12 Gennaio 23:20 Coronavirus, Ilaria Capua: “La pandemia non finirà prima del 2023”

"La fine della pandemia? Non arriverà prima del 2023″, a dirlo è la virologia Ilaria Capua che ha spiegato quale potrebbe essere lo scenario dei prossimi tre anni per il nostro paese e non solo, sottolineando l'importanza della campagna di vaccinazione. “Se gestiremo bene la campagna di vaccinazione credo che per tutto il 2021 potremo continuare ad abbassare il numero di focolai – ha spiegato Capua che è intervenuta questa nella trasmissione “Di martedì”, in onda su La7 – nel 2022 la popolazione sarà vaccinata e ci saranno molte meno mascherine. Ma non credo che prima del 2023 ci possa essere un liberi tutti”.

12 Gennaio 21:59 Vaccini, sottosegretaria Zampa: “Arriveremo a 500mila al giorno, ma oggi mancano le dosi”

La sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, intervenendo a Porta a Porta, ha parlato delle difficoltà della campagna vaccinale contro il Covid-19: “I problemi che abbiamo non hanno a che fare con l'organizzazione – ha spiegato. Abbiamo le persone, avremo i luoghi, la macchina organizzativa funzionerà. Quando anche i medici di medicina generale cominceranno a fare le somministrazioni si potrà arrivare e a 500mila dosi al giorno. In questo momento il vero collo di bottiglia è dato dalla disponibiltà delle dosi di vaccino".

12 Gennaio 21:42 Vaccino, Locatelli: “Ecco perché bisogna rispettare gli intervalli tra le due dosi”

Intervenendo alla trasmissione Porta a Porta, il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Cts si è dichiarato contrario all'ipotesi che le dosi disponibili di vaccino siano usate per l'inoculazione a più persone possibili: “Gli studi che hanno portato alla registrazione e all'approvazione dei vaccini sono stati basati su un intervallo tra le due somministrazioni di 21 giorni per il vaccino di Pfizer e di 28 per quello di Moderna. Anche Fda si è chiaramente espressa per il rispetto di questo intervallo temporale e altrettanto ha fatto Anthony Fauci che come sappiamo è virologo di riferimento internazionale. Personalmente rimarrei assolutamente e stringentemente legato agli intervalli che hanno portato all'approvazione".

12 Gennaio 21:03 Vaccino anti-Covid, in Italia vaccinate finora 752.608 persone

Ad oggi martedì 12 gennaio sono 752.608 le persone vaccinate in Italia. Sono state dunque somministrate il 75,8 per cento delle 993.525 dosi finora consegnate al nostro paese di vaccino Pfizer-BionTech. La Regione che, in rapporto alle fiale ricevute, sta facendo registrare i numeri più alti è la Val D’Aosta con il 99,9 per cento delle vaccinazioni eseguite. I dati, aggiornati alle 18.50 di oggi, vengono comunicati nel bollettino pubblicato sul sito della Presidenza del Consiglio.

12 Gennaio 20:53 Piste da sci, venerdì le indicazioni del Cts su riapertura impianti

Potrebbero arrivare venerdì le indicazioni del Comitato tecnico scientifico del Governo in merito all'apertura delle piste da sci. Quest'oggi infatti è stato esaminato anche se parzialmente il protocollo della Conferenza delle Regioni e delle Province ricevuto nella seduta odierna. Si tratta di un protocollo e delle linee guida in merito all'utilizzo degli impianti di risalita nei comprensori sciistici durante la pandemia di Covid. La Conferenza delle Regioni, in vista di un nuovo rinvio dell'apertura degli impianti, ha chiesto al Governo "di assumere un impegno serio nei confronti di questo settore, garantendo ristori certi, immediati e proporzionati alle perdite subite".

12 Gennaio 20:36 Covid Francia, nelle ultime 24 ore registrati 19.753 casi e 362 morti

Sono 362 i decessi e 19.753 i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore in Francia. Sono questi i dati riportati dalle autorità sanitarie locali: il bilancio totale dei morti dall'inizio della pandemia nel Paese sale così a 68.802 mentre dall'inizio dell'emergenza sono state contagiate ufficialmente più di 2,8 milioni di persone. Intanto è di quest'oggi l'indiscrezione secondo cui il governo francese potrebbe applicare un coprifuoco anticipato di due ore, alle 18, su tutto il territorio per fermare la trasmissione del Coronavirus: la decisione potrebbe arrivare già domani ed essere annunciata in modo ufficiale il 14 gennaio.

12 Gennaio 19:50 Germania, registrato primo caso mutazione Sudafrica

La mutazione del Covid proveniente dal Sudafrica è stata rilevata per la prima volta in Germania nel Baden-Wuerttemberg. Lo ha reso noto il ministero della Salute locale, secondo quanto riportano alcuni media tedeschi fra cui NTV. Il contagio è stato registrato in una famiglia rientrata il 13 dicembre da un lungo soggiorno nello stato africano. Il laboratorio dello Charité ha confermato ieri la presenza del virus mutato.

12 Gennaio 19:22 Farmindustria: “Su richiamo vaccino rispettare le regole”

Sul vaccino e i tempi del richiamo "si devono rispettare le regole dettate dalle autorità regolatorie. Se un farmaco è stato autorizzato per essere usato in un certo modo, va fatto così perchè dietro ci sono studi clinici. Bisogna affidarsi a Ema e Aifa che tutelano la nostra salute e seguire pedissequamente le regole". Lo ha detto all'ANSA il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi. "Nessuno si può sostituire alla ricerca – ha aggiunto – magari fare il richiamo più in là nel tempo funziona, ma adesso non c'è garanzia, non c'è prova".

12 Gennaio 19:13 Stati Uniti chiederanno a tutti i passeggeri aerei test negativo al Covid

Gli Stati Uniti richiederanno a tutti i passeggeri di compagnie aeree internazionali di mostrare il risultato negativo di un test per il Covid-19 prima di potersi imbarcarsi sui voli per il Paese. Lo riporta il Wall Street Journal, citando fonti a conoscenza della questione, secondo le qualo la misura dovrebbe entrare in vigore il 26 gennaio. I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, secondo il giornale, dovrebbero annunciare il provvedimento nelle prossime ore, dopo settimane di discussioni tra le agenzie federali e la task force anti coronavirus della Casa Bianca

12 Gennaio 19:06  Carceri, in aumento i casi Covid

Sono 624 (di cui 22 nuovi giunti) i detenuti attualmente positivi al Covid-19, su un totale di presenze in carcere pari a 52.404. Un dato in netto aumento rispetto a quello – 537 positivi – registrato sabato scorso. È quanto emerge dal report del ministero della Giustizia, pubblicato oggi con dati aggiornati a ieri sera. Dei 624 detenuti positivi, 587 sono asintomatici, mentre 11 sintomatici sono gestiti all’interno degli istituti di pena, e 26, invece, sono ricoverati in ospedale. Per quanto riguarda gli agenti penitenziari, su un totale di 36.939 unità in servizio, i positivi al coronavirus sono 647, di cui 622 in quarantena nelle loro case, 11 in caserma, e 14 ricoverati. Infine, tra il personale amministrativo e dirigenziale dell’Amministrazione penitenziaria, su 4.021 dipendenti i positivi al Covid risultano essere 61: soltanto uno è ricoverato.

12 Gennaio 18:47 Israele, 2 milioni di persone vaccinate: quasi 1/4 del Paese

Con la vaccinazione dell'insegnante Etty Shemesh ad Ashdod, Israele ha raggiunto quota 2 milioni di persone immunizzate con la prima dose anticovid. Lo riporta il Jerusalem Post. All'evento hanno partecipato il premier Benyamin Netanyahu e il ministro della sanità Yuli Edelstein. Se tutto va bene Israele – ha osservato il premier – riaprirà la sua economia a marzo. Poi ha detto di aver sentito che in Europa si parla di tenere chiuso fino ad aprile: "non noi, a patto – ha sottolineato – di vaccinare e di mantenere le regole". Infine ha annunciato che da domani o dopodomani il numero giornaliero di vaccinazioni arriverà a 170mila.

12 Gennaio 18:33 Lo studio: “In Italia nella seconda ondata contagi otto volte superiori alla prima”

Gli italiani interessati dalla seconda ondata di contagi da Covid-19 sono stati otto volte più di quelli della prima, a parità di giorni presi in esame (109). I morti della prima ondata sono stati 34.167, mentre della seconda 38.549. È quanto emerso dal Focus dell’Instant Report Covid-19 – una iniziativa dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari dell’Università Cattolica.

12 Gennaio 18:05 La variante giapponese è quella che fa più paura: ecco perché

Oltre a condividere con la variante inglese la mutazione N501Y che preoccupa per una maggiore infettività, il ceppo isolato a Tokyo in quattro viaggiatori provenienti dal Brasile presenta la mutazione E484K segnalata anche nella variante sudafricana, per cui si teme che possa resistere agli anticorpi indotti dall’infezione del virus originario. Oltre a ciò, la nuova variante presenta un numero più alto di mutazioni a livello della proteina Spike, ben 12 rispetto alle 9 del ceppo inglese e 8 di quello sudafricano.

12 Gennaio 17:40 In Abruzzo decine di casi da varianti del Covid

Diverse decine di casi di Covid-19 dovuti a sospette varianti del Coronavirus sono state accertate in Abruzzo. Sui campioni, inviati all'Istituto Superiore di Sanità, sono in corso accertamenti. Alcuni dei casi in questione sarebbero compatibili con la cosiddetta variante inglese. Si tratta, secondo quanto apprende l'ANSA, di soggetti risultati positivi nel dicembre 2020. Il primo caso compatibile con la variante inglese, nel Chietino, risale infatti al 10 dicembre. Due i laboratori abruzzesi individuati per sequenziare il virus: quello di Genetica molecolare dell'Università di Chieti e l'Istituto Zooprofilattico di Teramo.

12 Gennaio 17:29 Coronavirus Lombardia, oggi 1.146 nuovi casi e 54 decessi

In Lombardia sono stati segnalati 1.146 nuovi casi di Coronavirus e 54 morti, per un totale di 25.903 decessi ufficiali. Continua a crescere il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 423.074. Aumentano di 119 unità i ricoveri in ospedale, per un totale di 3.641. Aumenta leggermente anche il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: più 4, 466 in totale. Ecco il bollettino con i dati di oggi, martedì 12 gennaio sui contagi Covid forniti dalla Regione Lombardia.

12 Gennaio 17:09 Il bollettino di oggi: oltre 14mila nuovi casi, -6 terapie intensive, +109 ricoveri

Sono 14.242 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore (ieri erano invece stati 12.532). È quanto emerge dai dati del bollettino di oggi, martedì 12 gennaio, diramato dal ministero della Salute e riguardante la situazione epidemiologica nel nostro Paese. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 616. Sono 6 in meno i pazienti in terapia intensiva per il Covid-19 in italia nelle ultime 24 ore, nel saldo tra ingressi e uscite, secondo i dati del ministero della Salute. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 196, portando il totale a 2.636. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono aumentati di 109 unità, portando il totale a 23.712. In isolamento domiciliare ci sono 543.692 persone, 6.042 in meno di ieri.

12 Gennaio 16:46 Casi record in Spagna, 61.422 nel fine settimana

Il ministero della Salute spagnolo ha segnalato 61.422 casi di Covid tra venerdì e ieri. E' il dato più alto registrato nel fine settimana dall'inizio della pandemia, riporta El Pais. I nuovi decessi sono 401. "Stanno arrivando settimane complicate", ha ammonito il direttore del Centro di coordinamento per gli allarmi sanitari e le emergenze Fernando Simon. "Nei prossimi giorni – ha spiegato – si prevede un aumento dell'incidenza" che si attesta già a 436 casi ogni 100 mila abitanti in sostanziale aumento rispetto ai 350 di tre giorni fa.

12 Gennaio 16:42 Bonaccini: “Nuovo parametro zona rossa? Non è sul tavolo”

"Quella proposta non è stata sostenuta dal ministro della Salute in primis. Si rischia di penalizzare chi fa più tamponi. Questa ipotesi non è sul tavolo": lo ha ribadito il presidente dell'Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, riferendosi alla proposta avanzata dall'Istituto superiore di Sanità sulla zona rossa che scatta in automatico con 250 casi Covid ogni 100mila abitanti. Il governatore ospite di Tagada su La7 ha confermato che giovedì mattina ci sarà un nuovo incontro tra governo e presidenti di Regione per definire i contenuti del prossimo Dpcm.

