Almeno 60 persone sono morte carbonizzate in una vera e propria strage avvenuta a Morogoro, in Tanzania. Le vittime stavano tentando di raccogliere del carburante da una autocisterna quando è esploso tutto. Le immagini delle fiamme e dei corpi dilaniati dalla deflagrazione stanno facendo in queste ore il giro del mondo. Il bilancio delle vittime è destinato ad aggravarsi mentre i feriti sarebbero almeno settanta secondo i media locali.

Le vittime stavano provando a rubare il combustibile dal camion che poco prima aveva subito un incidente stradale. Dopo lo schianto contro alcuni alberi, l'autocisterna ha iniziato a perdere il suo contenuto. Sul posto si sono radunate centinaia di persone che, armate di taniche di plastica, hanno iniziato a raccogliere il liquido infiammabile. Una scintilla o una piccola fiamma è bastata per far esplodere il tir. Sessanta persone sono morte a causa delle ferite riportate nello scoppio, 70 sono ferite. Alcune lottano per la vita nell'ospedale di Morogoro,  a 200 km a ovest di Dar es Salaam.