"Tutto quello che avete visto è un trucco, non c'è niente di paranormale". Chiudeva così tutti i suoi spettacoli James Randi, nome d'arte "The Amazing Randi", il più famoso illusionista al mondo ed erede di Hudinì. Il leggendario prestigiatore è morto oggi, all'età di 92 anni, nella sua casa in Florida. Randi ha lavorato come illusionista ed escapologo professionista fin dal 1946. All'inizio della sua carriera prese parte a numerosi numeri in cui riusciva a liberarsi da una cella. Il 7 febbraio del 1956 apparve in diretta al The Today Show rimanendo per 104 minuti in una bara di metallo sigillata nel fondo di una piscina di un hotel, battendo quello che notoriamente era il record di Houdini.

Ma James Randi non era famoso solo come mago. è stato anche uno dei primi cacciatori di bufale, ed ha smascherato decine di persone che vantavano poteri paranormali, guaritori e altri truffatori molto prima dell'avvento del web. Dopo aver terminato la sua carriera nel mondo della magia si è dedicato a sbugiardare chi invece paventava dei ‘superpoteri', fondando il Committee for Skeptical Inquiry, una fondazione no profit che ha ispirato anche l'italiano Cicap, il comitato per le affermazioni sul paranormale presieduto da Piero Angela.
Si deve a lui ad esempio la dimostrazione, in diretta tv, che l'illusionista Uri Geller non era realmente in grado di piegare i cucchiai con il pensiero, oltre allo smascheramento di un gran numero di predicatori negli Usa che affermavano di poter guarire dalle malattie. "Vedo persone truffate tutti i giorni da medici ciarlatani, menzogne di ogni tipo, persone ‘paranormali' con le loro hot line, che affermano di riuscire a trovare bambini scomparsi o di poter aiutare a investire i propri soldi – affermò in una intervista – Io so che sono truffati perché conosco i metodi che vengono usati".

Anche il Cicap, ha voluto ricordare la sua fonte di ispirazione con un messaggio di cordoglio su Twitter: "E' morto il leggendario prestigiatore e indagatore di misteri James Randi, fondatore del CSI e ispiratore di molti di noi – scrive il comitato – Grazie a nome di tutti i soci del Cicap per il suo instancabile impegno contro le truffe del paranormale".