12 Gennaio 16:28 Ippolito: “Mancanza vaccini vero collo di bottiglia”

"Penso che sia fondamentale, soprattutto nella prima fase della campagna vaccinale, nella quale occorrerà immunizzare le persone molto anziane, avere una capacità elevata di portare la vaccinazione a domicilio. Anche coinvolgere attivamente le reti dei medici di famiglia e delle farmacie può essere utile, soprattutto quando ci sarà maggiore disponibilità di vaccini". A dirlo, all'Adnkronos Salute, Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani di Roma, secondo cui questi elementi potrebbero migliorare l'organizzazione della campagna vaccinale. Attualmente, continua Ippolito, "il vero collo di bottiglia è la mancanza di vaccini: oggi i vaccini disponibili sono soltanto Moderna e Pfizer. Viene riportato che entro fine mese potrebbe essere approvato anche quello AstraZeneca: aspettiamo e speriamo, ma non è certo facendo pressioni sulle agenzie regolatorie che si risolve il problema, anzi si rischia di aumentare il numero degli indecisi che potrebbero pensare che si facciano le cose in fretta trascurando la sicurezza".

12 Gennaio 16:10 Comitato tecnico scientifico: “Prorogare stato emergenza fino al 31 luglio”

Prorogare lo stato di emergenza per il coronavirus fino al 31 luglio. E' l'indicazione, a quanto apprende l'Adnkronos, emersa nel corso della riunione del Comitato tecnico scientifico di oggi.

12 Gennaio 16:03 Arcuri: “Strada per immunità di gregge ancora lunga, non abbassare la guardia”

“Ci auguriamo tutti che entro la fine di gennaio l’Ema autorizzi anche il vaccino di AstraZeneca, ma la strada per arrivare all’immunità di gregge è ancora lunga e impone a tutti di non abbassare la guardia sulle misure di contenimento del virus”. Lo afferma il commissario straordinario Domenico Arcuri in una nota dell’Istituto superiore di sanità, dove oggi sono giunte le prime 47mila dosi del vaccino anti-Covid Moderna. “Dopo quasi un anno di buio”, ha affermato Arcuri, “cominciamo finalmente a intravedere un pò di luce in fondo al tunnel. L’arrivo del vaccino di Moderna dopo quello di Pfizer è un’altra bella notizia che ci consente di proseguire la campagna di vaccinazione, per la quale l’Italia è al primo posto in Europa”

12 Gennaio 15:54 Regno Unito, in vigore da venerdì obbligo test per viaggi

Scatta da venerdì l'obbligo di tampone Covid negativo per tutti coloro che viaggeranno o rientreranno dall'estero a Londra come in qualsiasi altra località dell'Inghilterra, sia che si tratti di stranieri sia di cittadini del Regno. L'indicazione, annunciata la settimana scorsa da Grant Shapps, ministro dei Trasporti del governo di Boris Johnson, prevede che il test debba essere eseguito dai viaggiatori entro 72 ore dal loro arrivo sull'isola, quale che sia il Paese di provenienza. Con una multa da 500 sterline per chiunque non fosse in grado di dimostrare di averlo sostenuto con esito negativo. Rimangono inoltre parallelamente in vigore tanto l'obbligo di isolarsi comunque per 10 giorni in casa dopo l'arrivo (anche senza sintomi di sorta, salvo la scarna lista dei Paesi esentati fra cui l'Italia non è compresa); quanto quello di compilare un modulo di autocertificazione prima del viaggio ritracciabile online presso il sito del governo di Londra. La decisione è stata motivata con la necessità di frenare i rischi di "riammissione" del virus dall'estero mentre il Regno Unito sta cercando di riportare sotto controllo una nuova impennata di contagi interni alimentati da una variante più virulenta dell'infezione. Un provvedimento identico è stato confermato anche dal governo locale della Scozia e preannunciato da quelli di Galles Irlanda del Nord – competenti sulla materia in forza della devoluzione – in relazione a chiunque viaggi direttamente dall'estero verso quei territori del Regno.

12 Gennaio 15:54 Due deputate americane positive al Covid dopo gli scontri di Capitol Hill

Sono diventate due le deputate statunitensi ad aver contratto il Covid nel corso dell'assalto al Congresso. Alla democratica Bonnie Watson Coleman, che aveva annunciato la sua positività via Twitter, si è aggiunta la collega di partito Pramila Jayapal, la quale ha spiegato di essere "rimasta chiusa in una stanza del Campidoglio dove diversi repubblicani non solo si sono rifiutati di indossare una mascherina, ma hanno anche deriso i colleghi e lo staff che gliene offrivano una". Nel suo tweet, Coleman aveva spiegato di aver deciso di fare un test di ricerca del virus dopo essere rimasta anche lei al riparo con altri colleghi che avevano rifiutato di mettere la mascherina.

12 Gennaio 15:47 Il Papa emerito Benedetto XVI sarà vaccinato

Anche il Papa emerito Benedetto XVI sarà vaccinato. Non solo quindi Papa Francesco, che lo aveva affermato durante un'intervista a Mediaset. Secondo monsignor Georg Gaenswein, segretario di Ratzinger, "non appena il vaccino sarà disponibile", si sottoporranno alla vaccinazione, oltre a Benedetto XVI, anche lui e tutta la "famiglia del monastero Mater Ecclesiae". Lo rende noto l'agenzia cattolica Cna.

12 Gennaio 15:24 Brusaferro: “Sfida epocale, portare vaccino a tutti i cittadini”

"Appena un anno fa questo virus era sostanzialmente sconosciuto, e ora abbiamo già due vaccini approvati, con la prospettiva a breve che se ne aggiungano altri, un traguardo impensabile frutto di uno sforzo senza precedenti nella storia. Ora le istituzioni, in Italia come nel resto del mondo, sono chiamate ad un'altra sfida epocale, quella di portare il vaccino a tutti i cittadini". Lo afferma Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di Sanità dove oggi sono giunte le prime 47mila dosi del vaccino anti-Covid Moderna.

