Un uomo di 36 anni è ricoverato nel reparto di Rianimazione in gravissime condizioni dopo essere stato colpito con un pugno in pieno volto da un ragazzo di 21 anni durante una lite in strada per futili motivi nel Vicentino. L’episodio si è consumato nella primissima mattinata di domenica a Bassano del Grappa dove la vittima del pestaggio è stata ritrovata a terra con una profonda ferita alla testa. I primi a raggiungere il posto, in via Roana, alle 5.30 del mattino sono stati i sanitari del 118 che hanno intubato il 36enne trasportandolo d’urgenza all’ospedale San Bassiano. Il 36enne originario del Foggiano era esanime e perdeva sangue dal capo, le sue condizioni sono state giudicate subito gravissime dai medici che hanno deciso di ricoverarlo in Rianimazione dove si trova ora in pericolo di vita.

Nel frattempo è scattata l’inchiesta dei carabinieri che sono accorsi sul posto allertati dagli stessi sanitari. L’equipaggio della Sezione Radiomobile dei carabinieri di Bassano si è immediatamente messo alla ricerca dell’uomo che aveva dato l’allarme ai soccorsi medici e lo ha interrogato. Dagli accertamenti investigativi delle ore successive, coordinati dal P.M. di turno Cristina Carunchio, i militari hanno concentrato le loro attenzioni su un ragazzo di 21 anni originario di Lecce ma residente a Bassano del Grappa e già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, tra il giovane e il 36enne sarebbe nata una lite per futili motivi in strada durante la quale il ragazzo avrebbe colpito con un pugno in faccia la vittima che è caduta a terra battendo violentemente il capo e rimanendo privo di sensi. In base a questa ricostruzione dei fatti, il 21enne è stato arrestato e condotto in carcere con l’accusa di lesioni personali aggravate.