Operazione record a Vicenza, dove una bimba di 1 anno d'età è stata salvata da una rara forma di tumore al cervello ed ora è sulla via della guarigione. La vita della piccola era appesa ad un filo dopo che i medici hanno scoperto una massa nel suo cervello grande quanto una mela. Ma, dopo un intervento miracoloso, durato più di 5 ore e svoltosi all'ospedale San Bortolo, la giovane paziente sta affrontando il decorso post-operatorio nel migliore dei modi. La bambina, secondo quanto si è appreso da fonti mediche, aveva una forma tumorale benigna, ma che col tempo sarebbe potuta diventare letale, avendo occluso le vie di scarico del liquido del sistema nervoso e impedendo il passaggio del sangue.

La piccola aveva iniziato a soffrire di mal di testa e di perdita dell'equilibrio, fino al ricovero d'urgenza in coma in ospedale, accompagnata dai genitori. Sintomi, questi, che hanno poi portato alla diagnosi e alla decisione di intervenire chirurgicamente.La bambina è stata subito intubata nel reparto di terapia intensiva pediatrica ed è stata sottoposta alla delicata operazione, che si è svolta circa 2 settimane fa, ma di cui si è avuta notizia solo nelle ultime ore, e che secondo gli esperti è "destinata a fare scuola". L'équipe medica, guidata dal primario del reparto di neurochirurgia Lorenzo Volpin, ha effettuato un'incisione della corteccia cerebrale e attraverso un foro di un paio di centimetri si è proceduto con l'asportazione totale della neoplasia e la pulizia dalla massa tumorale di tutte le cavità cerebrali che aveva invaso.