12 Gennaio 15:10 Lopalco: “La terza ondata è certa in mancanza di misure adeguate”

"Una terza ondata è certa, in mancanza di adeguate misure di prevenzione" a Natale e nei festivi. Le basi scientifiche sono semplici: nonostante le due ondate, comunque la quota di popolazione ancora suscettibile alla infezione è altissima: il virus ha ancora tante praterie su cui pascolare". Lo spiega all'Adnkronos Salute l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco in vista delle nuove misure che il Governo si appresta a varare.

12 Gennaio 15:00 Vaccini Moderna, priorità alle Regioni con più persone over-80

I primi 47mila vaccini anti-Covid di Moderna arrivati oggi all'Istituto superiore di sanità (Iss) saranno distribuiti nei prossimi giorni alle Regioni dando priorità a quelle con un maggior numero di abitanti sopra gli 80 anni. Lo rende noto l'Iss.

12 Gennaio 14:50 California: Disneyland diventa un mega centro per le vaccinazioni contro il Covid

Le autorità californiane hanno deciso di convertire nel giro di una settimana un luogo culto del divertimento e della spensieratezza in uno dei più importanti presidi sanitari dello stato. Il Disneyland Resort tra qualche giorno diventerà un megacentro per vaccinazioni dell’Orange County, contea in cui il Covid ha infettato 190mila persone.

12 Gennaio 14:34 Usa, ieri oltre 200.000 nuovi casi, più di 1.700 morti

Il numero di nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti resta sopra i 200.000 al giorno. Ieri, registrati oltre 204.000 casi, secondo i dati della Johns Hopkins University, in ribasso di oltre 10.000 unita' rispetto al giorno prima, ma superiore ai 200.000 per il settimo giorno consecutivo. Ieri, sono morte oltre 1.700 persone; giovedi', era stato raggiunto il record di 4.194 decessi. I ricoverati, ieri, erano 129.748, secondo il Covid Tracking Project; ieri, per il tredicesimo giorno consecutivo, piu' di 23.000 persone erano in terapia intensiva. In tutto il Paese, registrati oltre 22,6 milioni di casi dall'inizio della pandemia; oltre 376.200 persone sono morte. Nove milioni di persone sono finora state vaccinate negli Stati Uniti.

12 Gennaio 13:50 Alto Adige, dal 18 gennaio via all’apertura degli impianti sciistici per i residenti

"Dal 18 gennaio i residenti della provincia di Bolzano potranno andare a sciare ma se la situazione dovesse peggiorare si richiuderà tutto. Resta il divieto di spostamento tra Regioni e dunque non ci sarà il rinvio dell'apertura". Lo ha annunciato il presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher, durante l'odierna conferenza stampa.

12 Gennaio 13:45 In Alto Adige troppi sanitari obiettori: al via i vaccini per gli over 80

L'Alto Adige, visto l'alto numero di ‘obiettori' tra il personale sanitario e quello nelle rsa, inizia da subito con la vaccinazione anti-Covid degli over 80 e di altre categorie a rischio. Lo ha annunciato l'assessore alla sanità Thomas Widmann. La Provincia di Bolzano attualmente è infatti fanalino di coda nella somministrazione dei vaccini. Secondo Widmann, visto che non c'è abbastanza personale disposto a farsi vaccinare, in accordo con l'amministrazione centrale, vengono anticipati gli over 80. L'obiettivo è vaccinare entro la settimana il 60% delle dosi consegnate.

12 Gennaio 13:23 Nel 2020 picco di mortalità nel Regno Unito: ma così tanti decessi dalla Prima Guerra Mondiale

L'anno appena trascorso è stato da record per numeri di decessi nel Regno Unito, secondo un’elaborazione dei dati dell’Ons, equivalente britannica dell’Istat, che indicano uno totale di 697.000 morti censiti, circa 91.000 in più delle media degli anni precedenti: un eccesso di mortalità ricondotto come causa o concausa al Covid in oltre 80.000 casi. In cifra assoluta si tratta del numero più elevato di decessi nel Paese dal 1918, marcato dalla Prima Guerra Mondiale e dall’epidemia di Spagnola; mentre in rapporto all’eccesso di mortalità si tratta dell’anno peggiore dal ‘45, ossia dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

12 Gennaio 13:09 Ricciardi: “Lockdown totale di almeno un mese o a rischio le vaccinazioni”

Servirebbe un lockdown "subito, forte, di almeno un mese, per abbattere i contagi e riuscire a riprendere il tracciamento. Altrimenti si rischia di mettere a repentaglio la campagnavaccinale". A lanciare l'allarme all'Agi è stato Walter Ricciardi, ordinario d'Igiene e Medicina Preventiva all'Università Cattolica e consulente del ministro Speranza. "Il sistema dei "colori" — spiega — di per sé è ottimo, è giusto adeguare le misure alle specificità dei singoli territori. Ma la situazione ora è tale che avremmo bisogno di un lockdown forte per un mese, con l'obiettivo di tornare a un'incidenza settimanale di 50 casi per 100mila abitanti, la soglia che ci consentirebbe di ripartire con il tracciamento e far tornare l'epidemia sotto controllo. Purtroppo i dati parlano chiaro: c'è un peggioramento nel numero di casi, nei ricoveri, e abbiamo già superato il numero di decessi della prima ondata". E con l'inizio, tra qualche settimana, della campagna vaccinale di massa una situazione fuori controllo potrebbe complicare molto le operazioni. "Rischiamo di essere costretti – conclude – a adottare misure di emergenza in corsa, e sarà tutto più difficile".

12 Gennaio 13:03 Covid Veneto, oggi 2.134 contagi e altri 166 morti in 24 ore

Oggi il Veneto registra 166 decessi, per un totale di 7.593 dall'inizio della pandemia. Il Bollettino regionale segnala anche 2.134 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 289.835 casi. Risale anche la pressione sugli ospedali, con 34 nuovi ricoveri in area non critica con il totale a 3.028, e 2 in terapia intensiva, dove sono ricoverati 391 malati.

12 Gennaio 12:46 Papa Francesco: “Investire nelle cure è la priorità”

"L’attuale pandemia ha fatto emergere tante inadeguatezze dei sistemi sanitari e carenze nell’assistenza alle persone malate. Agli anziani, ai più deboli e vulnerabili non sempre è garantito l’accesso alle cure, e non sempre lo è in maniera equa". Lo ha detto Papa Francesco nel messaggio per la Giornata Mondiale del Malato, in programma l'11 febbraio. "Questo dipende dalle scelte politiche, dal modo di amministrare le risorse e dall’impegno di coloro che rivestono ruoli di responsabilità. Investire risorse nella cura e nell’assistenza delle persone malate è una priorità legata al principio che la salute è un bene comune primario".

