Proseguono senza sosta le ricerche dell'aereo di piccole dimensioni scomparso dai radar nella serata di lunedì 21 gennaio mentre sorvolava il Canale della Manica con a bordo il neo-attaccante del Cardiff City, Emiliano Sala, e il pilota. Dopo l'interruzione durante le ore notturne, tre aerei e un elicottero stanno monitorando l'area interessata. "Stiamo anche esaminando le immagini satellitari e i dati dei telefoni cellulari per vedere se possono essere di aiuto nella ricerca. Fino ad oggi, nulla è stato individuato dell'aereo scomparso", ha sottolineato tramite il proprio account Twitter la polizia di Guernsey, che sta conducendo le operazioni.

Tuttavia, proprio quest'ultima lascia un barlume di speranza ad amici e familiari, ancora sotto choc per la scomparsa improvvisa del calciatore. Quattro sono infatti le ipotesi alle quali stanno lavorando i ricercatori: "Sala e il pilota sono atterrati da qualche parte e non riescono a contattare nessuno; hanno fatto un ammaraggio, sono stati soccorsi da qualche nave ma non riescono a mettersi in contatto; hanno effettuato un ammaraggio e sono nella scialuppa gonfiabile che sappiamo fosse a bordo; l'aereo si è distrutto al contatto con l'acqua e loro sono finiti in mare". Sempre su Twitter, la polizia sottolinea come "la ricerca, in questo momento, è basata sull'individuare l'eventuale zattera di salvataggio".

Da ormai un giorno e mezzo tutto il mondo del calcio è in apprensione per le sorti del 28enne attaccante italo-argentino, Emiliano Sala. Il giocatore, che lo scorso sabato aveva firmato un contratto con la squadra del Cardiff City, di Premier League, lunedì si trovava a Nantes per salutare i suoi vecchi compagni, con i quali aveva giocato fino a qualche giorno prima. Ma il piper blu a bordo del quale avrebbe dovuto raggiungere il Galles non è mai arrivato a destinazione. Poco prima della partenza, il centravanti avrebbe registrato un audio in cui dichiarava: "Sono (stanco) morto. Sono stato a Nantes per fare delle cose, tante cose, sembrano non finire più. Sono sull'aereo, tra un po' cade a pezzi. Sto andando a Cardiff, domani pomeriggio iniziamo ad allenarci. Vediamo cosa succederà. Se tra un'ora e mezza non avrete mie novità, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno. Che paura!".