Era andato a dormire a casa di un amico, ma non si è mai più svegliato. Tragedia a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, dove un ragazzo di 17 anni, di cui ancora non è stata resa nota l'identità, è stato trovato morto la scorsa notte. Sulle cause del decesso sono in corso accertamenti da parte delle forze dell'ordine, ma tra le prime ipotesi c'è quella che il giovane, con un vissuto molto problematico, possa essere rimasto vittima di una overdose di psicofarmaci. Pertanto, la Procura ha disposto l'autopsia, che sarà effettuata nelle prossime ore.

La giovane vittima, nata in Italia da genitori di origine marocchina, viveva a Torre di Mosto ma lunedì sera aveva deciso di restare a dormire da un coetaneo. I due avrebbero trascorso la serata insieme e poi sarebbero andati a dormire. È stato poi l'amico, al risveglio, ad accorgersi che non respirava e a dare l'allarme. Quanto accaduto in quelle ore è al vaglio dei carabinieri, che sentiranno l'amico del 17enne per comprendere come siano andate le cose. Nello zaino del minorenne sono state trovate delle scatole di psicofarmaci, da qui l'ipotesi di una sospetta overdose. Gli investigatori tendono ad escludere che il giovane avesse l'intenzione di suicidarsi.