Una top model russa è stata accusata di aver accoltellato a morte il marito "violento" con un coltello da cucina in una attacco di gelosia, secondo quanto affermano i media locali. Lilia Sudakova, 26 anni, avrebbe ucciso Sergey Popov, 28 anni, dopo che ha portato a casa della coppia una donna che ha aveva incontrato in un bar e ha chiesto a sua moglie di cucinare per i due. Rischia fino a 15 anni di carcere se condannata. Sua madre Irena Sudakova, 48 anni, afferma che la modella era "da tempo" vittima di abusi domestici e di aver agito per legittima difesa. Lilia è apparsa sulla copertina di Russian Vogue e su diverse riviste di settore anche in Italia, oltre che in Cina e Giappone, e ha pubblicizzato un importante marchio di abbigliamento in Russia.

Dopo aver aggredito il marito, la ragazza – conosciuta anche come Lila Sudakova – ha immediatamente chiamato un'ambulanza e Popov è stato portato d'urgenza in ospedale dove è deceduto. La 26enne ha quindi confessato di aver colpito l'uomo – con il quale era sposata da quattro anni – sostenendo di aver agito condizionata dalla gelosia dopo che Popov aveva flirtato con l'altra donna, secondo i media russi. La madre ha detto al giornale Komsomolskaya Pravda che un Popov "ubriaco" aveva portato a casa una donna che aveva incontrato in un bar e "si aspettava che sua moglie cucinasse" per loro. "L'ha afferrata per i capelli con forza e le ha preso a calci le gambe", ha detto la madre, citando un altro testimone nell'appartamento.

In un primo momento si sarebbe allontanato, mentre Lilia stava tagliando le verdure per un'insalata. "L'ha presa per i capelli. In quel momento, lei gli ha fatto cenno di andarsene e l'ha accidentalmente colpito con un coltello Mia figlia tremava dappertutto" ha aggiunto la donna. Ha detto che Popov avrebbe ripetutamente picchiato Lilia quando era ubriaco. Anche un'amica della modella, la stilista Karolina Pavlovskaya, ha detto che la giovane è stata vittima di abusi. "Era una ragazza a pezzi con un bell'aspetto, ma il vuoto dentro", ha detto.