214 CONDIVISIONI
10 Febbraio 2021
10:40

Parma, si chiude in camera con la figlia per fuggire dal compagno ubriaco che la prende a pugni

I carabinieri di Busseto e Fontanellato, in provincia di Parma, hanno arrestato un 36enne di origini romene con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. L’uomo non era nuovo a violenze nei confronti della compagna, che non aveva mai denunciato nel timore di possibili ritorsioni.
A cura di Biagio Chiariello
214 CONDIVISIONI

Le lite in quella casa erano purtroppo frequenti. Ma nel corso dell’ennesimo battibecco, ha finito per sferrare anche un pugno alla convivente. La donna, 46 anni, è riuscita a chiudersi a chiave nella camera da letto insieme alla figlia, temendo che l'uomo continuasse le violenze. Il 36enne romeno è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nella tarda serata di ieri dai Carabinieri delle Stazioni di Busseto e Fontanellato, in provincia di Parma. Proprio la donna ha chiamato i militari dell’Arma dalla camera da letto nella quale si era rifugiata. I carabinieri l'hanno trovata terrorizzata e dolorante a causa delle botte subite dall'uomo, ed è stato richiesto l’intervento del 118.

Ubriaco, la stava prendendo a pugni

I successivi controlli hanno permesso di ricostruire che dopo cena, durante una litigio l’uomo, in evidente stato di ebbrezza, aveva sferrato un violento pugno alla donna. La 46enne si era rifugiata in camera, portando con sé il cellulare con cui ha dato l'allarme. I militari ai quali ha chiesto aiuto, hanno trovato il convivente in casa, a tratti agitato ed aggressivo.

Convivente arrestato per maltrattamenti in famiglia

La donna, trasportata al pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore, ha riportato varie fratture ed una prognosi di 30 giorni. L’aggressore, come riferito dalla compagna, non sarebbe nuovo a violenze mai denunciate per paura di possibili ritorsioni, ed è stato arrestato e portato nel carcere di Parma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Violenza domestico, il supporto dei carabinieri

A poco più di un anno dall’approvazione della legge cosiddetta “Codice Rosso”, i Carabinieri di Parma continuano a prestare particolare attenzione ai reati in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di “genere". In tale ottica, il Comando Provinciale Carabinieri di Parma rinnova l’invito "a tutti coloro che versino in stato di pericolo e di paura per questo tipo di situazioni  di rivolgersi presso le caserme dislocate su tutto il territorio provinciale, dove opera personale specializzato pronto a fornire il proprio ausilio e supporto".

214 CONDIVISIONI
Femminicidio Reggio Emilia: il killer era stato già condannato per violenze sull'ex compagna
Femminicidio Reggio Emilia: il killer era stato già condannato per violenze sull'ex compagna
Lisa stroncata da tumore a 32 anni, gli ultimi desideri: nozze col compagno e battesimo della figlia
Lisa stroncata da tumore a 32 anni, gli ultimi desideri: nozze col compagno e battesimo della figlia
Donna uccisa nell'Ennese, la figlia confessa: arrestata
Donna uccisa nell'Ennese, la figlia confessa: arrestata
6.424 di gabriella mazzeo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni