Due vittime e tre feriti gravissimi: è il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella zona di Belmonte Mezzagno nel palermitano. L'incidente è avvenuto all'ingresso del paese, sulla strada provinciale 38. Secondo una prima ricostruzione il conducente di una Bmw avrebbe perso il controllo e sarebbe uscito fuori strada con l’auto che, dopo il violento impatto, è finita in una scarpata e ha preso fuoco. Lo schianto intorno alle 4 del mattino. L'autista di 20 anni, Rosario Musso, è stato poi arrestato: gli esami tossicologici hanno accertato che aveva un tasso alcolemico di 105 microgrammi per litro, quando il limite è 50, e aveva fumato cannabis. Inoltre, essendo neo patentato, non avrebbe potuto guidare un'auto di quella cilindrata.

A bordo della vettura viaggiavano cinque giovani tra i 16 e e i 18 anni. Uno dei ragazzi è morto carbonizzato nella vettura. Gravissimi gli altri tre occupanti dell'auto, portati con le ambulanze in ospedale. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri della stazione di Belmonte e della compagnia di Misilmeri che adesso cercheranno di chiarire la dinamica dell’incidente

Le vittime sono giovanissime: Giorgio Casella di 17 anni e Kevin Vincenzo La Ciura, di 16 anni. Per estrarre i loro corpi dalle lamiere dell'auto sono intervenuti i vigili del fuoco, dopo che i residenti di una palazzina sita a pochi metri dell'incidente si erano attivati immediatamente provando ad aiutare i ragazzi prima che fossero avvolti dalle fiamme.