Le terme libere di Saturnia, in provincia di Grosseto sono state invase dalla piena di fango. Il maltempo che si è abbattuto sulla Toscana (e su tutto il resto dell’Italia) non ha risparmiato neanche le famose sorgenti termali di acqua sulfurea che si trovano a Manciano. Ma la situazione è critica su tutta la zona che viene costantemente presidiata dagli uomini della Protezione civile, dai carabinieri, dalla polizia municipale. L'Elsa ha rotto gli argini allo Sgrillozzo e anche le Cascatelle del Gorello sono state dalle forti piogge che hanno ingrossato i torrenti Gorello e Stellata.

A Saturnia è arrivato il sindaco Mirco Morini con l’ufficio tecnico per valutare i danni fatti dal maltempo. Luca Giorgi, che coordina la protezione civile, è invece a Marsiliana con carabinieri, polizia municipale e consorzio bonifica per monitorare sia l’Albegna, sia l’Elsa. “La strada 74 è sempre monitorata – conferma Giorgi  -. Stiamo controllando il livello dell’Albegna perché dalla parte alta del comune di Montemerano sta scendendo l’acqua verso la parte bassa di Marsiliana e il fiume si ingrosserà nella sua parte più a sud”. Già chiuse le strade comunali Onteo e Cirignano, prevista un'ispezione sulla strada provinciale della Follonata, in località Baroncella per criticità in quella zona e in località i Pianetti, vicino a Montemerano.