Nuovo macabro rinvenimento in Messico dove le autorità locali si sono imbattute nell'ennesima fossa comune con all'interno i cadaveri di decine di persone fatte a pezzi e rinchiuse in sacchi del spazzatura. La scena da horror nelle campagne nei dintorni di Guadalajara, capoluogo  dello stato di Jalisco, nel Messico occidentale. Secondo i primi rilievi in quei 119 sacchi gettati alla rinfusa ci sarebbero i corpi di almeno 29 persone ma son ancora in corso gli esami dei medici forensi per stabilire il numero esatto delle vittime.  "Al momento abbiamo tredici corpi completi e sedici incompleti, per un totale di 29”, ha spiegato Gerardo Solis, il procuratore capo dello Stato di Jalisco a cui sono state affidate le indagini. Ventisette delle vittime sono uomini e due sono donne. I corpi erano ammassati nei pressi di un vecchio pozzo profondo oltre cinque metri e trasformato in una fossa comune.  I funzionari hanno riferito che il totale potrebbe aumentare man mano che gli esperti continuano ad analizzare i resti.

Dei corpi trovati nella fossa comune di Guadalajara, finora le autorità ne hanno identificate solo quattro. Tutti e quattro erano considerati dispersi dopo la denuncia di scomparsa dei familiari. Purtroppo non si tratta di un ritrovamento eccezionale nel paese dove le faide tra bande di criminali e narcos fanno migliaia di morti all'anno di cui spesso non si sa più nulla. Jalisco, dove opera uno di più violenti gruppi criminali messicani del traffico di droga, è tra gli stati più colpiti. A luglio nella stessa zona erano stati trovato 21 corpi nel cortile di una casa. A maggio, i resti di almeno 34 persone sono stati trovati in due proprietà nello stesso stato, a marzo altri 20 corpi in sacchi di plastica portati via dalle piene. In tutto il Messico dal 2006 sono state rinvenute più di tremila fosse comuni con quasi 5mila corpi all'interno, spesso fatti a pezzi e quindi non facilmente identificabili. Altre sicuramente emergeranno ancora visto che nel Paese sono oltre 40mila le  persone scomparse e che si sospetta siano state vittime delle bande di narcos,