Un violento nubifragio ha colpito questo pomeriggio Verbania e l'intera provincia del Verbano-Cusio-Ossola: quattro persone sono rimaste ferite a causa del downbust che ha colpito la zona. Si tratta di un fenomeno atmosferico, simile ad una bomba d'acqua e ad una tromba d'aria, che prevede una vera e propria "esplosione" di aria. Le forti raffiche di vento hanno abbattuto alberi e scoperchiato tetti. I feriti si sono registrati a Stresa, Baveno e all'Isola Bella, sul lago Maggiore. Tra le 4 persone ferite c'è anche una donna, colpita da alcuni rami di alberi mentre era a bordo del suo camper. Le sue condizioni e quelle degli altri feriti non sono gravi. Una persona è ricoverata al pronto soccorso di Verbania.

Frane e smottamenti in Piemonte

L'ondata eccezionale di maltempo ha causato danni anche sul lungolago di Stresa con allagamenti a Gravellona Toce, Verbania e in Val d'Ossola (qui c'è stata una frana che ha interrotto la strada statale). Sempre a  in alta Val d'Ossola (a Formazza) alcuni turisti sono stati fatti allontanare dopo la frana avvenuta in frazione Canza. I turisti alloggiavano in un vicino campeggio e sono stati fatti allontanare per precauzione. Per il sindaco "le strutture sono sicure, ma il meteo annuncia ancora forti temporali nel pomeriggio e per precauzione abbiamo deciso di fare evacuare i turisti".

Interrotta la linea ferroviaria Domodossola-Milano

Intanto a causa del maltempo è stata interrotta la linea ferroviaria Domodossola-Milano. La decisione è sorta a causa della presenza sulla linea ferroviaria di alcuni rami, nel tratto tra le stazioni di Stresa e Verbania. Ritardi alla circolazione ferroviaria di almeno 120 minuti per i treni in viaggio. Secondo quanto dichiarato dalle Ferrovie, gli alberi sono finiti sulla linea di alimentazione elettrica dei treni, danneggiandola. Al momento gli operai sono al lavoro per ripristinare la rete e consentire ai treni di riprendere la circolazione normalmente.