nicola-zingaretti

Strada in discesa per Nicola Zingaretti alle elezioni regionali del Lazio. Secondo gli istant-pool, diffusi ieri dall’Istituto Piepoli subito dopo la chiusura delle urne, il candidato governatore del centrosinistra si attesterebbe addirittura tra il 52 e il 54% dei voti, staccando di oltre venti punti Francesco Storace, fermo al 28-30%. Più dietro troviamo il candidato del Movimento 5 Stelle Davide Barillari col 7-9%, davanti alla centrista Giulia Bongiorno, accreditata tra il 4-6%.  In serata è poi arrivato un altro instant poll, di Tecné per Sky Tg24, che ha un po' ridimensionato il trionfo di Zingaretti, pur confermando la sua larga vittoria: il candidato del centrosinistra a 39 punti, 11 in più di Storace (28%), mentre Barillari che arriva fino al 21% e la Bongiorno viene collocata all’8%. "Una valutazione definitiva la faremo solo con i dati ufficiali e reali. Al momento, se il risultato dovesse essere confermato, possiamo dire che saremmo di fronte ad un successo storico con dimensioni davvero incredibili soprattutto perché nel Lazio si è sempre vinto di una incollatura con un sistema praticamente bipolare mentre ora addirittura c’erano ben 12 candidati a presidente" è il commento a caldo del coordinatore del Comitato Zingaretti, Massimiliano Smeriglio. Nelle parole di Storace c'è invece la frecciata nei confronti dei sondaggisti: "Agli scienziati dei sondaggi un'avvertenza: aspettate lo scrutinio delle schede per le regionali… Sorpresina in arrivo" scrive su Twitter il candidato di centrodestra.