Una bambina di sei anni è stata accidentalmente ferita a morte dal fratello mentre i loro genitori stavano partecipando ad una “festa di Natale”. La polizia di St Louis, in Missuori, ha confermato che Maliyah Palmer è stata colpita alla nuca poco intorno alle 23.00 di venerdì 14, dopo che il fratello dodicenne aveva trovato una pistola da 9 mm in un cassettone nella camera dei genitori. La bimba è morta in ospedale. Pare che i bambini fossero sotto la supervisione della loro sorella di 16 anni mentre i loro genitori erano fuori, scrive il St. Louis Post-Dispatch.

Inizialmente la polizia di Florissant ha definito la sparatoria “un tragico incidente", assicurando che non verranno presentate accuse. Tuttavia, il capo della polizia, Timothy Lowery, ha dichiarato che “il rilascio dei coniugi Palmer è stato prematuro” e che gli investigatori presto prenderanno in considerazione le accuse dei pubblici ministeri, “come avviene nella procedura standard”. Il Post-Dispatch ha osservato che altri genitori sono stati incriminati “in casi simili” avvenuti in Missouri. Le accuse riguardavano l’aver messo messo in pericolo il benessere di un bambino, un crimine punibile nel Missouri fino a sette anni di carcere e una multa di 5.000 dollari. "Non avrei potuto pensare a una sceneggiatura più tragica, l'intera faccenda è terribile, ma dobbiamo mettere da parte i nostri sentimenti personali e fare in modo di applicare la legge", ha aggiunto Lowery. "Tutti gli agenti intervenuti sono madri e padri, quindi potete solo immaginare quanto sia forte vedere un bambino colpito alla nuca” ha ammetto il poliziotto.

Maliyah era in prima elementare alla Green Trails Elementary School di Chesterfield. Il direttore, Rene Sommers, ha inviato una lettera ai genitori assicurando che la scuola sta lavorando per mantenere “la normalità e la routine. Condivideremo le notizie onestamente e apertamente affinché la comprensione, l'elaborazione, il lutto possano svilupparsi".