Arriva oggi in libreria "La scuola delle pizze in faccia del professor Calcare" (Bao Publisching) il decimo libro di Zerocalcare in otto anni. Poco più di trecento pagine che raccolgono quanto disseminato in questi anni dal fumettista tra il suo blog, riviste, giornali, settimanali: anche i più assidui lettori troveranno qualcosa che gli è sfuggito, e che scopriranno come un inaspettato regalo. Reportage a fumetti, racconti dal fronte delle periferie romane, recensioni di film e serie tv, epiche epopee tra il divano di casa e scontri online.

In più tre brevi storie inedite. In una Zerocalcare prova a mettere un punto sull'esclusione dell'estrema destra dal Salone del Libro di Torino. Con ironia rimette in fila giorni di feroci polemiche, scontri, posizioni contrapposte. La scelta di ritirare la propria partecipazione viene spiegata disvelando un punto di vista radicale e allo stesso tempo pragmatico, costruito confrontandosi con il proprio mondo e ambiente di provenienza, ma misurandosi anche con la visibilità e il peso che ha come uno degli autori più venduti e ascoltati del panorama editoriale italiano.

Nelle altre due storie inedite Zerocalcare fa i conti, ancora una volta, con le difficoltà che porta con sé il successo. In quella che è un po' la sua Avvelenata, il disegnatore romano risponde per le rime a critici e detrattori, spiegando il difficile equilibrio tra storie disimpegnate e lavori più "militanti". Perché Zerocalcare non rinunciare a essere se stesso vuol dire esattamente questo. Dialogare con i prodotti della cultura di massa – da Games of Thrones a Guerre Stellari – raccontare le sue disavventure quotidiane, quanto lasciare Rebibbia per arrivare nel Nord-Est della Siria, o spiegare perché per le formazioni neofasciste non ci dovrebbe essere spazio nel dibattito pubblico di una democrazia matura.

Tutto questo nell'opera di Zerocalcare avviene senza contraddizione, senza cesure tra impegno e disimpegno, nella difficile sfida di mantenere tutto insieme. Ed è questo, da sempre, uno degli aspetti più interessanti dei suoi libri: non rinunciare mai a raccontare la complessità, ma partendo sempre dal proprio punto di vista, situato nello spazio e nel tempo. L'elemento biografico diventa la chiave di lettura parziale ma determinante di ogni evento, aiuta a trovare un posto nel mondo ma anche a essere coerenti con le proprie scelte. Solo così, sembra suggerirci, con questa onestà intellettuale, può raccontare anche una guerriglia apparentemente lontana mille miglia dal salotto di casa dove consuma serie tv, plum cake e svolge i suoi dialoghi con la sua coscienza Armadillo.

Di pizza in faccia in pizza in faccia – dove gli schiaffi sono reali quanto metaforici e morali – Zerocalcare si districa tra chi vorrebbe che fosse solo l'autore della crisi generazionale di giovani adulti in cerca d'autore, chi da lui si aspetta solo storie divertenti a base di icone di videogiochi e cartoni e chi vorrebbe solo reportage seri e militanti. Fatevene una ragione, una cosa non può esistere senza l'altra.

Il tour di presentazione del nuovo libro di Zerocalcare

Dopo le prime due tappe di Milano e Roma, continua fino a metà dicembre il tour di presentazione di "La scuola delle pizze in faccia del professor calcare". Ecco le prossime tappe dove i lettori potranno incontrare Zerocalcare e mettersi in fila per un disegnetto:

30 ottobre – 3 novembre Lucca – Lucca Comics & Games: dediche presso lo stand BAO Publishing

7 novembre Napoli: la Feltrinelli piazza dei Martiri ore 15 inizio firmacopie ore 18 incontro e a seguire ripresa firmacopie

12 novembre Bari: la Feltrinelli via Melo 119 ore 15 inizio firmacopie ore 18 incontro e a seguire ripresa firmacopie

15 novembre Torino: Circolo dei lettori, via Bogino 9 ore 21 incontro e firmacopie

19 novembre Bologna: Mondadori Megastore Bologna presso Oratorio San Filippo Neri, via Manzoni 5 ore 15 inizio firmacopie ore 18 incontro e a seguire ripresa firmacopie

21 novembre Firenze: la Feltrinelli RED, piazza della Repubblica ore 15 inizio firmacopie ore 18 incontro e a seguire ripresa firmacopie

11 dicembre Roma: Brancaleone via Levanna 11 ore 19:00 incontro e firmacopie