Tragedia nel Torinese dove un uomo ha sparato alla moglie e ai figlioletti di 2 anni e poi si è suicidato. Il dramma nella villetta di famiglia a Carignano. La donna è morta sul colpo, uno dei due figli dopo l'arrivo in ospedale mentre resta gravissima l'altra figlia della coppia, una bimba. I carabinieri, allertati dai vicini, hanno fatto irruzione questa mattina nella villetta teatro dell'omicidio-suicidio e hanno trovato la donna ormai morta, mentre i due figli, due gemellini di 2 anni, sono stati trasportati d'urgenza in gravissime condizioni in ospedale a Torino dove però uno di loro è morto poco dopo per le gravi ferite riportate. L'omicida-suicida, Alberto Accastello. è statao soccorso dai sanitari del 118 ma è morto poco dopo in casa. La tragedia si è consumata nelle prime ore di oggi, lunedì 9 novembre, intorno alle 5.30.

Omicidio suicidio a Carignano: uccide mogli e figlio di 2 anni

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto da parte dei carabinieri, all'interno di una villetta privata, il 40enne ha esploso diversi colpi d'arma da fuoco con una pistola legalmente detenuta colpendo la moglie, Barbara Gargano di 38 anni, i due figli minori e il cane. Infine l'uomo ha rivolto l'arma contro se stesso sparandosi un colpo alla testa. Per lui inutili i successivi interventi dei soccorsi allertati dai carabinieri che per primi sono arrivati sul posto dopo la chiamata di emergenza da parte dei vicini della famiglia che hanno sentito le grida e poi gli spari. I sanitari hanno provato a salvarlo ma il quarantenne è stato dichiaratorio morto sul posto poco dopo. La moglie invece era già morta.

Grave la figlioletta della coppia

Si è tentato di tutto per salvare anche i due minori ma purtroppo uno dei due è morto poco dopo l'arrivo in ospedale. Troppo gravi erano le ferite riportate dal bimbo. In queste ore si sta facendo di tutto per salvare almeno l'altra figlio della coppia, una bambina, che è stata ricoverata in condizioni gravissime all'ospedale Regina Margherita di Torino.

La tragedia di Carignano annunciata in una telefonata

Sul luogo dell'accaduto intanto sono accorsi anche i reparti scientifici dei carabinieri per i rilievi del caso che dovranno aiutare a stabilire l'esatta dinamica della tragedia. Al momento non sono ancora noti i motivi esatti che hanno spinto l'uomo, un 40enne, a sparare contro la moglie, i due figli e il cane facendo una strage. La tragedia pare sia stata preannunciata poco prima dallo stesso 40enne al fratello con una telefonata.