2.835 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Venezia, conosce un uomo a una festa: lui la invita a casa, la sequestra e la violenta

Una donna veneziana è stata prima sequestrata poi violentata da un uomo, arrestato dai carabinieri dopo poche ore: si tratta di un trentenne senza fissa dimora che, secondo l’accusa, la notte di ferragosto ha abusato di una donna veneziana di 40 anni. I due si erano conosciuti poche ore prima a una festa.
A cura di Davide Falcioni
2.835 CONDIVISIONI
Immagine

Una donna veneziana è stata prima sequestrata poi violentata da un uomo, arrestato dai carabinieri dopo poche ore: si tratta di un trentenne senza fissa dimora che, secondo l'accusa, la notte di ferragosto ha abusato di una donna veneziana di 40 anni. La vittima era arrivata nel centro storico della città lagunare per trascorrere la serata insieme a degli amici e dopo alcune ore sarebbe stata convinta da un ragazzo, conosciuto poco prima, a seguirla presso la sua casa con una scusa. Giunti nell’abitazione dell’uomo, quest’ultimo l'avrebbe costretta a subire un rapporto sessuale, impedendole più volte di andarsene. La notte è proseguita con altre violenze, per finire con il tunisino che si è impossessato anche dei suoi vestiti. Dopo diverse ore, l'indomani mattina la quarantenne è riuscita a scappare e a rifugiarsi in un bar vicino alla casa in cui era stata sequestrata. Lì è stata soccorsa e trasportata in ospedale.

I carabinieri della Compagnia di Venezia sono stati allertati e hanno fin da subito intrapreso le indagini necessarie per fare chiarezza. Ricostruita rapidamente la dinamica della notte, grazie all’audizione della donna è stato identificato il trentenne. Individuata l’abitazione, uno stabile abbandonato in zona bacini dell’Arsenale, la perquisizione ha permesso di rintracciare l’uomo e contestualmente ritrovare alcuni indumenti della vittima. In considerazione del complessivo quadro probatorio il presunto stupratore è stato arrestato e portato nella casa Circondariale Santa Maria Maggiore a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza davanti al G.I.P..

2.835 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views