18 Gennaio 22:40 Sono 1.167.023 i vaccini effettuati finora in Italia

Secondo i dati aggiornati alle 21.12 di questa sera, lunedì 18 gennaio, le vaccinazioni effettuate finora in Italia sono 1.167.023. Fino a questo pomeriggio il report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria era rimasto fermo ai dati di ieri sera sui vaccini. Oggi sono iniziati i richiami, con la seconda dose somministrata nelle varie regioni.

18 Gennaio 22:16 Speranza: “Tutti hanno diritto al vaccino, non conta la ricchezza del territorio in cui vivono”

"Tutti hanno diritto al vaccino indipendentemente dalla ricchezza del territorio in cui vivono. In Italia la salute è un bene pubblico fondamentale garantito dalla Costituzione. Non un privilegio di chi ha di più". Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, commentando la proposta di distribuzione del vaccino in base al Pil arrivata dalla neo assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti.

18 Gennaio 22:06 Nella provincia di Chieti circa 50 contagiati con variante inglese

Sono 37 persone in quarantena e 107 i casi positivi a Guardiagrele (Chieti), una trentina sarebbero quelli riconducibili alla variante inglese del virus. Parte dei dati sono pubblicati nella home page del sito del Comune teatino. L'istituto superiore di Sanità (Iss) ha confermato che, in provincia di Chieti, almeno 51 contagi sarebbero riconducibili alla variante inglese del Cov-Sars-2. La prima verifica sulla mutazione del virus è frutto del lavoro di ricerca del laboratorio di genetica molecolare dell'università d'Annunzio di Chieti-Pescara. Il primo contagio riconducibile alla variante inglese nella Regione risalirebbe al 18 dicembre e sarebbe stato individuato nel comune sede del Parco nazionale della Maiella. Nei prossimi giorni a Guardiagrele partirà anche lo screening di massa sulla popolazione organizzato dalla Asl Lanciano, Vasto Chieti.

18 Gennaio 21:49 Coronavirus Usa, superati 24 milioni di contagi da inizio pandemia

Gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei 24 milioni di casi di Covid-19. Secondo il conteggio della Johns Hopkins University nel Paese sono ad ora 24.018.793 i contagi e 398.307 le vittime confermate dall'inizio della pandemia.

18 Gennaio 21:22 Pfizer ritarda ancora consegne del vaccino

Nuovo cambio di programma deciso unilateralmente da Pfizer nella consegna dei vaccini all'Italia: secondo quanto si apprende da fonti del Commissario Domenico Arcuri, la casa farmaceutica statunitense ha consegnato oggi nel nostro paese circa 48mila dosi delle 397mila previste per questa settimana, dopo il taglio di 165mila deciso venerdì. Domani ne arriveranno 53.820 e solo mercoledì le restanti 294.840. La comunicazione è stata data dalla Pfizer alle 17 agli uffici del Commissario spiegando che il ritardo è dovuto al nuovo piano di distribuzione per le prossime settimane. Un "ulteriore incredibile ritardo", così il commissario  Domenico Arcuri deplorando la decisione di Pfizer di ritardare la consegna delle dosi di vaccino all'Italia previste per questa settimana. Per far fronte alla nuova situazione domani ci sarà una riunione con le regioni, che hanno già scritto al commissario chiedendo in intervento, e una delle ipotesi sul tavolo è quella di mettere a punto una sorta di ‘meccanismo di solidarietà' in base al quale chi ha più dosi nei magazzini le cederebbe alle regioni che ne hanno meno e devono fare i richiami.

18 Gennaio 21:17 Casi Covid in aumento a Napoli, quasi 500 contagi in 3 giorni

Aumentano i casi di coronavirus a Napoli: sono 498 negli ultimi tre giorni, con 10 decessi. Stabili i ricoveri in ospedale. Numeri che confermano il lieve aumento della curva dei contagi in Campania, che oggi ha visto anche un incremento del rapporto di positività.

18 Gennaio 20:55 In Francia registrati ulteriori 404 morti covid

La Francia registra ulteriori 404 morti covid. Il dato è stato comunicato dal ministero della salute di Parigi e si riferisce ai dati accumulati in settimana. Nelle ultime 24 ore nel Paese invece segnalati altri 3.736 nuovi casi di infezione da coronavirus. Il totale cumulativo dei casi in Francia è ora pari a 2.914.725, il sesto più alto al mondo, mentre il bilancio delle vittime è di 70.687, il settimo più alto al mondo.

18 Gennaio 20:43 Contagi covid in risalita tra i detenuti delle carceri lombarde

Torna l’allarme Covid nelle carceri lombarde, sono in risalita i contagi tra i detenuti all’interno dei penitenziari del aLombardia. A certificarlo è il provveditore regionale Pietro Buffa che ha spiegato come il dato sia condizionato dai focolai riscontrati all’interno delle case circondariali di Bergamo, Busto Arsizio e Vigevano. A San Vittore sono 59 i detenuti positivi al Covid su 949 ospitati.

18 Gennaio 20:32 Nel Regno Unito record di 37.475 ricoverati covid e nell’ultima settimana il più alto numero di morti

Dopo settimane di crescita, la curva dei contagi da coronavirus si è finalmente bloccata  nel Regno Unito ma la pressione sul servizio sanitario resta pesantissima. Sono infatti salite a 37.435 le persone ricoverate in totale nel Regno Unito per Covid, probabilmente a causa dell'impatto della variante più aggressivamente contagiosa del coronavirus dilagata nelle scorse settimane e che rappresenta anche il  picco assoluto da inizio pandemia. Lo ha reso noto il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, durante il briefing con i consulenti medici del servizio sanitario nazionale. Hancock ha al contempo assicurato che il Paese “sta iniziando a uscire” dalla terza ondata di contagi grazie al lockdown. Un numero altissimo di ricoveri che inevitabilmente ha influito anche sui decessi visto che il Regno Unito ha registrato il più alto numero di morti per Covid nel mondo nella settimana fino al 17 gennaio con 16,5 morti per 1 milione di persone in media.

18 Gennaio 20:22 Locali aperti per protesta, a Milano multe ad attività e clienti per oltre 80.000 euro

Venti locali sanzionati, 200 persone multate e un totale di oltre 80mila euro di multe da pagare. Questo il bollettino della giornata di protesta civile indetto dai ristoratori nella sola Milano per lo scorso 15 gennaio con l'iniziativa #IoApro. Secondo quanto comunicato dalla Questura, le attività in questione rischiano anche la chiusura fino a un mese.

18 Gennaio 20:12 Miozzo: “Curva sotto controllo per effetto del Dpcm Natale”

Le regole anticontagio imposte per le festività natalizie dal Dpcm di Natale hanno dato i loro frutti con un abbassamento dei contagi, lo ha spiegato il coordinatore del comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo. "L’Italia sta lavorando bene, è un prezzo pesante quello pagato dai cittadini, abbiamo passato un periodo di vacanze invernali inusuale ma i risultati ci sono, sono evidenti non abbiamo avuto la curva che altri paesi hanno avuto, non abbiamo il numero delle vittime che altri paesi europei hanno avuto. Al momento sembra una curva sotto controllo anche se sotto controllo ci arriveremo solo con l’immunità di gregge” ha dichiarato Miozzo

18 Gennaio 19:59 Lo studio: a 7 giorni dalla seconda dose del vaccino anticorpi aumentano fino a 20 volte

Una settimana dopo la seconda dose di vaccino anti-Covid gli anticorpi diventano più alti, tra 6 e 20 volte rispetto alla prima dose. Lo indica un nuovo studio condotto all’Ospedale Sheba di Ramat Gan, vicino a Tel Aviv, secondo cui il dato riguarda il 98% del personale sanitario che ha completato la vaccinazione e che è stato oggetto di ricerca.

18 Gennaio 19:44 Richiesta di Letizia Moratti ad Arcuri: più vaccini alle regioni più ricche

La neo assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti ha chiesto al commissario straordinario per l'emergenza Domenico Arcuri di tenere in considerazione per la distribuzione dei vaccini anti Covid alcuni criteri, quali il contributo che le Regioni danno al Pil, mobilità, densità abitativa e zone più colpite dal virus. Stando anche alle prime indiscrezioni confermate a Fanpage.it anche dai capigruppo dell’opposizione in Regione, la richiesta sarà scritta nero su bianco in una lettera che sarà inviata ad Arcuri.

18 Gennaio 19:28 Guariti dal Covid immuni per almeno 6 mesi

Chi guarisce dal Covid è immune per almeno sei mesi secondo quanto emerge da uno studio pubblicato su Nature dal team di ricercatori della Rockefeller University di New York. Nonostante il livello di anticorpi cali nel tempo, alcune cellule immunitarie, chiamate linfociti B della memoria, continuano a proliferare e sono in grado di montare una risposta rapida e efficace in caso di riesposizione al virus, neutralizzando anche le varianti mutate.

18 Gennaio 19:09 In Spagna record di contagi nel fine settimana

La Spagna ha registrato un aumento record in infezioni da coronavirus nel fine settimana. Il numero di nuovi casi misurati negli ultimi 14 giorni è aumentato a 689 su 100mila persone, venerdì era pari a 575 su 100mila. Quasi 84.300 nuovi casi sono stati segnalati da venerdì, portando il totale a 2.336.451. Le vittime sono aumentate di 455 nello stesso periodo.

18 Gennaio 18:48 Sileri: “Vaccini prima a over-80 e poi pazienti fragili tra cui quelli oncologici”

"Anche in base alla disponibilità e all'arrivo delle dosi di vaccini, si procederà con la vaccinazione prima agli anziani over-80 e poi ai pazienti fragili, tra i quali quelli oncologici che sono tra i più fragili". Lo ha detto il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri, intervenuto all'incontro online organizzato dalla Fondazione Insieme contro il cancro. "Si comincerà probabilmente un po' più avanti rispetto agli inizi di febbraio – ha detto – perché si è anche in attesa dell'ok ad AstraZeneca, che consentirà di avere dosi ulteriori".

18 Gennaio 18:38 Esperti indipendenti: Oms e Cina avrebbero potuto agire più rapidamente

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e la Cina avrebbero potuto agire più rapidamente all'inizio della pandemia di Covid-19. Lo dice il Gruppo indipendente per la preparazione e la risposta pandemica (Ippr), organismo formato da esperti indipendenti nominato dal direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus a seguito di una risoluzione dell'Assemblea mondiale della sanità. Nel suo secondo rapporto, l'Ippr sostiene che "una valutazione della cronologia delle prime fasi dell'epidemia suggerisce che vi era la possibilità di agire più rapidamente con allarmi preventivi".

18 Gennaio 18:30 Pregliasco: “Per vedere un effetto sulla sanità ci vorrebbe 30% di vaccinati, siamo indietro”

"Per vedere un effetto sulla sanità pubblica ci vorrebbe il 30% di vaccinati, siamo indietro". Lo ha detto il virologo Fabrizio Pregliasco, ospite della trasmissione di Rai Radio1 ‘Un Giorno da Pecora'. "Questa terza ondata – aggiunge – speriamo sia solo un'onda, in questi ultimi giorni i parametri che ci preoccupavano ad inizio mese si sono un po' stabilizzati. Magari con le restrizioni riattivate, si potrà tenere a bada questo virus".

18 Gennaio 18:18 Solo 25 dosi di vaccino somministrate nei paesi poveri

Il 95% delle dosi di vaccino somministrate finora nel mondo sono state distribuite in appena 10 Paesi, quelli più ricchi e industrializzati, e nella corsa al vaccino ancora una volta rischiano di pagarne le conseguine maggiori i Paesi più poveri. A ricordarlo ancora una volta è stata l’Oms rivelando che ad oggi sono appena 25 le dosi somministrate nei paesi poveri rispetto alle 39 milioni di dosi già iniettate in quelli più ricchi.

18 Gennaio 18:09 Campania, aumentano i positivi a Mondragone: 33 nuovi casi nell’ex zona rossa

Risale la curva del contagio a Mondragone, ex zona rossa della Campania: si registrano +33 casi positivi, il totale sale a 205 casi attivi. Si tratta della città della provincia di Caserta con più casi attivi dopo Maddaloni (266) e una delle più colpite da inizio pandemia, superando i mille casi totali. Il rapporto di positività sale al 12,73% complessivo.

18 Gennaio 17:58 Regno Unito, 37.535 contagi e 599 morti: per la prima volta da giorni meno di 600 decessi e 40mila casi

Primi segnali di arretramento dell'ondata di contagi e di morti nel Regno Unito, alle prese da settimane con una variante più aggressiva del virus e da 15 giorni di nuovo in lockdown nazionale. Secondo i dati resi noti oggi, a margine del briefing di giornata a Downing Street affidato a Matt Hancock, ministro della Sanità del governo di Boris Johnson, i decessi sono scesi a 599, mentre i contagi – con un tasso di tamponi superiore stabilmente al mezzo milione quotidiano – si sono fermati a 37.535 dopo i picchi assoluti recenti di quasi 70.000; anche se su queste cifre potrebbe pesare qualche usuale ritardo statistico rispetto ai dati raccolti nel weekend. Il totale ufficiale dei morti dall'inizio della pandemia sfiora intanto ora i 90.000 nel Paese, secondo il conteggio che adotta gli stessi parametri degli altri maggiori Stati. "Iniziamo a vedere gli effetti" positivi delle misure restrittive del lockdown, ha commentato il professor Stephen Powis, direttore medico del servizio sanitario nazionale (Nhs) in Inghilterra, pur insistendo – come Hancock e come lo stesso Johnson – sulla necessità di non abbassare assolutamente la guardia. La pressione sugli ospedali dell'isola resta infatti al momento "senza precedenti" nella storia a causa dell'afflusso recente di ricoveri, ha avvertito Powis, ribadendo che "gli importanti progressi" nella campagna di vaccinazioni non potranno comunque produrre un impatto sulla diffusione complessiva della pandemia prima di "diversi mesi".

18 Gennaio 17:52 Disneyland Paris potrebbe riaprire il 2 aprile: chiuso per la pandemia dal 30 ottobre

Disneyland Paris potrebbe riaprire il 2 aprile "se le condizioni lo permetteranno". Lo ha annunciato su Twitter lo stesso parco divertimenti di Marne-la-Vallée, chiuso dal 30 ottobre dello scorso anno a causa della pandemia. Disneyland avrebbe dovuto riaprire inizialmente per le festività natalizie e poi il 13 febbraio, ma il livello dei contagi in Europa sconsiglia di allentare a breve termine le misure di confinamento. "Stiamo prendendo prenotazioni a partire da questa data (2 aprile, ndr). Visto il contesto, è probabile che cambi", ha specificato il parco.