12 Gennaio 12:39 A Imola positivo viola la quarantena e va a rubare in un centro commerciale

Un uomo positivo al Coronavirus non solo ha violato la quarantena ma lo ha fatto per andare a rubare in un centro commerciale. È successo a Imola, dove i Carabinieri hanno denunciato un 31enne di origini straniere. L'addetto di un negozio di abbigliamento del Centro Leonardo lo ha sorpreso a rubare alcuni abiti dal valore di 400 euro e ha avvertito i militari, che lo hanno bloccato, denunciato sia per il furto che per avere violato il provvedimento, e riaccompagnato a casa per proseguire l'isolamento.

12 Gennaio 12:23 Arrivate all’Istituto superiore di Sanità le prime dosi del vaccino Moderna

È giunto, poco dopo le 12 di questa mattina, all’Istituto superiore di Sanità di Roma il primo carico, con 47mila dosi, di vaccini dell’azienda farmaceutica statunitense Moderna. Le dosi saranno, poi, distribuite in alcune Regioni e trasportate dai furgoni di Poste Italiane.

12 Gennaio 12:09 Da domani lockdown totale a Gela, l’annuncio del sindaco: “Tutto chiuso, restate a casa”

Dalle 14 di domani, mercoledì 13 gennaio, la città di Gela, in Sicilia, andrà in lockdown. Lo ha annunciato il sindaco Lucio Greco, anticipando i contenuti dell'ordinanza del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. "È un lockdown totale – spiega il primo cittadino del grosso centro della provincia di Caltanissetta – i gelesi dovranno rimanere a casa, non potranno circolare a piedi, in più saranno sospese tutte le attività commerciali". Ieri aveva spiegato in un post su Facebook che "la situazione è critica, e le feste che in tanti hanno passato riuniti nelle case come se nulla fosse ci ha consegnato una città da zonarossa".

12 Gennaio 12:00 Coronavirus Israele, record di quasi 10mila contagiati in 24 ore nonostante il lockdown totale

Le nuove infezioni da Covid in Israele hanno raggiunto, nelle ultime 24 ore la punta record di circa 10mila (9.589) nonostante il paese sia in lockdown totale. Il tasso di positività, a fronte di 126.584 tamponi, è al 7.6%.  Il totale dei casi da inizio pandemia è di oltre 500mila. I casi attivi sono più di 74mila con 1.207 pazienti gravi. Secondo stime del ministero della sanità, la variante inglese del covid costituisce tra il 10% e il 20% dei nuovi casi. Inoltre, sempre secondo la stessa fonte, dei positivi accertati ieri il 34% è costituto da ebrei ortodossi.

12 Gennaio 11:52 Alle 12.30 riunione del Cts su settore sportivo e sci

È prevista per le 12.30 di oggi una nuova riunione del Comitato tecnico scientifico. A quanto si apprende, gli esperti del comitato dovranno valutare l’ipotesi di una prosecuzione dello stato di emergenza che scadrà il 31 gennaio e tematiche relative allo sci e allo sport più in generale.

12 Gennaio 11:49 Covid Germania, Merkel: “Lockdown duro fino ad aprile o incidenza decuplicata a Pasqua”

Secondo la cancelleria tedesca Angela Merkel, in Germania è necessario un lockdown duro fino ad inizio aprile. Lo ha riferito la Bild, riportando un discorso tenuto da Merkel durante una riunione del gruppo parlamentare al Bundestag di Cdu/Csu. "Se non ce la facciamo a fermare questo variante britannica, ci ritroviamo prima di Pasqua un'incidenza di contagio decuplicata. Abbiamo bisogno di otto fino a dieci settimane di misure dure". Le attuali misure di restrizioni per contrastare la pandemia del coronavirus sono in vigore fino al 31 gennaio, rappresentano già un giro di vite rispetto ai provvedimenti decisi dal governo federale e dai Laender prima di Natale.

12 Gennaio 11:38 In Malaysia stato emergenza e parlamento sospeso fino ad agosto

Il re della Malaysia ha dichiarato per la prima negli ultimi 50 anni lo stato di emergenza nazionale e la sospensione del parlamento fino al 1 agosto per combattere una nuova ondata di Coronavirus. La decisione a sorpresa è arrivata il giorno dopo l'annuncio da parte del premier malese, Muhyiddin Yassin, di nuove restrizioni in quasi tutto il Paese.

12 Gennaio 11:29 Covid Marche, oggi 499 nuovi positivi: incidenza al 28,8%

Nelle Marche sono stati confermati nelle ultime 24 ore 499 nuovi casi di Covid-19, il 28,8% rispetto ai 1.732 tamponi processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 333, il 47,2% rispetto dei 706 test effettuati. Il totale dei positivi dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 47.647 secondo quanto emerge dal bollettino regionale.

12 Gennaio 11:28 Da oggi al via distribuzione di 25mila saturimetri alle farmacie

Dopo una prima fase di screening rivolta a tutta la popolazione, con la misurazione gratuita dell'ossigeno del sangue nelle farmacie aderenti all'iniziativa, la seconda fase della campagna MisuriAMO2 si focalizza sul monitoraggio puntuale della salute respiratoria di pazienti selezionati e coinvolge un campione di 1.200 farmacie sul territorio nazionale, individuate secondo criteri funzionali al progetto di studio messo a punto dalla Società Italiana di Pneumologia (SIP).

12 Gennaio 11:24 Nuova variante Covid, Sudafrica chiude i suoi confini di terra

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha annunciato la chiusura dei confini di terra fino al 15 febbraio nel tentativo di rallentare la diffusione del Coronavirus. Lo riporta la Bbc. La situazione in Sudafrica al momento è "la peggiore" dall'inizio della pandemi"a, ha detto ancora il capo di stato africano precisando che da Capodanno ci sono stati 190.000 nuovi contagi. Restano chiusi parchi e spiagge, continua ad essere vietata la vendita di alcolici e gli assembramenti.

