Una bambina di 11 anni è morta in Indonesia dopo aver contratto il coronavirus. Lo riferiscono le autorità sanitarie locali, spiegando che si tratta della vittima più giovane. I contagi nel Paese del sud est asiatico sono triplicati rispetto a una settimana fa. La piccola è deceduta il 20 marzo al Slamet Martodirdjo Hospital, un ospedale nella reggenza di Pamekasan, sull’isola di Madura. Era risultata positiva anche alla febbre dengue. Il Reggente, Baddrut Tamam, ha riferito martedì al Jakarta Post che i tamponi effettuati sulla piccola paziente erano stati inviati a due laboratori del Ministero della Sanità prima della sua morte. Il risultato del test del laboratorio effettuato il 24 marzo a Surabaya è risultato negativo al COVID-19. Tuttavia, quello al laboratorio di Jakarta del 29 marzo ha dato esito positivo. L'amministrazione di Pamekasan ha stabilito la quarantena per tutti coloro che erano stati in contatto con la paziente, in particolare i suoi parenti stretti e gli operatori sanitari dell'ospedale. Baddrut ha detto che la bambina era probabilmente stata infettata dal virus a Malang, dove aveva vissuto con sua nonna. Il 17 marzo, è stata mandata a casa dai suoi genitori a Pamekasan dopo essersi ammalata. Ricoverata all'ospedale locale il 19 marzo, è morta il giorno seguente il 20 marzo. I dati trapelati dal Ministero della Salute indicano che la morte della piccola rappresenta il secondo decesso di un minore in Indonesia. In precedenza, il 18 marzo, un maschio di 17 anni nella zona di West Java è morto di COVID-19.

I bambini morti di Coronavirus nel mondo

Stando ai i dati diffusi dall’Unicef, al momento in Italia si registrano 589 minori contagiati (di età compresa tra 0 e 20 anni) ma nessun decesso. La vittima più giovane registrata in Europa è una 12enne belga senza patologie pregresse. Poco più grandi di lei sono il ragazzino di 13 anni morto a Londra e il 14enne portoghese che soffriva di psoriasi. In Francia è deceduta una ragazza di 16 anni, mentre gli Stati Uniti vantano il drammatico primato della vittima più giovane al mondo: un bimbo di pochi mesi.