Un taglio ad un dito mentre stava cercando di aprire un crostaceo. Poi lo svenimento, la caduta dalle scale e il grave trauma cranico che non gli ha lasciato scampo. Il dramma si è consumato a bordo di una nave da crociera della Msc, a morire, dopo un'agonia di sei giorni è Matteo Sartori, 33enne di Piove di Sacco (Padova), ma residente a Fossò (Venezia).

L'uomo era in vacanza con la fidanzata Sonia. L'imbarcazione era al largo delle coste dell'Albania quando Matteo, durante la cena, lo scorso 7 settembre, si è ferito al dito con un crostaceo. Un banalissimo incidente che però lo spinge a tornare nella cabina per medicarsi. Poco dopo la fidanzata, insospettita non vedendolo tornare lo raggiunge: lo trova riverso a terra, privo di sensi, vicino alla rampa delle scale che conduceva alla zona cabine. Quasi certamente ha perso l’equilibrio ed è caduto dai gradini sbattendo la testa. Un forte trauma cranico, dalle conseguenze devastanti. La nave si trovava poco lontano dalla costa dell'Albania. Il giovane è stato prima ricoverato all'ospedale di Durazzo, poi a Tirana, quindi a Brescia e Padova, dove mercoledì scorso il suo cuore si è spento per sempre. In un gesto di estrema generosità la famiglia ha deciso di donare i suoi organi.