18 Gennaio 17:47 Covid Lazio, 872 nuovi casi e 16 morti

Il bollettino della Regione Lazio registra 872 diagnosi nuovi casi di coronavirus su quasi 10mila tamponi processati. Nelle ultime 24 ore sono morte 16 persone e guarite 1021. I pazienti ricoverati in ospedale sono 2885 e quelli ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 315.

18 Gennaio 17:43 Cosa sappiamo sulla “variante tedesca” del coronavirus

Il vicedirettore di una clinica di Garmisch Partenkirchen, in Baviera, ha annunciato che 35 dei 73 pazienti positivi (tra i quali diversi operatori sanitari) al coronavirus SARS-CoV-2 sono stati infettati da una nuova variante. Al momento non si sa se sia più contagiosa o aggressiva; maggiori informazioni arriveranno alla fine del mese, quando saranno concluse le indagini genomiche. Qui spieghiamo cosa sappiamo finora di questa "variante tedesca" del Covid.

18 Gennaio 17:38 Come i tamponi antigenici rapidi influenzano il tasso di positività

Dal 15 gennaio per calcolare il tasso di positività quotidiano sono stati inclusi nel conteggio del Ministero della Salute anche i tamponi antigenici rapidi, caratterizzati da una sensibilità e una specificità inferiori rispetto ai tamponi molecolari. Dalla loro introduzione il tasso di positività si è praticamente dimezzato. Qui spieghiamo perché si tratta di un parametro che va sempre contestualizzato e non è un valore assoluto dell’andamento della pandemia.

18 Gennaio 17:31 Ritardi del vaccino, Fontana: “Ci teniamo dosi di scorta per i richiami”

“Il vaccino Pfizer necessita di un richiamo dopo 21 giorni, una seconda dose. Essendoci concrete possibilità di ritardi nelle forniture, mantenere una percentuale di dosi di sicurezza è fondamentale per essere certi di arrivare alla fase dei richiami con le dosi necessarie”. Lo dice il governatore della Lombardia Attilio Fontana in merito alla contestata percentuale di somministrazione delle dosi consegnate alla Regione in questa prima fase della campagna vaccinale.

18 Gennaio 17:24 Coronavirus Lombardia, 1.189 contagi e 45 morti

Il bollettino di oggi della Lombardia: sono stati segnalati 1.189 nuovi casi di Coronavirus e 54 morti, per un totale di 26.282 decessi ufficiali. Continua a crescere il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 435.509. Calano i ricoveri in ospedale (meno 57), così come il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: – 3.

18 Gennaio 17:19 Regno Unito, 4 milioni di vaccini: presto centri aperti h24

Apriranno entro fine gennaio i primi centri speciali per le vaccinazioni anti-Covid operative nel Regno Unito 24 ore su 24 e 7 giorni alla settimana secondo i voleri del premier Boris Johnson, deciso ad accelerare al massimo la campagna vaccinale di massa. Finora sono 4 milioni i vaccini somministrati nel Paese fra prima e seconda dose. Da oggi vaccino anche a over 70.

18 Gennaio 17:16 Il bollettino: +41 ricoveri in terapia intensiva in 24 ore, +127 ricoveri ordinari

Si contano +41 terapie intensive nelle ultime 24 ore e +127 ricoveri. Sono 158.674 i tamponi effettuati, tra tamponi molecolari e test rapidi. Si attesta al 9,83% il rapporto positivi/tamponi solo molecolari, al 5,56% il rapporto positivi/tamponi aggregati.

18 Gennaio 17:05 Bollettino Coronavirus: oggi 8.824 contagiati e 377 morti

Sono 8.824 i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Italia secondo il bollettino diffuso dal ministero della Salute e 377 i morti (totale 82.554). L'incremento dei guariti è di 14.763 unità. I casi attuali sono 547.058 (-6.316).

18 Gennaio 17:00 Vaccini in India, nei primi tre giorni nemmeno la metà degli aventi diritto si è presentata

È quasi flop per la campagna di vaccinazione in India, dove nei primi tre giorni nemmeno la metà degli aventi diritto si è presentata. Secondo i dati forniti oggi dal ministero alla Salute, la vaccinazione ha raggiunto un totale di 381.305 individui, mentre lo stesso premier Modi aveva parlato di 300mila nelle prime 48 ore. Secondo The Hindu, la media nazionale dei vaccinati si attesta sotto il 50 per cento di chi era atteso. Il ministro alla Salute di Delhi ieri sera ha detto in una conferenza stampa che meno della metà si era presentata e ha aggiunto che la capitale avrebbe da oggi raddoppiato i centri, da 81 a 175. Un analogo trend è stato registrato quasi ovunque: l'Andrha Pradesh ha vaccinato solo il 47,8% di chi si era registrato nei 308 centri dello stato; il Karnataka ha raggiunto una copertura del 58,4%. Forte declino, dopo il primo giorno, anche a Chennai. Le autorità parlano di una diffidenza diffusa: la vaccinazione non è obbligatoria e le persone stanno aspettando di vedere se ci saranno conseguenze negative. Il fenomeno colpisce maggiormente se si considera che i primi aventi diritto all'immunizzazione sono gli operatori sanitari. Per cercare di invertire il trend il ministro alla Salute ha modificato da oggi il profilo twitter aggiungendo la frase "il vaccino funziona". Secondo i dati della John Hopkins Univesity, l'India ha registrato finora 10.571.773 casi e 152.419 decessi.

18 Gennaio 16:52 Varianti Covid, l’esperto: “Nessuna sembra amplificare la patogenicità del virus”

"Le varianti e le mutazioni di SARS-CoV-2 attualmente in circolazione da un lato rappresentano una fonte di preoccupazione per via della più elevata capacità di trasmettersi tra gli individui, ma dall'altro dobbiamo ricordarci che la mutazione è un processo naturale degli agenti patogeni e che, sulla base delle conoscenze attuali, nessuna di queste varianti sembra amplificare la patogenicità del virus". Lo spiega all'AGI Antonio Mastino, microbiologo associato all'Istituto di farmacologia traslazionale del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ift) e docente di Microbiologia presso l'Università di Messina. "Sulla variante inglese c'è stato modo di condurre già alcune indagini e approfondimenti – dice l'esperto – mentre sulla variante brasiliana sappiamo ancora molto poco, ma sembra che il tipo di mutazioni interessi lo stesso sito di quella inglese e di quella sudafricana, per cui i primi dati suggeriscono che l'effetto principale sia quello di una maggiore capacità di legame con il recettore ACE-2". L'esperto ribadisce che, ai fini della sopravvivenza dell'agente patogeno, non sorprende che tendano a diventare dominanti le varianti più efficaci nella trasmissione. "L'aspetto positivo è che la natura tende a selezionare le mutazioni più efficaci per la sopravvivenza del virus, in un certo senso legata a quella dell'ospite. Una mutazione che provoca il decesso o il peggioramento delle condizioni dell'ospite in tempi troppo brevi non rappresenta un vantaggio per il virus, per cui è difficile che diventi dominante". Per quanto riguarda la variante brasiliana, il ricercatore sottolinea che sono ancora pochi i dati genetici e molecolari disponibili. "La maggiore letalità che emerge dai dati in Brasile potrebbe essere legata a una serie di fattori indipendenti dal ceppo – osserva il ricercatore – per cui sarà necessario proseguire gli studi e identificare quali elementi e in quale misura abbiano contribuito ad aggravare la situazione dei contagi". Per Mastino, sulla base delle considerazioni scientifiche attualmente disponibili, le varianti identificate finora dovrebbero essere comunque sensibili ai vaccini già  sviluppati e in corso di impiego. "Ovviamente l'efficacia delle campagne vaccinali è legata alla tempestività con cui vengono portate a termine – conclude – più è rapida l'immunizzazione generale della popolazione e minore è la probabilità che emergano varianti resistenti. Per questo è fondamentale mantenere alto il livello dell'attenzione e accelerare le tempistiche delle campagne di vaccinazione a livello globale".

