Macabra scoperta nel quartiere San Giacomo di Trieste, dove la scorsa notte è stato rinvenuto il cadavere di un uomo sul balcone di casa, chiuso in un sacco nero di nylon e con la gola tagliata. La vittima, il 75enne Libero Foti, è stata trovata dai vigili del fuoco al terzo piano del palazzo di un condominio in via del Veltro. Le indagini sono condotte dalla polizia, coordinate dal pubblico ministero Federico Frezza. Sul posto sono intervenuti polizia e vigili del fuoco, oltre alla Scientifica e al pubblico ministero. La via è rimasta infatti chiusa per alcune ore in nottata per consentire le operazioni.

La morte dell'uomo risalirebbe ad alcuni giorni fa, forse una quindicina, secondo una prima analisi sul cadavere, trovato in avanzato stato di decomposizione. I suoi vicini di casa non avevano sue notizie probabilmente da settimane ed è per questo che hanno lanciato l'allarme. Dall'esterno sono visibili inconfondibili strisce di sangue, gocciolato perfino lungo il davanzale dell'edificio nel corso dei giorni. Foti viveva da solo nel suo appartamento dopo che, di recente, la sua compagna, una cittadina ucraina, sarebbe andata via, la quale sarebbe al momento irrintracciabile, come sottolinea la stampa locale. L'appartamento, sulla cui porta non è stato rinvenuto alcun segno di effrazione, è stato intanto sequestrato in attesa di ulteriori accertamenti da parte dell'autorità giudiziaria. Saranno fondamentali ai fine dell'indagine i risultati dell'autopsia che sarà effettuata nei prossimi giorni per capire come il 75enne è deceduto.