Il maltempo sta flagellando l'Italia da Nord a Sud e anche le giornate di sabato e domenica sono destinate ad essere compromesse da piogge forti e neve. Il quadro meteorologico generale è condizionato da perturbazioni e vortici ciclonici, che, oltre a Veneto e Toscana, hanno provocato danni e disagi in quasi tutte le Regioni. Non manca la neve: da ieri sera il Piemonte è imbiancato e in alcune zone sulle Alpi, oltre i 1500 metri sono caduti fiocchi per oltre 70 centimetri. Mentre le nevicate hanno portato alla chiusura di strade e all'isolamento di numerose valli in Alto Adige. Mareggiate, frane, smottamenti e addirittura una forte tempesta di fulmini in Liguria.

Maltempo Piemonte, alberi caduti e blackout elettrici

Da ieri sera nevica in Piemonte e in alcune zone sulle Alpi, oltre i 1500 metri sono caduti più di 70 centimetri di neve. Non poche le difficoltà. Alberi abbattuti e blackout elettrici in Valle Soana; diversi intervenuti dei pompieri a Castellamonte, lungo la provinciale 47, che da Pont collega i tre Comuni della valle (Ingria, Ronco Canavese e Valprato Soana) per diverse piante che sono finite sulla sede stradale. Lo stesso è successo a Cravagliana, nel Vercellese, sulla strada provinciale. Disagi anche nel Cuneese. La neve è caduta fino a 400-500 metri e alcuni paesi sono rimasti senza corrente elettrica. Isolate alcune frazioni e borgate dalla valle Maira (a Roccabruna) al Monregalese. Pesanti ritardi per i treni dei pendolari del mattino da Limone, Cuneo e Fossano verso Torino.

In Liguria frane e smottamenti

Anche Liguria è stata colpita dal maltempo con frane, smottamenti e una forte tempesta di fulmini: il faro della Lanterna, simbolo di Genova, è al buio da ieri sera alle 23, come diverse abitazioni. Nel Sempre nel capoluogo, due persone sono state fatte sfollare dalla propria casa a causa di un muraglione pericolante reso instabile da una importante infiltrazione di acqua per l'abbondante pioggia. Chiusa la statale 13 a Creto per una frana. Numerosi smottamenti si registrano nella zona del Tigullio, dove si è verificata una forte mareggiata. Mentre è cominciata a cadere la neve sulle alture del Savonese e dell'Imperiese.

Interrotta la ferrovia Brennero a Bolzano

La linea ferroviaria del Brennero risulta attualmente interrotta a Bolzano in seguito alla caduta di una frana di piccole dimensioni. Lo smottamento ha invaso i binari nella zona del ‘Virgolo', una piccola montagna che sovrasta il centro storico bolzanino. Anche un albero è stato trascinato dalla colata di fango. Sul posto si trovano i vigili del fuoco per liberare i binari. Bus sostitutivi sono stati attivati da Bronzolo a Bolzano. A Brunico è di nuovo black out per un albero caduto sulla linea di alta tensione della Terna. "L'interruzione – informa il Comune – durerà almeno alcune ore"

In Alto Adige abbondanti nevicate e pericolo valanghe

La neve arrivata 500 metri sta causando parecchi disagi in Alto Adige. Alcune zone della Val Pusteria si sono ritrovate nuovamente senza corrente elettrica. Isolate causa strade interrotte per caduta valanghe o alberi schiantati alcune vallate altoatesine, Val Senales, Val Ridanna e Val Martello. Molto tesa la situazione in periferia. "Abbiamo richiamato in caserma tutti i vigili del fuoco che erano impegnati nel ripristino delle linee elettriche, perché gli alberi cascano di continuo e la situazione è troppo pericolosa", ha affermato il sindaco di San Lorenzo di Sebato, Martin Ausserdorfer.

Maltempo Lazio, mareggiata sul litorale: danni da Ostia a Civitavecchia

Pioggia, temporali e nubifragi si sono abbattuti sul litorale laziale, con strade completamente allagate. Una mareggiata ha provocato forti danni da Ostia a Fregene; situazione particolarmente critica a Santa Marinella dove, fa sapere il dipartimento Edilizia scolastica della città metropolitana di Roma, i tecnici stanno effettuando una serie di sopralluoghi nelle scuole. "Attivato un servizio di reperibilità di 24 ore allertate tutte le ditte di manutenzione per ripristinare la funzionalità degli edifici più colpiti dalle intense piogge". Problemi a Civitavecchia dove alcune scuole hanno subito danni a causa della pioggia. Diramata un'allerta meteo di colore arancione per Roma.

In Campania cimitero chiuso per smottamento

Non va meglio in Campania dove è stata diramata una nuova allerta meteo, da stasera: la Protezione civile della Regione ha emanato un avviso valido dalle ore 20 di oggi, fino alla stessa ora di domani per piogge, temporali e vento forte. A Pozzuoli, il cimitero è stato chiuso con ordinanza del sindaco fino a venerdì 22 novembre, dopo che sono stati riscontrati dissesti, smottamenti del suolo, buche e avvallamenti del terreno, in seguito alle eccezionali avversità meteorologiche di questi giorni.

In Lombardia vento forte: disagi anche all'aeroporto

Una intensa pioggia, soprattutto nella notte tra giovedì e venerdì, si è abbattuta sulla Lombardia. A preoccupare sono le forti raffiche di vento (che hanno creato non pochi problemi nella zona di Brescia e nello scalo di Orio al Serio) e la neve, caduta in diverse province della regione.

Maltempo nel weekend: piogge forti e nevi sulle Alpi

La forte perturbazione che sta portando maltempo su tutto lo Stivale insisterà anche durante il weekend. La giornata di sabato sarà caratterizzata da pioggia su praticamente tutto il Nord – a eccezione del Veneto e del Friuli Venezia Giulia – e anche in Campania, in Molise e in Abruzzo, mentre di pomeriggio la situazione peggiorerà anche nel Lazio, in Toscana, in Sardegna e in tutto il Nord-Est. Domenica sono previsti o rovesci e temporali al Sud, che nel pomeriggio si sposteranno anche sul centro-ovest della Sardegna, su Levante Ligure, su alta Toscana e Sardegna; la sera possibili rovesci anche sulla Lombardia, con neve sopra 900-1000 m. Previste nevicate sulle Alpi sopra 1300-1400. Tuttavia, causa Scirocco, le temperature saranno particolarmente miti al Sud.