913 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Settembre 2020
12:07

Lucca, positivo al Covid-19 parroco di Spianate: lo scorso weekend ha celebrato le Cresime

Don Michele, il parroco di Spianate, è risultato positivo al Covid-19. Allarme nella frazione di Altopascio (Lucca) anche perché il sacerdote sabato e domenica aveva fatto le cresime. Il sindaco: “Fondamentale che tutti coloro che hanno fatto la cresima (famiglie presenti in chiesa) stiano a casa in isolamento fiduciario”.
A cura di Susanna Picone
913 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il parroco di una frazione del comune di Altopascio (Lucca) è risultato positivo al Covid-19. A darne notizia l'Asl Toscana nord ovest che aveva sottoposto il sacerdote al tampone. La struttura di igiene e sanità pubblica di Lucca sta gestendo questa situazione insieme al sindaco di Altopascio Sara D’Ambrosio. C’è molta preoccupazione tra i fedeli della chiesa di San Michele Arcangelo a Spianate anche perché il sacerdote risultato positivo al Coronavirus, don Michele, sabato e domenica scorsi ha cresimato diverse persone. “Dal primo pomeriggio – è quanto comunica il sindaco D'Ambrosio in un post pubblicato sabato sera su Facebook – sono al telefono con l’Asl per risalire a tutta la catena dei contatti e domani l’Asl chiamerà ogni famiglia che è stata interessata dalle cresime. Questo per capire il grado di contatto e procedere poi con i tamponi: il tracciamento va fatto subito per isolare il virus e mettere in sicurezza tutti".

L'appello del sindaco: "Mascherine e distanze sono fondamentali" –  Il sindaco ha aggiunto che tutti coloro che hanno fatto la cresima e le famiglie presenti in chiesa devono restare a casa in isolamento fiduciario: “Chi ha sintomi riconducibili all’influenza chiami subito il medico di famiglia”, ha aggiunto il primo cittadino del comune toscano. I contatti del sacerdote saranno sottoposti a tampone. L’Asl sta vagliando anche un altro metodo di tracciamento, ovvero far presentare spontaneamente in un punto di tamponi drive-through tutte le persone che ritengono di aver avuto un contatto prolungato col parroco. "Vi voglio ricordare – spiega il sindaco – che le mascherine e le distanze sono fondamentali: se tutti abbiamo la mascherina e teniamo la distanza possiamo gestire la convivenza col virus. Insieme affrontiamo, gestiamo e risolviamo tutto”.

913 CONDIVISIONI
28373 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni