Una donna di Patti – in provincia di Messina – è stata arrestata per aver maltrattato e accoltellato il marito ed è ora accusata di lesioni personali aggravate. Lunedì scorso, dopo una segnalazione pervenuta alla centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Patti, gli uomini dell'Arma sono intervenuti presso una casa del centro cittadino, dove, poco prima, S.C. aveva aggredito il marito, accoltellandolo.

Nell'appartamento i Carabinieri hanno riscontrato la presenza della donna e dell'uomo, il quale era provato e dolorante e presentava tracce di sangue sul corpo e sui vestiti. L'uomo soccorso è stato portato in ospedale per una ferita da taglio all'avambraccio destro per la quale sono risultati necessari diversi punti di sutura. Nell'abitazione, i carabinieri hanno rilevato la presenza di tracce ematiche sul pavimento dell'ingresso, della cucina e del bagno, procedendo al sequestro di un coltello da cucina, di grandi dimensioni, verosimilmente individuato come arma del delitto consegnata dalla donna mentre, alla loro presenza, continuava ad inveire verbalmente nei confronti del marito.

Gli accertamenti condotti hanno consentito ai militari di raccogliere elementi a riscontro della reiterata condotta vessatoria tenuta, nel tempo, dalla donna nei confronti del marito, mediante maltrattamenti, sottomissione e aggressioni fisiche e pertanto la hanno arrestata in flagranza di reato. La donna su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, è stata sottoposta agli arresti domiciliari, in un luogo diverso dalla propria casa.