L’obiettivo è quello di tutelare i cittadini, introducendo regole chiare sulla collocazione e l’uso degli autovelox. La richiesta è stata già avanzata durante un’interrogazione alla Camera presentata da Simone Baldelli, deputato di Forza Italia, nelle scorse settimane. Ricevendo risposte rassicuranti dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli. Ma ancora non c’è stato alcun atto concreto da parte dell'esecutivo. Per questo Baldelli torna alla carica, portando in commissione Trasporti, sempre a Montecitorio, una risoluzione sull’adozione del decreto ministeriale “in materia di utilizzo delle sanzioni irrogate per violazioni del codice della strada e collocazione e uso degli autovelox”. In sostanza, si chiede al governo e al ministro Toninelli di approvare un decreto con cui stabilire come utilizzare i proventi delle multe e in che modo tutelare i cittadini dagli autovelox non segnalati.

Baldelli aveva già presentato un’interrogazione a Toninelli, chiedendo “tempi certi” per l’adozione del decreto. Il ministro si disse d’accordo con l’iniziativa del deputato di Forza Italia e rispose che i proventi delle multe “saranno utilizzati per la manutenzione e la messa in sicurezza stradale”. Inoltre, assicurò che avrebbe trovato un modo per evitare “vessazioni ai danni dei cittadini” che rischiano di pagare “multe salate senza nemmeno essere stati informati dell’installazione” degli autovelox. Ora Baldelli torna a chiedere di disciplinare gli autovelox con apposite “norme da adottare in tempi rapidi”, come spiega lo stesso deputato di Fi a Fanpage.it.

Domani la risoluzione arriverà in commissione e, come ricorda nuovamente Baldelli, “Toninelli aveva già detto di volerla chiudere in tempi stretti, il ministro è d’accordo”. La risoluzione ha un obiettivo: quello di impegnare il governo ad adottare il decreto “entro fine aprile”. Anche perché lo stesso Toninelli aveva lasciato intendere che il decreto era praticamente cosa fatta. Domani, dunque, Baldelli tornerà a chiedere al governo un impegno concreto per dire basta ai cosiddetti “autovelox selvaggi”, sperando che la maggioranza adotti una risoluzione su cui anche lo stesso ministro si è già detto d’accordo. Evitando un rinvio che farebbe slittare l'adozione della norma di altre settimane, se non mesi.

Aggiornamento: Come comunica lo stesso Baldelli, la maggioranza ha rinviato la risoluzione sugli autovelox e sulla trasparenza per i proventi delle multe. La discussione sul tema dovrebbe quindi slittare a fine mese di aprile.