa che prevede la situazione se si dovesse allentare ogni precauzione.

27 settembre 10:11 In Veneto 159 nuovi contagi e 3 morti

Continua l'aumento dei nuovi casi di Coronavirus in Veneto, che nelle ultime 24 ore registra 159 contagiati in più, portando il totale a 26.973. Gli attuali soggetti positivi sono 3.490, e si registrano 3 nuovi decessi, con il totale a 2.176. Aumenta leggermente (+4) il numero dei ricoverati in ospedale, in totale 204 di cui 148 positivi; stabili le terapie intensive, con 26 ricoverati di cui 21 positivi. Scende infine il numero delle persone in isolamento, 8.951 (-363) di cui 2.274 (-40) positive.

27 settembre 09:53 Israele, nuovo record di contagi: 8.687 nelle ultime 24 ore

Nuovo record di contagi Covid-19 nelle ultime 24 ore in Israele: sono stati registrati 8.687 casi. Il totale dei positivi arriva così a 226.586. Attualmente i malati gravi sono 728 di cui 200 attaccati a un ventilatore.

27 settembre 09:36 Calo dei contagi in Australia, da domani stop al coprifuoco a Melbourne

L'Australia revocherà all'alba di lunedì il coprifuoco imposto a Melbourne, la seconda città più popolosa del Paese, per arginare la diffusione del coronavirus, a fronte di un calo del numero di infezioni. Lo hanno riferito le autorità dello stato di Victoria. "Stiamo avendo uno, due o tre casi di infezioni locali al giorno, quindi sono dell'opinione, condivisa dal team di sanità pubblica, che il coprifuoco non sia una misura proporzionata per andare avanti", ha annunciato Brett Sutton, capo della sanità dello stato. Il governo di Victoria ha imposto il 9 luglio il confinamento nella città di circa 5 milioni di abitanti. La revoca del coprifuoco, in vigore tra le 21:00 e le 5:00, avrà effetto dal lunedì mattina ed e' la seconda tappa del piano per un graduale di ritorno alla normalità, che potrebbe durare fino alla fine dell'anno.

27 settembre 09:19 Coronavirus India, 88.600 casi e 1.124 morti in 24 ore

L'India ha registrato 88.600 nuovi casi accertati di Coronavirus nelle ultime 24 ore e 1.124 morti secondo il bollettino ufficiale del governo di New Delhi. L'India è il terzo Paese al mondo per morti da Covid-19 dopo Stati Uniti e Brasile e ha finora avuto un totale di 94.503 vittime, mentre è il secondo Paese al mondo dopo gli Usa per numero di contagi totali dall'inizio della pandemia, sfiorando nelle ultime 24 ore i sei milioni (5.992.532).

27 settembre 09:02 In Brasile altri 869 morti e 28.378 contagi

Il Brasile ha registrato nelle ultime 24 ore altri 869 decessi legati al coronavirus e 28.378 nuovi contagi. Il numero delle vittime sale a 141.406 mentre i casi accertati dall'inizio dell'epidemia sono 4.717.991.

27 settembre 08:50 Boccia: “Discussione in parlamento, ma mi pare inevitabile la proroga dello stato d’emergenza”

"Faremo una discussione in parlamento, ma mi pare inevitabile la proroga" dello stato d'emergenza per il coronavirus: a dirlo il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, in un'intervista a La Stampa. "Inutile trasformare ogni cosa in una polemica. Non dovrebbe esserci il dibattito", ha aggiunto, "in una pandemia ci sono più fasi: la prima di pronto intervento e la seconda di gestione dell'emergenza e ora siamo in questa fase. Che prevede procedure accelerate per varie necessità. C'è un solo presidente di regione che vorrebbe l'interruzione della proroga dello stato di emergenza? Non c'è". Per quanto riguarda la diffusione del virus, il ministro ha osservato che "intanto non siamo messi come il resto dei Paesi che ci circondano, infiammati dai contagi". "Il lockdown generale fatto dall'Italia in primavera, è da escludere, ma nessuno ha la sfera di cristallo", ha detto, "Zingaretti fa bene a ribadire che se non si rispettano le regole il rischio è quello. Va ricordato a tutti che grazie al lungo lockdown, oggi siamo considerati uno dei Paesi più sicuri al mondo. Quel rigoroso percorso ci consentì di rafforzare le reti sanitarie e diventare autonomi anche sulle mascherine e sui ventilatori". Sulla possibilità di nuove chiusure tra regioni per Boccia "ora ipotizzare chiusure è sbagliato, certo dobbiamo lavorare sul rispetto rigoroso delle regole". Le reti di assistenza domiciliare "le stiamo rafforzando, ma sui centri Covid, sulle terapie intensive, sui protocolli e sulle organizzazioni territoriali siamo più forti che in febbraio"."Ci sarebbe un problema delle procedure per potenziare le reti sanitarie, con il commissario che sta dando le deleghe ai governatori. Se interrompi lo stato di emergenza, blocchi i poteri straordinari che hanno i presidenti di regione. Non è difficile da capire. E lancio un appello: su questo, time out dalla propaganda, lo stato di emergenza non è  la restrizione delle libertà individuali", ha detto ancora Boccia.

27 settembre 08:43 Coronavirus negli Usa: superati 204.000 morti e 7 milioni di casi

Gli Usa hanno registrato 48.918 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, per un totale di 7.076.828 infezioni dall'inizio dell'epidemia. Le vittime sono 204.480, comprese le 909 registrate nelle ultime 24 ore.

27 settembre 08:30 Sileri: “Su stadi sono d’accordo con gli scienziati, sta per arrivare anche l’influenza”

"Sono d’accordo con gli scienziati. Io avevo detto sì all’aumento degli spettatori ma solo con un rispetto rigidissimo delle regole e con la garanzia di controlli rigorosi: mille persone in uno stadio sono poche, ma anche così va fatto rispettare il distanziamento, va indossata la mascherina e ovunque vanno vietati gli assembramenti, all’interno e all’esterno degli impianti. Un’apertura con più pubblico è certamente auspicabile ma con molta gradualità, quindi è bene aspettare e vedere come evolve l’epidemia". A dirlo è il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri in un'intervista al Corriere della sera. Sileri ha commentato il No del Comitato tecnico scientifico all’apertura degli stadi al 25%. "Io credo che ci sarà un aumento dei contagi: entro i primi 10 giorni di ottobre potremo vedere gli effetti dell’apertura delle scuole, ma se riusciremo a tenere sotto controlli i focolai e l’aumento sarà graduale, il sistema sanitario non sarà sotto pressione. Non bisogna mollare la presa, con la stagione invernale arriveranno anche le sindromi influenzali e dobbiamo stare attenti a non intasare i pronto soccorso", ha aggiunto.

Come distinguere un raffreddore dai sintomi di infezione da Covid-19? "Tamponi e test rapidi. Ne stiamo facendo molti ma dobbiamo triplicarli: dobbiamo migliorare e aumentare la diagnostica. E ai primi sintomi sospetti restare a casa e chiedere di fare i test: in questa situazione è sbagliato pensare ‘è solo un raffreddore'", la risposta del viceministro Sileri. Al primo starnuto, ci si deve rinchiudere in isolamento? "No, questo va evitato assolutamente: non dobbiamo lasciare le persone in casa ma far sì che abbiano una risposta in brevissimo tempo: oggi per il risultato di un tampone ci vogliono anche più di due giorni, con il rischio di intasare gli ospedali anche in caso di negatività. Oltre ai tamponi ci sono i test salivari che si usano già negli aereoporti e ora anche a scuola: sono più economici, danno il risultato quasi in tempo reale ed evitano una quarantena inutile". È d’accordo nel ridurre la quarantena? "Lo sono per chi ha avuto solo contatti indiretti con un positivo: oggi conosciamo di più il virus, e sappiamo che l’incubazione è tra i 4 e i 6 giorni, quindi già al settimo giorno si può fare un tampone e sapere se si è positivi. In caso negativo, isolarsi per altri 7 giorni è inutile, oggi vengono messe in quarantena troppe persone. Diverso il discorso per chi è positivo per cui la quarantena di due settimane è giusta".

27 settembre 08:20 Le ultime notizie sul Coronavirus di oggi 27 settembre

In Italia è stabile l'incremento dei contagi per Coronavirus. Dal bollettino del ministero della Salute emerge che si sono registrati 1.869 nuovi casi nelle ultime 24 ore, una cinquantina meno di venerdì ma con circa tremila tamponi in meno. Il numero complessivo dei contagiati sale a 308.104. In leggero calo il numero delle vittime, 17 ieri mentre venerdì erano 20. Nessuna regione fa segnare zero casi. In leggero aumento il numero dei ricoverati nei reparti ordinari (9 in più) e nelle terapie intensive, dove ci sono 247 pazienti, 3 più di venerdì.

Di seguito i dati riportati nella tabella giornaliera, con l’incremento delle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia: 105.988 (+256)

Emilia-Romagna: 34.932 (+99)

Piemonte: 34.906 (+107)

Veneto: 26.814 (+216)

Lazio: 15.654 (+219)

Toscana: 14.465 (+110)

Liguria: 13.041 (+97)

Campania: 11.629 (+274)

Marche: 7.877 (+26)

Puglia: 7.445 (+51)

Sicilia: 6.576 (+110)

Trento: 5.880 (+51)

Friuli Venezia Giulia:  4.580 (+54)

Abruzzo: 4.333 (+16)

Sardegna: 3.591 (+63)

Bolzano: 3.467 (+29)

Umbria: 2.353 (+35)

Calabria: 1.921 (+15)

Valle d’Aosta: 1.299 (+11)

Basilicata: 716 (+25)

Molise: 637 (+5)

Il comitato tecnico-scientifico boccia ulteriori aperture al pubblico negli stadi. L'ufficialità è arrivata dopo una riunione in cui è stato analizzato il documento ricevuto dal ministero e predisposto dalla Conferenza delle Regioni in cui si ipotizzava un aumento della capienza al 25% degli impianti. Per la scuola, tra i nodi principali la carenza di docenti e i tempi lunghi per i tamponi. Preoccupa intanto l'avanzata del Covid-19 nel mondo. Francia maglia nera in Europa.