Mentre in Italia si vota fino alle 23, in molti Paesi dell'Unione le urne si sono già chiuse, quindi sono già stati diffusi i primi exit poll e le prime proiezioni.

Oltre alle previsioni sui consensi dei partiti nei diversi Stati, sono state appena diffuse le prime proiezioni su come potrà essere composto il nuovo Parlamento Europeo alla luce degli exit poll e delle previsioni sul voto nei diversi Paesi dell'Unione Europea.

La proiezione sulla nuova composizione dell'Europarlamento rivela uno scenario inedito: per la prima volta da quando si elegge il Parlamento Europeo, i principali gruppi parlamentari europei potrebbero non avere la maggioranza dei seggi nell'aula di Strasburgo.

Elezioni europee, exit poll e risultati: la diretta di Fanpage.it minuto per minuto

Elezioni europee, la proiezione sulla composizione del Parlamento Europeo

Il Partito Popolare e il Partito Socialista, secondo le previsioni, dovrebbero avere rispettivamente 177 e 147 seggi. Il Partito Popolare Europeo perderebbe così circa 50 seggi rispetto alla precedente legislatura, mentre il Partito Socialista Europeo potrebbero passare da 187 seggi attuali a 147, perdendo così 40 seggi in Europarlamento.

Secondo questa proiezione, i liberali dell'Alde eleggerebbero 101 deputati, mentre i Verdi si aggiudicherebbero 69 seggi. Seguono i Conservatori, a cui spetterebbero 59 seggi in Europarlamento, e l'Enf con 57 deputati (è il gruppo parlamentare di cui fa parte la Lega di Matteo Salvini).

All'Efdd, gruppo di cui faceva parte anche il M5S nella scorsa legislatura, andrebbero 56 seggi. Infine il gruppo di sinistra Gue/Ngl dovrebbe aggiudicarsi 42 seggi.