Covid 19
1 Dicembre 2021
09:48

Variante Omicron, picco di casi tra bimbi in Sudafrica: a Pretoria un ricoverato su 10 ha meno di 2 anni

Nell’epicentro della diffusione della nuova variante Omicron del Coronavirus Sars-Cov2 in Sudafrica è allarme bambini contagiati visto che un ricoverato su 10 per covid ha meno di 2 anni.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Nella zona epicentro della diffusione della nuova variante Omicrondel Coronavirus Sars-Cov2, nella Municipalità metropolitana di Tshwane, in Sudafrica, è allarme bambini contagiati visto che un ricoverato su 10 per covid ha meno di 2 anni. A lanciare l’allarme è l'Istituto nazionale per le malattie trasmissibili del Paese africano, spiegando che la nuova ondata di contagi ha colpito in modo particolare proprio la popolazione più giovane e di conseguenza sono finiti in ospedale molti più bambini rispetto alle prime fasi della pandemia. "Sembra che in questa prima parte di questa ondata in ospedale sia finita una percentuale maggiore di bambini rispetto al passato", ha spiegato il numero uno del settore sanità pubblica dell'Istituto sudafricano Waasila Jassat.

Bimbi piccoli non vaccinati

Secondo l’esperto, il dato della provincia di Gauteng è dovuto principalmente al fatto che questa variate si è diffusa molto rapidamente grazie alla sua contagiosità e che i bambini piccoli non sono vaccinati e hanno un sistema immunitario ancora immaturo per rispondere al virus. Un andamento analogo, anche se con dati meno importanti, si era già registrato con la precedente impennata di casi dovuta alla variante Delta, poi diventata predominante a livello mondiale. Lo stesso medico che per primo ha segnalato la presenza della nuova variante in Sudafrica e membro della task force sanitaria governativa, Angelique Coetzee, aveva spiegato che tra i suoi pazienti vi erano molti giovani e bimbi anche se ha parlato di sintomi non gravi.

Ricoverati per covid 52 bambini sotto i 2 anni

Per Waasila Jassat l’aumento dei ricoveri dei bimbi nel distretto che comprende Pretoria però non significa che siano tutti casi gravi ma molto più probabilmente sono il frutto di una precauzione aggiuntiva sia da parte dei genitori che dei medici, data la nuova preoccupazione per la variante e l’età dei pazienti. In numeri assoluti, nel distretto di Tswane sono stati ricoverati 52 bambini di età inferiore ai 2 anni con diagnosi di coronavirus e uno di loro è morto, ha detto Jassat ma al momento non esistono dati su chi di loro sia stato contagiato da variante Omicron e dunque quale siano le percentuali.

In Sudafrica un terzo della popolazione vaccinato

In Sudafrica un terzo della popolazione ha completato la vaccinazione anti covid e dopo l’ondata di casi tra i minori dovuti a variante Delta, il Paese ha avviato anche le vaccinazioni per gli adolescenti tra i 12 e i 17 anni. Al momento si sta ancora valutando quanto la variante Omicron possa resistere ai vaccini attualmente in uso ma dai primi test pare che comunque gli antidoti riescano a proteggere da malattia grave.

29558 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni