Terribile tragedia lungo le strade francesi dove cinque bambini dai 3 ai 14 anni hanno perso la vita a causa di un drammatico incidente stradale avvenuto nelle scorse ore lungo un’autostrada a sud di Lione, nei pressi di Albon, nel dipartimento della Drôme nella regione del Rodano-Alpi. I piccoli appartenevano tutti a una stessa famiglia, così come alla stessa famiglia appartenevano le altre quattro persone rimaste coinvolte nello schianto e ferite gravemente: tre adulti e un altro bambino di 7 anni. La tragedia si è consumata intorno alle 19 di lunedì quando il minivan su cui viaggiava il gruppo, per motivi tutti da accertare, ha sbandato ed è finito a grande velocità fuori strada. Il mezzo in quel momento stava percorrendo la carreggiata dell’autostrada A7 in direzione sud.

Drammatica la scena che si è presentata davanti ai primi soccorritori giunti sul posto, uscendo di strada infatti la vettura si è prima ribaltata e poi ha preso anche fuoco lascando intrappolati i cinque piccoli all’interno che hanno trovato una morte orribile. "L'auto è uscita di strada e si è capovolta in un campo", ha spiegato il prefetto Hugues Moutouh rivelando che le persone sono tutte membri della stessa famiglia, residente alla periferia di Lione. I corpi dei piccoli sono stati recuperati di vigili del fuoco parzialmente carbonizzati. La tragedia ha sconvolto la Francia dove messaggio di cordoglio per l’accaduto sono arrivati dai massimi vertici del governo.

"Forte commozione per il terribile incidente sull'A7, nella Drome. I miei primi pensieri vanno alle famiglie delle vittime e ai feriti. Grazie alle forze di soccorso che si sono mobilitate. Con Djebbari, andiamo immediatamente sul posto", ha twittato il ministro dell'Interno Ge'rald Darmanin."I miei pensieri sono con le famiglie e i parenti delle vittime", ha scritto sempre su Twitter il premier Jean Castex. "Dei bambini hanno perso la vita in un terribile incidente stradale nella Drôme. Condivido l'immenso dolore dei parenti delle vittime. I miei pensieri sono anche per i feriti e per tutti quelli che si sono mobilitati per loro” ha scritto anche il predidente Emmanuel Macron.