12 Gennaio 11:15 Rapporto Altems: “In Italia nella seconda ondata contagi otto volte superiori alla prima”

"Considerando lo stesso numero di giorni (109) la seconda ondata di contagi da Covid-19 ha interessato un numero di italiani 8 volte superiore rispetto alla prima". È quanto emerge Focus dell'Instant Report Covid-19 – una iniziativa dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari dell'università Cattolica di confronto sistematico dell'andamento della diffusione del Sars-COV-2 a livello nazionale secondo cui "nella prima ondata (dal 24 febbraio all'11 giugno) si sono infettate 236.134 persone: nella seconda ondata (dal 14 settembre al 31 dicembre) il numero di contagiati è stato pari a 1.822.841″.

12 Gennaio 10:52 Il ministro Boccia conferma: “Col nuovo Dpcm niente asporto dalle 18”

Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha confermato la stretta sulla movida in arrivo con il nuovo Dpcm anti Covid: "I casi di movida vanno assolutamente condannati, ci sarà una limitazione delle attività dalle 18 in poi che consentono fuori dei locali la creazione di gruppi che sostano e che si assembrano, stesse cosa vale per le cene a casa".

12 Gennaio 10:48 Germania, il ministro della Salute Spahn: “L’immunità di gregge è attesa verso l’estate”

La Germania avrà a disposizione "sempre più vaccini" contro il Covid, così da raggiungere l'immunità di gregge "verso l'estate". È quanto dichiarato dal ministro della Salute, Jens Spahn, alla Frankfurter Allgemeine Zeitung. Spahn ha aggiunto che tutti i tedeschi intenzionati a vaccinarsi contro il Covid riceveranno la relativa chiamata entro l'estate. Per febbraio però "sarà terminata la prima tappa della campagna di vaccinazione in corso, con il completamento della somministrazione del farmaco ai residenti e al personale delle strutture di cura".

12 Gennaio 10:25 L’Ue: “Da aprile consegna più abbondante di dosi di vaccino”

Secondo Sandra Gallina, capo negoziatore dell’Ue con le case farmaceutiche per il vaccino anti Covid, al momento “considerate le due dosi a persona, con Pfizer-BioNTech e Moderna, abbiamo già abbastanza vaccini per 380 milioni di europei”. Ma, assicura, consegne più abbondanti di dosi ci saranno a partire dal prossimo aprile. Lo ha detto in un'audizione alla commissione Salute dell'Europarlamento in videoconferenza.

12 Gennaio 10:14 Domani arriva in Cina il team dell’Oms per indagare sulle origini della pandemia: “Si parte da Wuhan”

La Cina ha confermato i piani per l'imminente arrivo dei 10 esperti internazionali dell'Oms per indagare sull'origine della pandemia di Covid-19. Il team, ha riferito in conferenza stampa il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, volerà direttamente il 14 gennaio da Singapore a Wuhan, il capoluogo dell'Hubei dove per primo è stato rilevato a fine 2019 il nuovo coronavirus.

12 Gennaio 10:08 Media francesi: “Verso anticipo del coprifuoco alle 18”

Il governo francese potrebbe applicare un coprifuoco anticipato di due ore, alle 18, su tutto il territorio per fermare la trasmissione del Coronavirus. Lo riferisce in anteprima l’emittente televisiva BfmTv, spiegando che questa mattina si riunisce il Consiglio dei ministri. Secondo la tv, una decisione definitiva dovrebbe essere presa domani, 13 gennaio, per essere annunciata il giorno seguente dal ministro della Salute durante il suo punto stampa settimanale.

12 Gennaio 09:57 Galli (Sacco): “I colori non funzionano, settimana prossima ospedali in difficoltà”

"I dati indicano che siamo non dico daccapo, ma in una situazione non tranquilla, con la possibilità di ritrovarci settimana prossima di nuovo con gli ospedali in forte difficoltà". Lo ha detto Massimo Galli, primario dell'ospedale Sacco di Milano, commentando l'attuale sistema a colori in cui è divisa l'Italia per far fronte all'emergenza Coronavirus. Secondo l’esperto, anche per "mettere al sicuro  la campagna vaccinale servono nuove restrizioni, perché "è chiaro che il sistema policromatico utilizzato fino adesso ha funzionato in maniera molto limitata, anzi – ha detto ad Agorà su Rai 3 – mi sentirei di dire non ha funzionato, se è vero come è vero che quelle peggio messe sono attualmente le Regioni che sono sempre state più o meno gialle. Mi tedia questa litigiosità che continuo a vedere nella politica, che dovrebbe essere la funzione responsabile di questo Paese, una politica che continua a farsi i propri affarucci, in una situazione in cui l’orchestra suona, e il Titanic affonda".

12 Gennaio 09:53 Variante inglese, la Russia blocca i voli col Regno Unito fino al primo febbraio

La Russia ha prolungato fino al 1 febbraio la sospensione dei voli con la Gran Bretagna, dopo che nel Paese è stata rilevata la nuova variante del Covid-19, più contagiosa, scoperta in Inghilterra. La Russia ha uno dei tassi di infezione da virus più alti al mondo e a dicembre le autorità hanno ammesso che il bilancio delle vittime è quasi quattro volte superiore a quello riportato in precedenza.

12 Gennaio 09:50 Nuovo Dpcm anti Covid: tutte le possibili novità dal 16 gennaio

Nel nuovo dpcm anti Covid, che entrerà in vigore dal 16 gennaio, ci sarà sicuramente il blocco degli spostamenti tra Regioni, anche se gialle, e il divieto da asporto per i bar dopo le 18. Il ministro della Salute Speranza esporrà i contenuti del decreto domani in Parlamento. In arrivo anche un nuovo decreto con la proroga dello stato d’emergenza.

12 Gennaio 09:26 AstraZeneca chiede l’autorizzazione del suo vaccino all’Ema

AstraZeneca ha chiesto all'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, l'autorizzazione del suo vaccino realizzato insieme all'Università di Oxford e all'italiana Irbm. Lo ha reso noto sempre l'Ema, secondo la quale la decisione potrebbe arrivare entro il 29 gennaio.

12 Gennaio 09:22 Covid Russia, oggi 22.934 nuovi contagi e 531 morti  

Sono 22.934 i nuovi contagi e 531 i morti nelle ultime 24 ore in Russia. Dall'inizio della pandemia sono 3.448.203 i casi registrati e 62.804 i morti secondo quanto rilevato dalle autorità, mentre continua la campagna di vaccinazione con il siero Sputnik V messo a punto proprio da Mosca.

12 Gennaio 09:17 Samuele muore a 61 anni dopo essere tornato negativo al Covid

Aveva manifestato i primi sintomi del Covid a inizio dicembre, poi era guarito fino alla negativizzazione confermata dal risultato dell'ultimo tampone. Ma Samuele Verzilli, 61 anni, originario da Roseto, ma residente da tempo a Giulianova, è morto poco dopo. "È assurdo quello che è successo a mio nipote –  racconta lo zio Giuseppe al Messaggero – sabato era stato estubato. Domenica pomeriggio aveva avuto la buona notizia che era tornato negativo al tampone. Era felice aveva anche telefonato alla convivente e i paranti più stretti. Ieri è morto. Non ci posso ancora credere. Sono distrutto". Verzilli era in perfetta salute e andava a fare footing sul lungomare almeno tre volte a settimana.

12 Gennaio 09:06 Vaia (Spallanzani): “Il vaccino ReiThera pronto a giugno, renderà l’Italia autosufficiente”

Buone notizie sul vaccino Made in Italy, ReiThera. "È da poco iniziata la fase 2, poi ci sarà la fase 3. Nella fase 1 questo vaccino non ha dato nessun effetto collaterale serio, nessuna reazione avversa. E soprattutto è stato immunogenico, ovvero l’organismo in cui è stato inoculato il vaccino ha prodotto sia anticorpi che linfociti t. E non ci sarebbe bisogno della seconda dose, ma questo dovrà essere confermato in fase due e fase tre. Siamo a buon punto, è probabile che il vaccino sarà pronto a giugno-luglio. Immaginiamo che il governo, come già annunciato, calerà una fiche sul nostro vaccino che, con una produzione di 100 milioni di dosi, renderà l’Italiaautosufficiente". Lo ha annunciato Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma su Cusano Italia Tv.

12 Gennaio 09:02 Coronavirus in Germania, altri 891 morti e 12.802 contagi nelle ultime 24 ore

La Germania ha registrato nelle ultime 24 ore altri 12.802 casi di Coronavirus e 891 decessi. I dati diffusi dall'Istituto Robert Koch (Rki) mostrano un numero di casi in calo rispetto all'andamento dell'epidemia nelle ultime due settimane me quello delle vittime resta molto elevato. Il 18 dicembre la Germania ha registrato il record di casi giornalieri (33.777) e venerdì scorso il numero più alto di decessi in 24 ore, 1.188.

12 Gennaio 08:51 Il virologo Pregliasco: “Servono misure più severe almeno per i prossimi due mesi”

Misure più severe per i prossimi due mesi per mitigare l'effetto delle feste di Natale sui contagi. È quanto ha proposto Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano." C'e' stato un abbassamento del livello di attenzione – ha detto in un'intervista a Il Messaggero -. Le indicazioni del governo erano necessarie, ma qualcuno non le ha rispettate e si sono creati dei focolai". Quella che stiamo osservando ora "non è un'ondata" ma "i prodromi di una possibile nuova ondata che è stata in un certo senso messa in atto dai comportamenti irresponsabili ed eccessivi che abbiamo osservato durante le feste". Secondo Pregliasco ritardare "un'azione restrittiva a fronte di indicazioni di innalzamento dell'epidemia può essere pericoloso. Si pensi al Veneto, che è rimasto a lungo in zona gialla. Per questo l'opzione più utile è quella di tentare una dose da cavallo per poco tempo, piuttosto che definire limiti e orari che, come si è già visto, sono meno gestibili dalla popolazione".

12 Gennaio 08:40 Boom di contagi a Palermo: in città metà dei ricoverati dell’intera Sicilia

In Sicilia, finita in zona arancione fino al 15 gennaio, è emergenza Covid. La maggior parte dei contagi che si stanno registrando sull'Isola è concentrata a Palermo: nel Capoluogo è ricoverato il 40 per cento dei 1265 pazienti dell'intera regione finiti in ospedale con i sintomi del Covid-19. Solo ieri in città sono state confermate 51 positività al Coronavirus con un trend che si mantiene stabilmente sopra quota 400.

12 Gennaio 08:26 Remuzzi: “Sui vaccini serve uno sforzo globale, l’attuale produzione non basterà”

"Stiamo andando bene, perché esistono già tre vaccini sicuri ed efficaci, e presto ne arriveranno molti altri. Ma se non facciamo tutti uno sforzo in più, non è certo che finirà bene, per lo meno a breve termine". Lo ha detto il professor Remuzzi, direttore dell’Istituto Negri di Milano, in una intervista al Corriere della Sera. L'esperto ha sottolineato che "l’obiettivo di arrivare a 50 milioni di persone vaccinate entro la fine di marzo è utopico. Ma abbiamo il dovere di credere che sia possibile. E poi serve una strategia a medio termine. Altrimenti, il tema dei vaccini ce lo porteremo dietro per anni". La sua proposta?: "Meglio vaccinare un grande numero di persone con una dose singola che un piccolo campione con due dosi. Si può ipotizzare di non fare il richiamo prima che siano passati 120 giorni. Il livello di protezione indotto dalla prima dose del vaccino è comunque molto alto".

12 Gennaio 08:22 Ippolito (Spallanzani): “Favorevole al ritorno in classe per gli studenti”

Il direttore scientifico dello Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito, si dice a favore della riapertura delle scuole e delle lezioni in presenza. E riguardo all'opportunità di correggere i parametri abbassando la soglia superata la quale si entra in zona rossa, in una intervista al Giornale ha sottolineato: "Le misure di mitigazione dell'infezione devono essere proporzionali e sostenibili, permettendo il massimo dell'attività socio-economica compatibile con l'andamento della curva epidemica, proteggendo nello stesso tempo il nostro sistema sanitario. Il dato centrale da considerare a mio giudizio è l'andamento dei ricoveri negli ospedali e il tasso di riempimento delle terapie intensive, che devono essere tenuti sotto i livelli di guardia. Questo è il motivo per il quale si sono abbassati i parametri del numero di riproduzione Rt, ma soprattutto la ragione per la quale il passaggio da una zona ad un'altra è determinato sia dai parametri epidemiologici, numero Rt, incidenza dei casi, sia dai parametri sanitari, indice di affollamento delle strutture".

12 Gennaio 08:05 La ministra Azzolina chiederà oggi ristori formativi per la scuola

La ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, è tornata a parlare di Dad e di riapertura della scuola: "Come Governo abbiamo lavorato città per città per permettere, con azioni concrete, il rientro a scuola. Quando i governatori decideranno che i ragazzi possono tornare a scuola potranno farlo, è tutto pronto". E annuncia: "Sarò io oggi a chiedere i ristori formativi", ha detto a Uno Mattina su Rai 1. Ecco di cosa parla.

12 Gennaio 07:58 Nel mondo quasi 91 milioni di casi Covid e 2 milioni di morti  

Il numero dei contagi da Coronavirus accertati nel mondo sfiora ormai 91 milioni e i decessi sono quasi 2 milioni. Secondo il bollettino della John Hopkins University, le infezioni dall'inizio della pandemia sono 90.891.380. Gli Usa sono il Paese con il maggior numero di contagi (22.613.784) seguiti da India (10.479.179) Brasile (8.131.612) Russia (3.389.733) e Regno Unito (3.127.643). I decessi nel mondo sono invece 1.944.750. Gli Stati Uniti hanno accertato 376.060 vittime, seguiti da Brasile (203.580) India (151.327) Messico (134.368) e Regno Unito (82.096)

12 Gennaio 07:55 Positivo al Covid il presidente del Portogallo Marcelo Rebelo de Sousa: è asintomatico

Il presidente portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa, ha fatto sapere che un test che ha confermato la sua positività al Coronavirus. Lo riporta una nota pubblicata sul sito della presidenza della Repubblica, citata dai media del Portogallo. Rebelo de Sousa, 72 anni, "asintomatico, ha avvisato il presidente dell'Assemblea della Repubblica, il primo ministro e il ministro della Salute e, poiché si trova a Belém per lavoro, vi è rimasto e sarà in isolamento nella zona residenziale, in attesa dell'indagine epidemiologica", si legge. Il presidente della Repubblica portoghese "ha cancellato l'intera agenda dei prossimi giorni, a cominciare da una seduta con gli esperti di Infarmed e dall'audizione dei partiti in programma martedì".

12 Gennaio 07:32 Deputata democratica risulta positiva al Covid dopo gli scontri a Capitol Hill

Una deputata democratica che era stata portata in una location sicura di Capitol Hill insieme ad altri parlamentari durante l'assedio dei sostenitori di Donald Trump lo scorso 6 gennaio è risultata positiva al Coronavirus. "Dopo gli eventi di mercoledì, compreso il riparo (per diverse ore) insieme ad altri colleghi che si sono rifiutati di indossare mascherine, ho deciso di fare il test", annuncia via Twitter la deputata Bonnie Watson Coleman, avvertendo di essere stata contagiata.

12 Gennaio 07:27 Covid, nuovo record negli Usa: oltre 200mila casi al giorno per 7 giorni

Nuovo record negativo per gli Stati Uniti, che hanno registrato oltre 200mila casi di Coronavirus al giorno negli ultimi sette giorni, secondo quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University. Mai dall'inizio della pandemia il bilancio giornaliero dei casi era stato così alto nel Paese per un'intera settimana. Lo riporta la Cnn. Negli ultimi sette giorni gli Usa hanno registrato oltre 1,7 milioni di contagi e oltre 20mila decessi. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria nel Paese si contano 22.613.310 infezioni, inclusi 376.060 morti.

12 Gennaio 07:23 Arrivato in Italia il primo carico di dosi del vaccino Moderna

È arrivato questa notte in Italia il primo carico di vaccini della casa farmaceutica americana Moderna. Poco dopo le 2 di notte, è giunto al Brennero il furgone partito dal Belgio con destinazione Roma. Fino al valico il mezzo è stato accompagnato da guardie giurate, la scorta è poi passata al settimo reggimento carabinieri di Laives. Il viaggio prosegue ora lungo l'autostrada del Brennero verso sud, come era già avvenuto il 25 dicembre con la prima consegna dei vaccini Pfizer-Biontech. L’Aifa annuncia: "Fino a 10 dosi in ogni fiala".

12 Gennaio 07:19 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 12 gennaio 2021

Continua l'emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo. Secondo il bollettino di ieri del Ministero della Salute, sono stati registrati in 24 ore 12.532 contagi su 91.656 tamponi effettuati e 448 morti per Covid. Il tasso di positività è salito al 13,6 per cento. Il Veneto resta la regione con il maggior incremento giornalieri di casi. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

Lombardia: +1.488

Veneto: +1.715

Piemonte: +609

Campania: +1.021

Emilia Romagna: +1.942

Lazio: +1.254

Toscana: +379

Sicilia: +1.587

Puglia: +622

Liguria: +226

Friuli Venezia Giulia: +309

Marche: +333

Abruzzo: +120

Sardegna: +231

P.A. Bolzano: +125

Umbria: +49

Calabria: +270

P.A. Trento: +69

Basilicata: +79

Valle d'Aosta: +27

Molise: +25

Oggi tutta Italia è ancora in zona gialla, ad eccezione di Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Calabria e Sicilia, che restano arancioni fino al 15 gennaio. Intanto, il governo è al lavoro per il nuovo Dpcm, che dovrebbe entrare in vigore dal 16: al vaglio dell'Esecutivo una stretta su spostamenti e movida, zone rosse e zone bianche, sulla base dei dati epidemiologici che arriveranno nei prossimi giorni. Inviata ai ministri la bozza del Recovery Plan, alle 21.30 il Consiglio dei Ministri: previsti 20 miliardi per la Salute, più fondi per scuola e digitale. Procede anche la campagna vaccinale nel nostro Paese: sono state effettuate ad oggi oltre 718mila vaccinazioni. Stanotte è arrivato il primo carico di 47mila dosi di vaccino di Moderna, mentre Pfizer-BioNtech ha annunciato la produzione di 2 miliardi di dosi per il 2021.

Nel mondo i contagi hanno raggiunto quota 90.891.380, mentre i decessi sono 1.944.750. Domani, giovedì 14 gennaio, un team di esperti dell'Oms comincerà in Cina una indagine sulle origine della pandemia, mentre a Pechino oltre 500mila persone si troveranno ad affrontare restrizioni dopo un nuovo focolaio. Negli Usa superati i 22,5 milioni di contagi.