18 Gennaio 16:38 Anziani morti dopo il vaccino in Norvegia, prudenza in attesa dell’indagine

C'è cautela dopo le morti di alcuni anziani in Norvegia in seguito alla somministrazione del vaccino anti-Covid di Pzifer/BionTech. Il bilancio è di 29 decessi. La Norvegia ha finora somministrato almeno una dose a circa 42mila persone, concentrandosi sulle categorie più vulnerabili al virus, compresi gli anziani. Fino a venerdì, il vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech era l’unico disponibile in Norvegia e “tutti i decessi sono quindi collegati a questo vaccino”, ha detto sabato l'Agenzia norvegese per i medicinali. “Finora sono stati accertati 13 morti, e siamo a conoscenza di altri 16 decessi che sono attualmente in fase di valutazione” si legge nel rapporto. Tutti i decessi riguardano “persone anziane con gravi disturbi di base” ha precisato l’ente regolatore, affermando che “il numero di incidenti fino ad ora non è allarmante e in linea con le aspettative”. Le autorità norvegesi hanno comunicato tuttavia che nei soggetti molto anziani e più malati “è possibile che gli effetti collaterali comuni e noti dei vaccini possano essere stati un fattore che ha contribuito a un decorso grave o a un esito fatale”. Pertanto, hanno chiesto più prudenza nel valutare le condizioni di chi riceve il vaccino.

18 Gennaio 16:21 Come prenotare il vaccino a Roma e nel Lazio per gli anziani

Da febbraio gli anziani over 80 del Lazio potranno prenotare la vaccinazione anti-Covid attraverso il medico di famiglia, attraverso un sito dedicato e una app (il sito sarà attivo dal 25 gennaio, ma la prima data disponibile sarà il primo febbraio) e, forse, anche direttamente negli uffici postali del territorio. Qui spieghiamo come funzionerà la prenotazione per effettuare il vaccino anti-Covid nel Lazio per gli anziani over 80.

18 Gennaio 15:55 In Abruzzo 107 nuovi contagi e 8 decessi  

In Abruzzo rispetto a ieri si registrano 107 nuovi casi di coronavirus, di cui 10 con età inferiore ai 19 anni. Si registrano anche 8 nuovi morti per un totale di 1.333. Due casi segnalati oggi si riferiscono ai giorni scorsi. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 26707 dimessi/guariti (+269 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei  dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11382 (-170 rispetto a ieri).

18 Gennaio 15:37 In Puglia 403 nuovi casi Covid e 26 decessi 

Oggi in Puglia sono stati registrati 3.065 test per l'infezione da Covid-19 e 403 casi positivi: 175 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 14 nella provincia di Barletta, Andria,Trani , 117 in provincia di Foggia, 62 in provincia di Lecce, 18 in provincia di Taranto; 4 casi di residenti fuori regione e uno di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati inoltre registrati 26 decessi: 13 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, uno in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.184.798 test, 51.443 sono i pazienti guariti e 55512 sono i casi attualmente positivi.

18 Gennaio 15:22 Zaia (Veneto): “Tagli vaccini Pfizer vergognosi, ora facciamo solo richiami”

"È vergognoso quello che sta accadendo sui vaccini. Non si può dare il piano di forniture, che si traduce in piano vaccinale con una programmazione, e poi le forniture vengono sospese del 53%. Se poi vado a vedere il taglio a livello nazionale vedo che ci sono regioni con tagli zero, altre con tagli moderati e altre regioni, come il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, l'Emilia Romagna che vengono letteralmente azzoppate". A dirlo il presidente del Veneto Luca Zaia nel corso del punto stampa. "Con i tagli decisi da Pfizer in Veneto non si vaccina più, facciamo solo richiami. Questa settimana seppur a fatica faremo i richiami, ma se la prossima non arrivano i vaccini è un disastro non riusciremo neppure a fare i richiami previsti per tutti", ha spiegato Zaia auspicando che "dopo la decisione della Pfizer di tagliare in maniera non lineare alle varie regioni le forniture di vaccino che ci sia una distribuzione solidale dei vaccini tra le regioni". E ancora: "Il commissario Arcuri mi ha riferito che la destinazione dei tagli ai vaccini è stata decisa dalla Pfizer, vorrei capire quale premio Nobel ha studiato questa redistribuzione, di tagliarci il 53% della fornitura, noi non abbiamo un contratto con Pfizer, quindi siamo parte lesa ma non controparte giuridica, stiamo comunque pensando di tutelarci, non so come ma lo faremo, lo sta studiando l'avvocatura regionale. Spero comunque chea livello nazionale si vada giù duri e pesanti a livello penale. Siamo molto arrabbiati, non si può mettere in discussione un servizio vitale per i cittadini". Secondo il presidente del Veneto, il governo deve andare a vedere il calo di forniture negli altri Paesi "perché se non ci fosse un calo sarebbe un problema di potere contrattuale dell'Italia".

18 Gennaio 15:06 Nessuna Regione per il momento diventerà zona bianca

Da domenica la mappa dell’Italia è tornata a essere divisa in tre diversi colori a seconda del rischio legato all’emergenza coronavirus. Secondo quanto stabilito dall’ultimo decreto del governo, oltre alla zona gialla, arancione e quella rossa è stata aggiunta anche la zona bianca. Ma per ora nessuna Regione italiana è "bianca". Si dovranno infatti registrare per tre settimane consecutive meno di 50 casi ogni 100 mila abitanti per entrarci, e i numeri degli ultimi bollettini ci dicono che nessuna Regione al momento rientra in questi parametri.

18 Gennaio 14:44 Le varianti Covid che preoccupano di più

Replicandosi negli ospiti, i virus mutano naturalmente dando vita a migliaia di lignaggi. Benché la maggior parte di essi non si discosti dal ceppo selvatico, alcuni accumulano mutazioni in grado di originare nuove varianti con caratteristiche virali specifiche.Qui spieghiamo quali sono le varianti di coronavirus in circolazione che preoccupano maggiormente esperti e istituzioni.

18 Gennaio 14:18 In Basilicata nel weekend 56 tamponi positivi su 701 analizzati

Sono 56 i tamponi positivi sui 701 analizzati in Basilicata fra sabato scorso e ieri: lo ha reso noto la task force regionale, precisando che 53 dei tamponi positivi appartengono a persone residenti in regione. Nei due giorni considerati sono morte altre due persone a causa del coronavirus (in totale sono 286), mentre altre 31 sono guarite (in totale sono 5.159 quelle che hanno superato la malattia. I lucani attualmente positivi sono 6.688, delle quali 6.598 sono in isolamento domiciliare. Negli ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 90 persone: sei (quattro a Potenza e due a Matera) sono in terapia intensiva. Dall'inizio dell'epidemia, in Basilicata sono stati analizzati 199.894 tamponi, 185.142 dei quali sono risultati negativi.

18 Gennaio 13:54 Iss, in un mese 14.014 nuovi contagi tra il personale sanitario

Sono 102.290 gli operatori sanitari contagiati dal Covid in Italia dall'inizio dell'epidemia, di cui 14.014 solo nell'ultimo mese. È quanto emerge dai dati della sorveglianza integrata dell'Istituto Superiore di Sanità, aggiornati al 16 gennaio. Nel complesso, sono 386.079 i nuovi casi registrati negli ultimi 30 giorni, sui 2.343.069 complessivi. L'età media è in leggera risalita a 47 anni. Tra il totale dei malati, il 12,2% ha tra 0 e 18 anni, il 43,1% 19-50 anni, il 28% 51-70 e il 16,7% ha più di 70 anni.

18 Gennaio 13:50 Coronavirus in Toscana, 345 contagi e 22 morti nelle ultime 24 ore

Sono 345 i positivi al Covid-19 in Toscana in più rispetto a ieri, su un totale, da inizio epidemia, pari a 128.197 unità. I nuovi casi sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 345 nuovi positivi odierni è di 49 anni circa. Sono stati eseguiti 5.057 tamponi molecolari e 1.837 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5% è risultato positivo. Sono invece 2.651 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 13% è risultato positivo. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 845 (29 in più rispetto a ieri, più 3,6%), 125 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri, più 5,9%). Oggi si registrano 22 nuovi decessi.

18 Gennaio 13:47 Covid Basilicata, oggi 7 nuovi contagi e un morto

Diminuiscono i contagi Covid in Basilicata. elle ultime 24 sono stati registrati 7 nuovi contagi, a fronte di appena 187 tamponi processati, a cui si aggiunge un solo decesso. Nella stessa giornata sono guarite 21 persone. Stabile il numero delle persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, 90 , di cui 6 in terapia intensiva.

18 Gennaio 13:30 La Norvegia verso l’allentamento delle misure anti contagio

La Norvegia si avvia verso l'allentamento di alcune delle restrizioni anti Covid dopo che le misure aggiuntive imposte due settimane fa hanno ottenuto gli effetti previsti. Lo ha comunicato la premier Erna Solberg parlando al parlamento, citata dal quotidiano The Guardian. "Abbiamo ancora il controllo sulle infezioni, ma la situazione può cambiare rapidamente", ha precisato.

18 Gennaio 13:23 Coronavirus in Veneto, 998 casi e 47 morti nelle ultime 24 ore

In calo in Veneto il numero dei nuovi positivi: ne sono stati registrati 998 nelle ultime 24 ore. 47, invece, i decessi, che fanno superare alla regione la quota di 8.000 vittime dall’inizio dell’epidemia. Lo riferisce il bollettino della Regione, confermando il rallentamento della curva dei positivi, in atto da un paio di settimane. Migliora anche la pressione sugli ospedali, ma solo per i ricoveri in area non critica, 2.661 (-54), mentre restano stabili, 354, le terapie intensive. Sulla questione taglio dei vaccini da parte di Pfizer il presidente Zaia ha sottolineato: "È vergognoso quel che sta accadendo. Non puoi fare un piano di forniture, che si traduce in un piano vaccinale, in appuntamenti fissati e in organizzazione, e che ci venga detto che vengono sospese forniture 53%. Cosi non funziona. Se vedo la distribuzione a livello nazionale, alcune regioni hanno tagli zero, altre ‘moderati', di certo non invasivi, e altre sono letteralmente azzoppate".

18 Gennaio 12:59 Emergenza Covid nel Regno Unito, un ricovero ogni 30 secondi

Simon Stevens, amministratore delegato del NHS (il servizio sanitario nazionale) inglese, ha reso noto che “dal giorno di Natale abbiamo visto un aumento di 15mila pazienti ricoverati negli ospedali di tutta l’Inghilterra. È l’equivalente di 30 ospedali pieni zeppi di pazienti affetti da Coronavirus. In altre parole ogni 30 secondi in tutto il paese una persona viene ricoverato con il Covid-19”. Intanto, da oggi in tutto il Regno Unito sono state introdotte nuove restrizioni: il governo ha chiuso tutti i corridoi di viaggio finora rimasti aperti con i paesi che presentavano bassi numeri di contagio. Ciò significa che chi arriverà dovrà stare in isolamento per dieci giorni, o potrà ridurlo a cinque giorni se deciderà di fare un secondo tampone a sue spese che dovrà comunque risultare negativo.

18 Gennaio 12:45 Conte: “Italia prima in Ue per i vaccini, continuiamo a lavorare”

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato che "l'Italia è la prima in Ue per vaccini. Per questo dobbiamo continuare a lavorare in attesa di sperimentare le nuove terapie monoclonali". Lo ha detto nel corso del suo discorso alla Camera prima del voto di fiducia di stasera. Il presidente del Consiglio ha anche aggiunto parlando delle vittime Covid: "Confesso un po’ di disagio nel dover spiegare ai cittadini che piangono i loro cari una crisi di governo per la quale non ravviso alcun plausibile fondamento". Ha poi concluso il suo intervento con un appello: "Per le sfide che attendono l'Italia servono la massima coesione possibile, il più ampio consenso in Parlamento. Servono un governo e forze parlamentari volenterose, consapevoli della delicatezza dei compiti. Capaci di sfuggire gli egoismi e l'utile personale. Aiutateci a riermaginare la crisi in atto. Cari cittadini, la fiducia deve essere reciproca, deve essere un qualcosa che si alimenta in maniera biunivoca. Avete offerto una risposta di grande responsabilità, state dimostrando di riporre grande fiducia nelle istituzioni. Confido che con il voto di oggi anche le istituzioni sappiano ripagare questa fiducia riparando il grave gesto di irresponsabilità" che ha prodotto questa crisi.

18 Gennaio 12:23 Conte alla Camera: “Pandemia sfida epocale, governo ha operato con massimo scrupolo”

La crisi di governo entra nel vivo. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sta tenendo il discorso alla Camera in cui ha parlato anche dell'emergenza sanitaria: "La pandemia è una sfida epocale, il governo ha operato con massimo scrupolo e ha dato prova di grande responsabilità. Tutte le nostre energie sono state a favore della lotta al virus. Con i ristori è stata creata una cintura sociale ed economica. Abbiamo posto le basi per la ripresa del Paese". Al termine dell'intervento del premier, seguirà il dibattito fino alle 15.30, alle 17 sono previste le repliche del premier e poi le dichiarazioni di voto e il voto di fiducia, atteso attorno alle 20.30. Conte ha aggiunto che "dall'opposizione con pandemia è stato fatto atto di responsabilità".

18 Gennaio 12:15 Variante inglese, il sindaco di Guardiagrele: “Boom di contagi dopo Natale, ma nessuno è stato all’estero”

"Al momento siamo a quota 111 contagi, sebbene da una settimana il dato si sia stabilizzato. Il boom di positivi è avvenuto a cavallo tra dicembre e gennaio, in concomitanza con le festività natalizie, ed è stato piuttosto circoscritto ai nuclei familiari, a differenza di quanto accaduto tra ottobre e novembre, quando il virus era sparso sul territorio. Nessuno di questi è tornato dall'estero o ha avuto contatti con gente che lo ha fatto, sarà un contagio di seconda mano, per questo non si riesce a trovare l'origine. In questo periodo, con la chiusura totale delle famiglie in quarantena, la diffusione si è calmata. Con lo screening di massa e le attenzioni se ne esce, sono fiducioso". Lo ha detto all'Adnkronos Donatello Di Prinzio, sindaco di Guardiagrele, il paese in provincia di Chieti dove la variante inglese del Coronavirus ha infettato 111 degli 8.800 abitanti.

18 Gennaio 12:07 Sileri: “Per la vaccinazione dei pazienti oncologici si aspetta anche l’ok ad AstraZeneca”

"La vaccinazione anti-Covid ai pazienti oncologici inizierà un po’ più avanti rispetto a febbraio, si aspetta anche l’ok al vaccino di AstraZeneca. La vaccinazione in Italia sta andando bene, ora c’è un problema con la consegna di alcune dosi in Italia, ma questo riguarda l’Europa intera. Ora le vaccinazioni proseguiranno per gli anziani e i pazienti fragili. Tra questi ultimi ci sono anche i pazienti oncologici, ma per loro saranno i medici che li seguono a decidere, non tutti possono seguire la tempistica già stabilita". È quanto ha sottolineato il vice ministero della Salute Pierpaolo Sileri, rispondendo alle domande durante la conferenza stampa online della Fondazione Insieme contro il cancro sui test genomici per la prevenzione del cancro al seno.

18 Gennaio 11:51 In Austria blocco prolungato fino al 7 febbraio e obbligo di uso di mascherine Ffp2

In scadenza il 24 gennaio, il blocco generale in vigore in Austria per contenere la pandemia di Coronavirus è stato prorogato fino al 7 febbraio. È quanto deciso ieri dal governo austriaco, insieme all'inasprimento delle restrizioni anticontagio. In particolare, il cancelliere Sebastian Kurz ha comunicato che, dal 25 gennaio, sarà obbligatorio indossare maschere di protezione Ffp2 non più soltanto nei negozi, ma anche a bordo dei mezzi pubblici. Inoltre, la distanza minima di sicurezza tra le persone verrà aumentata da uno a due metri. Tutte le aziende dovranno fare ricorso al lavoro da remoto. Le società di servizi, come i parrucchieri e i barbieri, dovrebbero essere in grado di riprendere le attività. Per il cancelliere austriaco, l'obiettivo rimane la riduzione significativa dei nuovi contagi giornalieri.

18 Gennaio 11:30 Johnson & Johnson annuncia: “Nostro vaccino a buon punto, pronto a fine marzo”

"Siamo a buon punto, abbiamo concluso gli studi clinici, i dati sono in fase di studio e siamo in attesa dei risultati: il vaccino dovrebbe arrivare entro fine marzo". Lo ha detto Massimo Scaccabarozzi, presidente della Fondazione Johnson & Johnson in merito al vaccino sviluppato dalla casa farmaceutica, aggiungendo che "ha il vantaggio di avere una sola somministrazione. È importate avere tanti vaccini", ha aggiunto.

18 Gennaio 11:25 Il presidente della Campania De Luca riceve la seconda dose del vaccino Pfizer

Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha ricevuto la seconda dose del vaccino anti Covid della Pfizer questa mattina, 18 gennaio, all'ospedale Cotugno di Napoli. La prima dose era stata somministrata il 27 dicembre, durante il V-Day, scelta da cui erano scaturite feroci polemiche essendo quella data riservata a medici e infermieri. A febbraio in Campania, prima regione in Italia per vaccini già distribuiti, la seconda fase della campagna vaccinale.

18 Gennaio 10:56 Vaccinato a Roma Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz: “Immagine di speranza per tutti”

"Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz, ha appena fatto il vaccino anti Covid insieme a sua moglie Selma". Lo ha reso noto il presidente del Lazio, Nicola Zingaretti, con tanto di foto dell'anziano condivisa sui propri profili social. "Nel Lazio abbiamo iniziato le vaccinazioni per gli over 80 anni – ha aggiunto il governatore -. Avanti così, un’immagine di fiducia e speranza per tutti". Sami Modiano è uno degli ultimi sopravvissuti del campo di sterminio, aveva 13 anni quando visse l'orrore di quel luogo di morte. Con lui e la moglie era presente anche la presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello.

18 Gennaio 10:47 Il virologo Crisanti in procura a Bergamo: “La mia consulenza pronta tra 30-40 giorni”

È arrivato anche il noto virologo Andrea Crisanti dell'Università di Padova in Procura a Bergamo per assistere, come consulente dei pm, all'audizione di Giuseppe Ruocco, l'ex dg della prevenzione è attuale segretario generale del ministero della Sanità, convocato per chiarire i motivi del mancato aggiornamento del piano pandemico. Alla domanda di quando avrebbe depositato la sua consulenza, ha risposto: "Ci vogliono ancora 30-40 giorni".

18 Gennaio 10:40 Crisi di governo, alle 12 Conte parla alla Camera: appello alla responsabilità

Procede la crisi di Governo: il presidente del Consiglio Giuseppe Conte alle 12 parlerà alla Camera e farà appello ai "responsabili" sottolineando l'importanza della ripartenza e del legame con l'Europa. Sui numeri restano molti interrogativi, anche alla Camera ma ancora di più al Senato dove i conti si faranno domani. Pd e M5s chiudono all'ipotesi di riportare IV nella maggioranza. Matteo Renzi si dice pronto a discutere "con chiunque, purché si mettano al centro le cose da fare".

18 Gennaio 10:23 In Francia cominciata la vaccinazione degli over 75

È cominciata questa mattina negli 833 centri ad hoc adibiti in Francia la vaccinazione per tutte le persone di oltre 75 anni al di fuori delle case di riposo e di quelle affette da malattie "ad alto rischio". Da giovedì scorso, i centralini per le prenotazioni sono stati presi d'assalto e in alcuni dipartimenti anche stamattina risulta impossibile prendere appuntamento per date più vicine di diverse settimane. Il ministro della Salute, Olivier Ve'ran, in visita a Grenoble, nel sud-est, ha confermato che "entro la fine del mese avremo ampiamente vaccinato un milione di persone", obiettivo dichiarato del governo.

18 Gennaio 10:19 Il Regno Unito verso i 4 milioni di vaccinati contro il Coronavirus

Nuovo record del Regno Unito, che oggi raggiungerà i 4 milioni di persone immunizzate contro il Coronavirus: l’obiettivo del governo è vaccinare tutta la popolazione adulta entro settembre, ma a questo ritmo, ben 140 punture al minuto, potrebbero riuscirsi già a fine giugno. Più di metà dei 2,8 milioni di ultra-ottantenni hanno già ricevuto la prima dose. Da oggi si parte con gli ultra-settantenni, che sono 4 milioni e mezzo, più un altro milione di persone vulnerabili.

18 Gennaio 10:12 Vaccino Covid in Italia, somministrate ad oggi 1.153.501 dosi

Sono 1.153.501 le vaccinazioni anti Covid effettuate in Italia, secondo gli ultimi dati pubblicati ieri in tarda serata dal Governo, pari all’81,9% del totale di 1.408.875 dosi consegnate. In testa la Campania con il 102,1% di somministrazioni (103.228) su 101.145 dosi consegnate (la Regione utilizza sei e non cinque dosi a fiala), seguita da Veneto (89% di 116.900 dosi consegnate) e Marche (88,6% delle 27.500 dosi consegnate). In coda ancora la Calabria (51.9% su 39.280 dosi), preceduta da Basilicata (57,3% su 13.755 dosi) e P.A. di Trento (66,9% su 15.700). La Lombardia si attesta a metà classifica con il 78,8% delle 234.645 dosi consegnate alla Regione. Oggi partono i richiami, mentre continuano le vaccinazioni nelle Rsa.

