In Italia sono state vaccinate 752.608 persone secondo il bollettino pubblicato sul sito della Presidenza del Consiglio e aggiornato alle 18 e 50 di oggi, martedì 12 gennaio: sono state dunque somministrate il 75,8 per cento delle 993.525 dosi finora consegnate al nostro paese di vaccino Pfizer-BionTech. La Regione che, in rapporto alle fiale ricevute, sta facendo registrare i numeri più alti è l'Umbria con il 111% per cento delle vaccinazioni eseguite, seguita dalla Toscana e dalla Val d'Aosta (99,9%). Ma come si spiegano questi numeri? Semplicemente con il fatto che ogni fiala contiene 6 e non 5 dosi di vaccino come previsto inizialmente.

Bene anche la Campania con 73.266 vaccinazioni fatte, pari al 99,2 per cento del totale, e corrono anche il Lazio, la Sardegna, le Marche e la Sicilia. La Lombardia – cioè la regione più colpita d'Italia dall'epidemia di coronavirus – dopo un avvio difficile sta recuperando ed ha vaccinato 91.145 persone, impiegando il 56% delle dosi disponibili. Male, invece, la Provincia Autonoma di Bolzano, cha ha somministrato solo il 37,3 per cento delle dosi anche a causa di decine di operatori sanitari che stanno rifiutando il siero. Finora sono state vaccinate 467.346 donne e 285.262 uomini in larghissima parte di età compresa tra i 50 e i 59 anni e prevalentemente operatori sanitari e sociosanitari in prima linea nella lotta al virus.

Quali sono i paesi più avanti con le vaccinazioni

L'Italia è il paese europeo che ha – al momento – somministrato il maggior numero di dosi di vaccino. È quanto emerge dal monitoraggio di Our World in Data, dal quale emerge che Israele è la nazione che sta procedendo più speditamente avendo già vaccinato il 22 per cento della popolazione ed avendo anche avviato le somministrazioni della seconda dose. Alle sue spalle gli Emirati Arabi Uniti (12,9%), il Bahrain (5,4%) e il Regno Unito (4%), quindi Stati Uniti, Danimarca, Islanda e Italia: il nostro paese ha vaccinato l'1,24% della sua popolazione. Male invece la Francia, che ha vaccinato solo lo 0,29 per cento degli abitanti.