167 CONDIVISIONI
18 Maggio 2021
08:38

Regno Unito: educatore 16enne “violenta” otto bambini in un asilo nido mentre è a lavoro

Jayden McCarthy, che ora ha 18 anni, è accusato di aver aggredito sessualmente otto bambini di età compresa tra i due ei quattro anni nel 2019, quando lavorava come educatore presso un asilo nido di Torquay, in Regno Unito. Le accuse sono venute alla luce dopo che un’alunna di 3 anni, ha descritto un’aggressione alla madre. Le immagini delle telecamere a circuito chiuso hanno portato alla luce diverse altre violenze.
A cura di Biagio Chiariello
167 CONDIVISIONI

Un giovanissimo educatore di un asilo nido in Regno Unito ha violentato e aggredito sessualmente i bambini di cui avrebbe dovuto prendersi cura, secondo quanto stabilito ieri dalla Corte di Exeter. Jayden McCarthy aveva 16 anni quando ha iniziato a lavorare presso l'asilo nido di Torquay nel marzo 2019: è accusato di aver molestato sessualmente almeno otto alunni di età compresa tra i due ei quattro anni in un periodo di due settimane e mezzo nel luglio di quell'anno. Il ragazzo (divenuto intanto maggiorenne) è stato arrestata dopo che una bimba ha raccontato ai suoi genitori in modo dettagliato l'abuso subito dal teenager. A quel punto la polizia ha esaminate 250 ore di telecamere a circuito chiuso dall'asilo. Il pubblico ministero ha detto alla corte che sono stati identificati almeno tredici incidenti. "Queste aggressioni erano di grado variabile, dal toccare il bambino sopra i vestiti nelle sue zone intime fino ad un caso di stupro orale conclamato con una bambina" ha evidenziato il procuratore Jason Beal.

Jayden McCarthy è entrato a far parte dell'asilo nido a conduzione familiare tramite referenze. È stato poi sottoposto ad una ulteriore formazione e fino alla fine di luglio "non c'erano preoccupazioni". Beal ha affermato che alcuni membri del personale avevano sostenuto che era "immaturo" e lasciava che i bambini "gettassero i giocattoli e si arrampicassero su di lui", ma hanno attribuito questi atteggiamenti al fatto che aveva solo 16 anni. I sospetti nei suoi confronti sono iniziati quando una bambina di 3 anni è tornata a casa con abiti diversi rispetto a quelli coi quali era stata mandata a scuola dai suoi genitori. La piccola ha poi raccontato il presunto incidente alla madre. A quel punto sono intervenuti i servizi sociali e la polizia è stata informata: la bambina ha comunicato gli stessi dettagli a un agente. E per Jayden è scattato l'arresto. Il 16enne ha detto di essersi limitato a cambiare la bambina in bagno perché si era sporcata dopo aver giocato fuori sulla sabbia. Ma dopo che le autorità hanno visionato le telecamere a circuito chiuso dell'istituto sono venute alla luce "tredici aggressioni in vari giorni nel periodo dal 10 al 29 luglio" ha spiegato Beal. "C'erano otto bambini coinvolti e avevano un'età compresa tra i due ei quattro anni."

In una dichiarazione alla polizia, McCarthy ha affermato di non aver mai toccato un bambino "sessualmente o per gratificazione sessuale", e ha negato di essersi "eccitato sessualmente con bambini di età inferiore ai tre anni" e ha negato di aver avuto rapporti sessuali coi piccoli. Nega tre stupri di un bambino e 13 accuse di violenza sessuale di un bambino di età inferiore ai 13 anni.

167 CONDIVISIONI
Tragedia nel Regno Unito, due bimbi uccisi con la madre “durante un pigiama party”
Tragedia nel Regno Unito, due bimbi uccisi con la madre “durante un pigiama party”
4.351 di Videonews
Due bimbi uccisi con la madre "durante un pigiama party". La strage che ha sconvolto il Regno Unito
Due bimbi uccisi con la madre "durante un pigiama party". La strage che ha sconvolto il Regno Unito
Perché il Regno Unito è rimasto senza benzina
Perché il Regno Unito è rimasto senza benzina
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni