127 CONDIVISIONI
2 Settembre 2021
07:55

“I miei genitori sono scomparsi”. 23enne li uccide e li fa a pezzi: “Non mi sento in colpa”

Il 23enne americano Chandler Halderson ha “teso una rete di bugie” per coprire il duplice omicidio che ha visto vittima Bart, 50 anni, e Krista, 53, i suoi genitori all’inizio di luglio nel Wisconsin. Dal suo account Google sarebbe state fatte ricerche del tipo: “Corpo trovato nel Wisconsin” e “Corpo smembrato ritrovato”. Al detective che gli chiedeva se avesse maturato il pensiero di togliersi la vita, ha risposto: “Non mi sento in colpa”.
A cura di Biagio Chiariello
127 CONDIVISIONI

Chandler Halderson, 23enne americano di Windsor, nello Stato del Wisconsin, è sospettato di aver ucciso e smembrato i corpi di Bart, 50 anni, e Krista, 53, i suoi genitori. Il ragazzo ne aveva denunciato la scomparsa lo scorso 7 luglio dopo aver sostenuto che la coppia non era riuscita a tornare da un viaggio nel fine settimana del 4 luglio nella casa di montagna di loro proprietà nel nord del Wisconsin, ha detto la polizia. Ma nella giornata di ieri mercoledì 1° settembre, i pubblici ministeri hanno affermato che Halderson ha teso una "rete di bugie", in merito alla vicenda, inclusa l'affermazione che avevano programmato di partecipare a una parata a White Lake, "evento che non esiste" secondo il Wisconsin State Journal.

I corpi fatti a pezzi

La parte superiore del cadavere di Bart Halderson è stata scoperta l'8 luglio in una proprietà rurale a Cottage Grove, nella contea di Dane, il giorno in cui Chandler Halderson è stato arrestato. Il 14 luglio è stata condotta una perquisizione su un terreno di proprietà del Dipartimento statale delle risorse naturali vicino a Sauk City, dove gli investigatori hanno trovato ulteriori resti umani, identificati in seguito come quelli di Krista Halderson. L'ufficio del medico legale della contea di Dane ha stabilito che a Bart Halderson sarebbe stato sparato un colpo d'arma da fuoco prima che il suo corpo venisse fatto a pezzi.

"Non mi sento in colpa"

Ancora non è chiaro il motivo per cui il 23enne avrebbe ucciso entrambi i genitori, ma stando a quanto accertato avrebbe usato il suo account Google per cercare termini come: "Corpo trovato nel Wisconsin", "Corpo di donna trovato nel Wisconsin", "Corpo smembrato nel Wisconsin trovato" e "Corpo morto trovato nel Wisconsin", secondo una denuncia penale. Mentre era in custodia, il sospettato avrebbe detto a un detective: "Non sai quello che è successo veramente…", dopo che l'uomo gli aveva fatto capire che gli investigatori avevano nuove informazioni sul caso. E quando il detective ha chiesto se Halderson avesse fatto pensieri suicidi, il sospettato gli avrebbe risposto che "non si sentiva in colpo per quello che ho fatto".

127 CONDIVISIONI
Denise Pipitone, sit-in a Roma contro l’archiviazione. La mamma: “È la figlia di tutti gli italiani
Denise Pipitone, sit-in a Roma contro l’archiviazione. La mamma: “È la figlia di tutti gli italiani
9.024 di Simona Berterame
Denise Pipitone, sit-in per opporsi all'archiviazione. La mamma: "Rapimento non si può cancellare"
Denise Pipitone, sit-in per opporsi all'archiviazione. La mamma: "Rapimento non si può cancellare"
Improvviso boato fa tremare tutto, a Cosenza paura per boom sonico: Colpa di caccia Eurofighter
Improvviso boato fa tremare tutto, a Cosenza paura per boom sonico: Colpa di caccia Eurofighter
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni