Vaccinarsi contro il Covid non è sufficiente per togliere l'obbligo della mascherina nei luoghi pubblici. Lo ha detto il massimo esperto dell'Oms per l'emergenza Covid Mike Ryan, riferendosi all'annuncio di ieri negli Usa. Biden, su consiglio del Cdc, ha detto che i vaccinati non avranno obbligo di mascherina e distanziamento. Ryan ha sostenuto che "nel caso di un Paese che desideri togliere l'obbligo della mascherina… questo dovrebbe essere fatto solo nel contesto di considerare sia l'intensità della trasmissione nella zona che il livello di copertura del vaccino".

Il secondo anno di pandemia "peggio" del primo

Nel corso della consueta conferenza stampa del venerdì indetta dall'Organizzazione Mondiale della Salute. Il secondo anno di pandemia da Covid-19 è sulla buona strada per diventare "molto più mortale" del primo. Lo ha detto il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus che ha poi aggiunto: "Non vaccinate i bambini ma date le dosi a Covax". Lanciato nell'aprile dello scorso anno dall'Oms, Covax è il programma di collaborazione globale per accelerare lo sviluppo, la produzione e la parità di accesso per tutti i Paesi ai vaccini contro il Covid-19.

3,3 milioni di morti per il Covid

Il direttore ha spiegato che la pandemia di Covid-19 "ha già fatto oltre 3,3 milioni di morti (in testa gli Stati Uniti, con 584mila morti, Italia è all'ottavo posto con oltre 124mila decessi) e questo secondo anno di emergenza si avvia ad avere più decessi rispetto al primo. Dobbiamo salvare le vite e i mezzi di sussistenza delle persone con una combinazione di misure di salute pubblica e campagna di vaccinazione. Non c'è altra via d'uscita".

Non solo India

Secondo Ghebreyesus "Nepal, Sri Lanka, Vietnam, Cambogia, Thailandia ed Egitto sono solo alcuni dei Paesi che stanno affrontando picchi di casi e ricoveri". Una grave situazione che coinvolge tutto il Mondo. E sensibillizza tutti con un appello: "Capisco perché alcuni Paesi vogliono vaccinare i bambini e gli adolescenti, ma in questo momento li esorto a riconsiderare la scelta e a donare invece i vaccini al programma Covax".