Una forte ondata di maltempo si sta abbattendo nelle ultime ore sul Piemonte. Tra le zone più colpite c'è la provincia di Cuneo: una violenta bomba d'acqua si è abbattuta nel pomeriggio di oggi sulla città provocando forti disagi alla viabilità, allagamenti e temporanei blackout. In particolare, sul territorio di Racconigi oltre ai vigili del fuoco del posto ci sono stati interventi di prosciugamento con cinque squadre arrivati dai distaccamenti di Saluzzo, Savigliano e Cuneo a causa del nubifragio che si è verificato nelle scorse ore.

La situazione in Piemonte

Arpa Piemonte ha comunicato che fino al primo mattino di domani martedì 8 giugno sono attesi rovesci e temporali anche di forte intensità dapprima sulle zone montane e pedemontane con successivo interessamento delle pianure. Dalle ore centrali di domani fenomeni meno intensi e limitati ai rilievi. Per questo il Centro Funzionale e la Protezione civile hanno emesso un avviso di allerta gialla per temporali a livello regionale che potranno determinare locali allagamenti, con fulmini e vento. Già oggi, oltre a Cuneese, sono stati colpiti da forti temporali, accompagnati da qualche chicco di grandine, la zona di Torino, in particolare il quartiere Campidoglio. In corso Regina Margherita e in corso Lecce, ad esempio, come testimoniato video che circolano in rete, l'acqua non è riuscita a defluire verso tombini è ha invaso la carreggiata. Interessata anche la zona compresa tra la bassa valle di Susa e la periferia ovest dove un nubifragio ha scaricato una trentina di millimetri di pioggia in un’ora a Rivoli. La precipitazione più abbondante è però stata registrata dalla rete di stazioni Arpa a Coazze, in valle Sangone, con 71 mm di pioggia, di cui 52,2 in un'ora.

E la situazione non è destinata a migliorare nei prossimi giorni. Secondo le ultime previsioni, infatti, una breve tregua dai temporali arriverà solo entro il prossimo weekend. Tra mercoledì e giovedì le mattinate soleggiate saranno seguite da pomeriggi più instabili con rischio di temporali in montagna e più localmente in pianura, mentre per un deciso cambio di passo bisognerà attendere il fine settimana.

Maltempo Puglia: acqua in cattedrale Lecce, fulmine danneggia statua

Maltempo anche in Puglia, dove un violento temporale, con pioggia mista a grandine, si è abbattuto nel tardo pomeriggio a Lecce. La grandine ha ostruito i canali di scolo del tetto della Cattedrale di Piazza Duomo ed ha provocato la caduta di acqua all'interno della chiesa poco prima che iniziasse la cerimonia per i 70 anni dell'arcivescovo Michele Seccia. Preoccupazione anche per la caduta di un fulmine sul tetto della cattedrale, ma il sopralluogo dei vigili del fuoco ha dato esito negativo. Ha invece creato danni il fulmine caduto su una delle vecchie porte della città, porta Rudiae, che ha causato danni alla statua di Sant'Oronzo che si trova sulla sommità. Il fulmine ha provocato il distacco di parte del braccio benedicente dell'antico manufatto in pietra leccese e la caduta di numerosi calcinacci.