18 Gennaio 10:06 Coronavirus Usa, altri 174.513 casi nelle ultime 24 ore

Sono quasi 24 milioni le persone che negli Stati Uniti hanno contratto il Coronavirus. Lo riporta la Johns Hopkins University, affermando che con i 174.513 nuovi casi di coronavirus di ieri sono 23.936.773 i casi confermati, mentre i decessi sono saliti a 400mila.

18 Gennaio 09:43 Genazzani (Ema): “Ritardo consegna dosi di vaccino non è un problema”

"Il ritardo nella consegna delle dosi di vaccino non è in problema per il momento. Si tratta di confermare il piano: rimane sospesa la consegna di questa settimana che ha un po' rallentato il tutto anche perché 25mila dosi sono tante". Lo ha detto Armando Genazzani, direttore di Scienze del farmaco all'Upo di Novara, e rappresentante dell'Italia nel gruppo vaccini anti Covid di Ema, a SkyTg24.

18 Gennaio 09:37 Ricciardi: “Ci vorrebbe un Governo focalizzato su una situazione che è difficile”

Nel giorno in cui il premier Giuseppe Conte parlerà alla Camera per chiedere la fiducia, Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, Roberto Speranza, ha affermato ad Agorà su Rai3 che  questa fase della crisi Covid "ci vorrebbe un Governo focalizzato su una situazione che è difficile, perché le misure che noi abbiamo attivato a dicembre hanno limitato, ma non annullato, la curva epidemica. Hanno generato una sorta di plateau stabile, che ogni giorno continua a farci registrare migliaia di infetti e centinaia di morti. Ma la vera sfida è invertire questa curva epidemica. L'obiettivo, ricorda, è cercare di portare l'incidenza delle infezioni da Sars-CoV-2 "non voglio dire a zero, ma a quella soglia fatidica di 50 casi per 100mila che significherebbe la possibilità di convivere quasi normalmente" con il virus.

18 Gennaio 09:18 Focolaio di Coronavirus a St. Moritz, due hotel in quarantena

Le autorità sanitarie svizzere hanno messo in quarantena due hotel e chiuso tutte le scuole di sci a St. Moritz dopo la scoperta di un focolaio di una variante del coronavirus. Lo riporta il Guardian. Sono dodici i casi di Covid individuati finora nella cittadina, non è stato precisato se la variante che li ha contagiati sia quella britannica o quella sudafricana. Da domani inizieranno i test di massa sui 5.200 abitanti della popolare località sciistica, mentre ospiti e personale dei due alberghi saranno testati in giornata.

18 Gennaio 09:10 Al via da oggi in Russia la vaccinazione su larga scala con Sputnik V

Al via da oggi in Russia la vaccinazione di massa dei cittadini contro il Covid, come annunciato dal vicepremier Tatjana Golikova nel corso di un incontro con il presidente Vladimir Putin. La vaccinazione contro il Covid è iniziata in Russia il 15 dicembre, a partire dalle categorie professionali più esposte. Il farmaco finora utilizzato è lo Sputnik V, sviluppato dal Centro Gamaleya del ministero della Salute, con il finanziamento del Fondo per gli investimenti diretti. Intanto, nelle ultime 24 ore sono stati accertati 22.857 nuovi casi e 471 decessi provocati dalla malattia: lo riferisce il centro operativo nazionale anticoronavirus, secondo cui le zone con più nuovi positivi sono Mosca, con 3.679 contagi accertati nel corso dell'ultima giornata, San Pietroburgo con 3.287, e la regione di Mosca con 1.381.

18 Gennaio 09:06 L’immunologa Viola: “Aziende italiane aiutino a produrre vaccini, non corretto attaccare Pfizer”

"Non è corretto attaccare Pfizer per l’annuncio del ritardo nella distribuzione di vaccini anti-Covid, se è funzionale a migliorare il processo produttivo. Piuttosto, lancio una proposta: non sarebbe bene se le aziende italiane in grado di produrre vaccini facessero accordi con Pfizer e Moderna per aumentare la produzione?". È questa la proposta lanciata da Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova, che si unisce ai diversi esperti che in queste ore stanno lanciando al nostro Paese lo stesso invito: contribuire alla produzione di dosi-scudo, facendo la propria parte nell’ambito di un’alleanza internazionale per ottimizzare i tempi della profilassi.

18 Gennaio 08:48 In Germania 7.141 contagi e 214 morti Covid in 24 ore

Il numero di casi confermati di coronavirus in Germania nelle ultime 24 ore è stato di 7.141 positivi. Lo rende noto il Robert Koch Institute (Rki), l’agenzia governativa incaricata dal governo di Berlino di monitorare l’andamento del virus nel Paese, aggiornando a 2.040.659 il totale delle persone contagiate. 214 sono invece i decessi di ieri, che portano il bilancio totale a quota 46.633.

18 Gennaio 08:30 Galli (Sacco): “Urgente vaccinazione di massa, bisogna impedire al virus di mutare”

"Per quanto possibile, è urgente una vaccinazione di massa e veloce che riduca il tempo a disposizione del virus per mutare. Questa è la dimostrazione che l'immunità di gregge naturale, a cui qualcuno aveva creduto, non funziona. Anzi: lasciare circolare il virus liberamente è pericoloso perché a Manaus di fatto ha trovato il modo di infettare anche chi era già stato positivo". Lo dice in un'intervista a Il Messaggero Massimo Galli, direttore di Malattie Infettive dell'Ospedale Sacco di Milano. Per questo motivo serve una vaccinazione che "più compatta è nel tempo e più è efficace, però bisogna avere a disposizione, in una unità di tempo limitata, una grande quantità di vaccini. Non è quello che sta avvenendo. Questo è l'elemento di preoccupazione avanzato quando ci veniva detto che non sarebbero servite chiusure rigorose. Ci ripetevano: vedrete, arriverà il vaccino. E rispondevamo: no, attenzione, perché la vaccinazione avrà i suoi tempi. Le nostre previsioni si stanno avverando".

18 Gennaio 08:26 Il virologo Fauci: “Attenzione alle nuove varianti, quella del Sud Africa è più grave dell’inglese”

Le varianti inglese e sudafricana del coronavirus "vanno considerate seriamente". Lo ha detto il virologo Anthony S. Fauci, membro della task force anti-coronavirus della Casa Bianca intervenendo ieri sera a Che tempo che fa, su Rai3, sull'efficacia del vaccino sulle nuove varianti emerse. "In prima battuta sappiamo che la variante inglese, che è già arrivata negli Stati Uniti – precisa il virologo -, aumenta la trasmissibilità del virus e quando succede una cosa di questo genere sicuramente aumentano le infezioni, i ricoveri ospedalieri e i decessi. Una cosa che stiamo monitorando molto attentamente è l'impatto a livello di protezione indotta dal vaccino: magari non pensiamo che sia completamente risolta, può magari diminuire, ma siamo sicuramente dentro la gamma di protezione. Le mutazioni sono da seguire molto attentamente perché non evolvano in un modo tale per cui il vaccino non protegga più, per questo prendiamo questo problema molto seriamente. Sembra che la variante sudafricana sia decisamente più grave rispetto a quella del Regno Unito, e si trova sia in Sud Africa che in Brasile".

18 Gennaio 08:11 Venezia, Jacopo muore per Covid a 35 anni a 5 giorni di distanza dalla mamma

Tragedia nel Venezia, dove una donna e suo figlio sono morti causa Covid a cinque giorni di distanza l'una dall'altro. È successo a Cavallino-Treporti, poco fuori Venezia, che piange Jacopo Zanella, 35enne morto venerdì sera per Covid, a 5 giorni di distanza dalla mamma Mariella Lazzarini, 65. Entrambi erano ricoverati al covid hospital di Jesolo, poi si sono progressivamente aggravati. In ospedale, per lo stesso virus, anche il padre e marito, Giorgio Zanella.

18 Gennaio 08:07 In quali regioni oggi tornano a scuola gli studenti delle superiori

Oggi, lunedì 18 gennaio, solo in quattro regioni italiane gli studenti delle superiori torneranno in classe: si tratta di Lazio, Molise, Piemonte ed Emilia Romagna. Si sarebbe dovuti rientrare in aula anche in Lombardia e Sicilia, ma essendo state dichiarate zona rossa, le superiori continueranno con la didattica a distanza. Tutte le altre hanno confermato il rinvio.

18 Gennaio 07:59 Coronavirus in Sicilia, il sindaco di Palermo: “Zona rossa vana, serve lockdown totale”

"Io chiedo un lockdown totale di due settimane, che permetta davvero di combattere il contagio e allo stesso tempo permetta davvero a chi ha diritto di poter chiedere adeguati aiuti economici. Con queste mezze misure rosa pallido rischiamo di avere altri mesi e mesi di agonia, rischiamo di arrivare all'estate in questa situazione di assoluta incertezza". È quanto ha dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, annunciando anche il "divieto di stazionamento" davanti alle scuole dove oggi ripartono le lezioni in presenza: primaria e prima media. Ieri è scattata la zona rossa in Sicilia, ma non è una misura sufficiente per il primo cittadino, presidente regionale dell'Anci.

18 Gennaio 07:44 In Cina oltre 100 contagi per il sesto giorno consecutivo: paura a Pechino

La Cina supera ancora i cento contagi di Covid-19 per il sesto giorno consecutivo, arrivando a quota 109 casi accertati, con 93 infezioni sviluppatesi localmente. Secondo l'ultimo bollettino emesso dalla Commissione Nazionale per la Sanità, i nuovi contagi si registrano soprattutto nella provincia dello Hebei che confina con Pechino (54) e nella provincia nord-orientale del Jilin (30). I nuovi focolai, e soprattutto quello dello Hebei, preoccupano le autorità cinesi che la settimana scorsa hanno messo circa trenta milioni di persone in lockdown. Dall'inizio dell'epidemia, sono 88.336 i contagi confermati in Cina, mentre il numero di decessi è salito la settimana scorsa per la prima volta in otto mesi di una unità, a quota 4.635.

18 Gennaio 07:35 Miozzo (Cts): “Le scuole devono riaprire, a rischio il futuro dei ragazzi”

"Un’intera generazione di giovani si affacceranno al mercato del lavoro con un buco di apprendimento e di esperienza devastanti che peserà sul loro futuro. In molti Paesi dell’Ue le scuole sono rimaste aperte, a parte brevi periodi di lockdown. E non sono stati imposti gli obblighi da noi adottati: distanziamento, banchi monoposto, distribuzione gratuita di gel e mascherina. Bisogna riaprire". Così Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, in una intervista al Corriere della Sera sul ritorno a scuola degli studenti, che oggi è in programma in altre quattro regioni italiane. "Le restrizioni imposte nel periodo natalizio – ha aggiunto – sembrerebbero aver avuto qualche effetto di contenimento. Auspichiamo che le misure previste per le prossime settimane raffreddino la curva soprattutto pensando alla campagna vaccinale in corso. Uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità conferma che le scuole vanno considerate ambienti relativamente sicuri se vengono rispettate le precauzioni indicate dai protocolli. Il loro contributo all’accelerazione dei casi è limitato. Vanno valutate le conseguenze gravi nel tenerle chiuse, aggiungo io".

18 Gennaio 07:20 Covid in Giappone, record di ricoveri in ospedale: “Rispettate le regole”

Aumentano a livelli record in Giappone i pazienti positivi al Covid ricoverati in ospedale, le cui condizioni sono giudicate gravi. Il totale, a quota 970, segue le oltre 5.700 positività registrate ieri e i quasi 1.600 casi nella capitale. In un'intervista all'emittente pubblica Nhk, il ministro in carica per la gestione sanitaria, Yasutoshi Nishimura, ha esortato la popolazione a ridurre le uscite e chiesto alle aziende di rendere possibile per un maggior numero di dipendenti di lavorare da casa, per scongiurare un'estensione delle restrizioni attualmente in corso. A Tokyo e nelle tre prefetture adiacenti, Chiba, Kanagawa e Saitama, sono stati aggiornati i record per una domenica portando la somma complessiva nella metropoli a 85.470.

18 Gennaio 07:16 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 18 gennaio 2021

Continua in Italia e nel mondo l'emergenza Coronavirus. Nel nostro Paese secondo il bollettino di ieri sono stati registrati 2.415 contagi per un totale di 211.078 tamponi effettuati e 377 morti. Il tasso di positività è del 5,9%. La Regione che fa registrare più casi su base giornaliera è la Lombardia seguita da Sicilia ed Emilia Romagna. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

Lombardia: + 1.603

Veneto: +1.369

Piemonte: +495

Campania: +891

Emilia Romagna: +1.437

Lazio: +1.243

Toscana: +406

Sicilia: +1.439

Puglia: +908

Liguria: +228

Friuli Venezia Giulia: +385

Marche: +440

Abruzzo: +285

Sardegna: +202

P.A. Bolzano: +308

Umbria: +153

Calabria: +351

P.A. Trento: +135

Basilicata: +49

Valle d'Aosta: +18

Molise: +70

Da oggi molte regioni cambiano colore: in 12 diventano arancioni, mentre Alto Adige, Sicilia e Lombardia passano in zona rossa. Gli studenti delle scuole superiori torneranno oggi a scuola nella misura del 50% e fino al 75% come previsto dal Dpcm del 14 gennaio. Il Comitato tecnico scientifico, riunito ieri d'urgenza, ha dato il suo assenso precisando che, se qualche presidente di regione decidesse diversamente, "se ne assume la responsabilità". Prosegue la campagna di vaccinazione, nonostante il taglio delle dosi effettuato da Pfizer: al momento sono 1.153.501 i cittadini vaccinati.

Nel mondo sono stati superati i 95 milioni di contagi, oltre due milioni i decessi. La Gran Bretagna stringe ulteriormente le norme per l'ingresso nel Paese, ma a preoccupare è anche la variante brasiliana: il ministro Speranza ha firmato una ordinanza che blocca i voli in partenza dal Brasile e vieta l’ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni vi è transitato. Negli Stati Uniti superati i 400mila morti, mentre in Brasile oltre mille ieri per il quinto giorno consecutivo. In Giappone record di ricoveri.