311 CONDIVISIONI
21 Novembre 2022
20:15

Ruba in macelleria per fame: i poliziotti lo denunciano poi gli donano soldi e cibo

Un giovane di 26 anni è stato denunciato per aver commesso un furto in una macelleria di Poggibonsi: i poliziotti – visto il suo grave stato di indigenza – gli hanno poi donato dei soldi e del cibo.
A cura di Davide Falcioni
311 CONDIVISIONI

Cantava Fabrizio De André che "è un delitto non rubare quando si ha fame", e la storia che arriva dalla Toscana parla – in fondo – proprio di questo. Qualche giorno fa un uomo straniero, dall'aspetto trasandato, è entrato in una macelleria di Poggibonsi e con fare repentino ha affettato dei contanti dalla cassa prima di fuggire a gambe levate per il centro della città.

La titolare dell'esercizio commerciale ha chiamato la polizia per denunciare il furto e gli agenti – in borghese e distanti poche decine di metri – hanno individuato il ladro: dopo averlo inseguito, però, ne hanno perso le tracce. Non si sono tuttavia dati per vinti: hanno infatti ispezionato i filmati registrati dalle telecamere della zona e raccolto le testimonianze di alcuni residenti, appurando che il presunto autore del furto era salito su un treno diretto a Empoli. I poliziotti hanno quindi avvertito i colleghi della Polfer affinché lo fermassero al momento di scendere dal treno, mentre loro si sarebbero recati a Empoli in auto.

Una volta bloccato il ladro è stato condotto portato al commissariato di Empoli e sottoposto ai rilievi di rito. Si trattava di un cittadino gambiano di 26 anni, residente in una parrocchia in provincia di Pistoia ma di fatto senza fissa dimora, con precedenti per furto. Dagli accertamenti è emerso che lo straniero si trova in Italia dal 2017 ed è in possesso di permesso di soggiorno per protezione internazionale. L’uomo, dopo gli accertamenti, è stato denunciato dagli agenti del Commissariato di Poggibonsi per furto aggravato, per un importo totale di 100 euro. I contanti rimasti e la merce acquistata col denaro sottratto dalla cassa della macelleria sono stati sottoposti a sequestro.

Dopo la denuncia gli agenti, vedendo lo straniero in condizioni igieniche precarie e molto affamato, gli hanno donato un po' di soldi che avevano in tasca e alcuni generi alimentari.

311 CONDIVISIONI
Patrigno la affida agli zii ma non dà soldi, bimba di 3 anni lasciata senza cibo e picchiata a sangue
Patrigno la affida agli zii ma non dà soldi, bimba di 3 anni lasciata senza cibo e picchiata a sangue
Rapina con i fucili nella caffetteria di Teverola, minacce alla commessa: poi rubano soldi e gratta e vinci
Rapina con i fucili nella caffetteria di Teverola, minacce alla commessa: poi rubano soldi e gratta e vinci
Sfondano la vetrina della pizzeria e rubano cibo, incasso e macchina del caffè a Napoli
Sfondano la vetrina della pizzeria e rubano cibo, incasso e macchina del caffè a Napoli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni