Dramma all’ospedale di Baggiovara, in provincia di Reggio Emilia: una ventiduenne è morta nel reparto di rianimazione, dove era giunta dopo essere stata sottoposta, nei giorni scorsi, ad un intervento chirurgico all’ospedale di Sassuolo. A comunicarlo, in una nota, è l’azienda ospedaliero universitaria di Modena: “Nella notte tra il 17 e il 18 ottobre è deceduta nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Civile di Baggiovara una giovane donna di 22 anni, proveniente dall’Ospedale di Sassuolo, ove nei giorni scorsi era stata sottoposta a un intervento chirurgico” si legge nella nota. “Previ contatti tra i professionisti dei due nosocomi, nella tarda serata di giovedì 17 ottobre la paziente era stata trasferita presso l’ospedale civile di Baggiovara per essere sottoposta ad approfondimenti diagnostici radiologici”. Purtroppo, “nonostante l’attivazione di tutti gli specialisti e le procedure necessari per la gestione del caso, dopo repentino aggravamento e pur a fronte della tempestiva attivazione di tutte le misura rianimatorie, la giovane donna è deceduta nelle prime ore del mattino del 18 ottobre.

Come prevedono le procedure aziendali, sono stati i sanitari dell’Ospedale civile a segnalare l’accaduto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena” riporta ancora l’azienda ospedaliera, che assicura “la massima collaborazione alle indagini che verranno condotte dall’Autorità giudiziaria, avendo comunque piena fiducia nell’operato dei propri professionisti, che, ad una prima analisi, risultano aver assicurato tutte le cure necessarie. Tutto il personale sanitario è rimasto profondamente colpito dall’accaduto e si unisce al cordoglio della famiglia”.

A intervenire nel merito è anche l’ospedale di Sassuolo, dove la 22enne era stata sottoposta ad intervento: “Ieri sera all’Ospedale di Baggiovara è deceduta, per cause ancora da verificare, una ragazza di poco più di vent’anni, trasferita dall’Ospedale di Sassuolo per eseguire alcuni approfondimenti diagnostici. Un evento tragico, imprevedibile, che lascia sgomenti tutti i sanitari e addolora profondamente. L’Ospedale di Sassuolo desidera esprimere massima vicinanza, cordoglio e totale trasparenza alla famiglia colpita da questo drammatico lutto. Tutti gli accertamenti su quanto accaduto sono già stati disposti ed è stata aperta anche un’indagine interna. La paziente, dopo un accesso in Pronto Soccorso a Vignola, è stata portata a Sassuolo il 7 ottobre scorso dove ha eseguito un intervento chirurgico urgente, il cui decorso post-operatorio è parso regolare. A seguito di una sintomatologia dolorosa lamentata dalla stessa paziente, non apparentemente riconducibile a complicanze legate all’intervento, sono stati disposti diversi approfondimenti diagnostici, effettuati nei giorni scorsi in ospedale a Sassuolo. Nonostante un quadro clinico stabile, ieri sono stati programmati ulteriori approfondimenti per indagini di II livello eseguibili presso l’Ospedale Sant’Agostino-Estense di Modena, dove la paziente è stata trasferita in ambulanza”.