La legge di bilancio che nei prossimi giorni verrà discussa in Parlamento prevede una proroga del bonus cultura per i 18enni: nella manovra sono infatti inclusi 290 milioni di euro annui per il 2018 e il 2019 per poter confermare la card da 500 euro per i giovani residenti in Italia che compiono 18 anni. Il bonus può essere utilizzato per quei consumi definiti culturali, permettendo di acquistare libri, musica, biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, l’accesso a musei, mostre, aree archeologiche, gallerie, monumenti e parchi naturali.

Nel testo definitivo della manovra manca una norma specifica, come invece avvenuto negli anni passati. Ma comunque le risorse sono state inserite nella tabella del dicastero della cultura. “La legge di bilancio 2018 – afferma il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini – conferma l’impegno del governo a favore della cultura, autentica leva di crescita economica, sociale e civile del paese”. Franceschini sottolinea come nella manovra ci siano “nuove risorse per confermare la card per i diciottenni, assumere 200 nuovi professionisti dei beni culturali, promuovere la lettura, il turismo culturale e la valorizzazione del sistema museale nazionale”.

Iva agevolata al 10% per i concerti

Una delle principali novità inserite nella manovra riguarda l’Iva agevolata al 10% per i concerti, esattamente come avviene già per gli spettacoli teatrali. Questa nuova misura è stata annunciata dallo stesso Franceschini che ha inoltre sottolineato lo stanziamento di otto milioni di euro per incrementare le risorse in favore del sistema museale nazionale: quattro milioni verranno destinati alla’cquisto di opere, libri e beni archivistici; 3 milioni a un fondo per la promozione del libro e della lettura. Altre risorse vengono stanziate per accelerare la ricostruzione delle chiese e del patrimonio ecclesiastico dopo il sisma del centro Italia.