Tragedia nelle scorse ore a Venezia dove un pedone è morto investito da un furgone che non è riuscito ad evitarlo dopo che l'uomo era caduto in strada. La tragedia si è consumata nel pomeriggio di oggi, lunedì 8 febbraio, al Lido di Venezia. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto erano circa le sedici e la vittima stava camminando sul ciglio della strada quando è caduto sull'asfalto verso l'interno della carreggiata dove in quel momento sopraggiungevano però i veicoli tra cui il furgone che lo ha investivo in pieno. L'impatto a quel punto è stato inevitabile e non ha lasciato scampo al pedone. La vittima è un anziano di 81 anni residente nello stesso capoluogo veneto.

Inutili per lui i successivi soccorsi medici del Suem 118, accorsi sul posto con l'ambulanza dopo la chiamata di emergenza da parte degli altri automobilisti. I sanitari hanno provato a rianimarlo ma si sono dovuti arrendere e dichiararne il decesso poco dopo. Troppo gravi erano le ferite riportate nell'impatto col mezzo che è stato violentissimo. Sul luogo dell'incidente sono accorsi anche gli agenti della polizia municipale  per gli opportuni rilievi che potranno contribuire a stabilire l'esatta dinamica del sinistro mortale. Come ricostruisce la Nuova Venezia  le prime testimonianze, la cui ricostruzione resta ancora da accertare, raccontano dell'ottantenne che sarebbe stato colpito di striscio da un mezzo in transito mentre camminava a bordo strada. L'urto, anche se non violento, gli avrebbe fatto perdere l'equilibrio  facendolo barcollare e cadere in strada. L'uomo sarebbe caduto rotolando al centro della carreggiata dove l'autista del mezzo che sopraggiungeva non è riuscito ad evitarlo.