Una bambina di appena sette mesi è stata sottoposta nei giorni scorsi a un delicatissimo intervento chirurgico all'ospedale di Parma a causa dell'accidentale inalazione di alcuni pezzi di castagna. La piccola è stata sottoposta a una disostruzione particolarmente complicata per la sua età e per il suo peso, ma le sue condizioni di salute ora sono buone.

Stando a quanto riferito dai genitori la bambina stava mangiando quando ha presentato sintomi da soffocamento che sembravano risolti grazie all'intervento dei familiari. A poche ore dall'episodio tuttavia la mamma si è accorta che qualcosa era cambiato nel modo di respirare della bimba, sentendo uno strano sibilo. Per questo ha deciso di chiedere l'intervento dei sanitari: sono stati infatti i medici della pediatria generale e d'urgenza e i radiologi pediatrici ad accorgersi e a confermare che il polmone sinistro non ventilava più, probabilmente a causa dell'inalazione accidentale di pezzetti di castagna. La bambina è stata quindi operata nel reparto di otorino-maxillo dal team guidato da Maria Majori, responsabile dell'equipe di pneumologia ed endoscopia toracica. "L’operazione – ha dichiarato il dottore – è durata circa un’ora ed è stato estremamente complessa anche per la ridotta riserva respiratoria della paziente che ha richiesto la perfetta sinergia tra le molteplici professionalità coinvolte".

"Oltre ad essere stata un’operazione particolarmente delicata – ha aggiunto Ettore Brianti, direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma – l’intervento dimostra come a fare la differenza sia il lavoro quotidiano e di squadra dei nostri specialisti. E’ infatti grazie all’impegno di tutti i nostri professionisti che raggiungiamo risultati importanti".