253 CONDIVISIONI
3 Agosto 2022
17:01

Papà e figlio uccisi e chiusi in sacchi di plastica a Cerignola: arrestato il presunto omicida

È stato fermato il presunto killer di Gerardo e Pasquale Davide Cirillo, padre e figlio trovati morti domenica scorsa nelle campagne di Cerignola (Foggia): li avrebbe giustiziati con un colpo alla nuca.
A cura di Ida Artiaco
253 CONDIVISIONI

Svolta nelle indagini sul duplice omicidio consumatosi nelle campagne di Cerignola (Foggia) domenica scorsa: poco fa è stato arrestato il presunto autore dell'omicidio di Gerardo e Pasquale Davide Cirillo, padre e figlio, rispettivamente di 58 e 27 anni, i cui cadaveri sono stati ritrovati chiusi in sacchi di plastica e nascosti sotto un cumulo di tubicini per l'irrigazione in un terreno agricolo nelle vicinanze di un casolare, al confine col comune di Manfredonia.

Il presunto killer, residente a Trinitapoli, avrebbe giustiziato le due vittime con un colpo di pistola alla nuca. Si tratta di Giuseppe Rendina, 45 anni. L’uomo, bracciante agricolo con precedenti per droga, si è dichiarato innocente e si è avvalso della facoltà di non rispondere.

L'uomo sarebbe stato individuato dai carabinieri e dalla polizia al termine di una indagine scattata nelle ore successive alla scomparsa dei due, di cui si erano perse le tracce dal pomeriggio del giorno precedente al ritrovamento dei loro corpi senza vita, quando si erano allontanati a bordo di una Renault Capture, poi rinvenuta dalla polizia nelle vicinanze del torrente Carapelle.

A dare l'allarme erano stati i familiari dei due, che non vedendoli tornare a casa nella serata di sabato e non riuscendo a mettere in contatto con loro, avevano contattato la polizia. I cadaveri dei due sono stati rinvenuti a poche decine di metri di distanza l'uno dall'altro, chiusi in sacchi di plastica bianchi.

Il movente alla base del delitto sarebbe un debito in denaro: pare che una delle due vittime avesse contratto con il presunto assassino un debito di circa 10mila euro. Ma resta pur sempre una ipotesi. La pista privilegiata dagli inquirenti è stata sin dall'inizio quella della vendetta, per cui le indagini si sono concentrate sulla vita privata di padre e figlio.

253 CONDIVISIONI
Saman Abbas, il padre in un'intercettazione: “Ho ucciso mia figlia”
Saman Abbas, il padre in un'intercettazione: “Ho ucciso mia figlia”
Omicidio Alika, il funerale del 39enne ucciso mentre chiedeva l'elemosina si terrà il 1° ottobre
Omicidio Alika, il funerale del 39enne ucciso mentre chiedeva l'elemosina si terrà il 1° ottobre
Rovigo, anziano ucciso e fatto a pezzi: arrestata la moglie di Shefki Kurti
Rovigo, anziano ucciso e fatto a pezzi: arrestata la moglie di Shefki Kurti
120.931 di Palma Antonio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni