Il maltempo non sembra intenzionato ad abbondare la penisola. Anche quella di domani, martedì 26 novembre, sarà una giornata difficile su diverse zone d’Italia. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse. Per la giornata di martedì è stata valutata allerta rossa per rischio idraulico su gran parte dell’Emilia-Romagna e parte della Lombardia. È allerta arancione su settori di Lombardia e Veneto mentre resta l’allerta gialla in Basilicata e su settori di Veneto, Emilia-Romagna e Calabria. Elevata criticità per rischio idraulico in particolare sulla pianura emiliana orientale e costa Ferrarese, Pianura emiliana centrale, Pianura e bassa collina emiliana occidentale. In Lombardia, invece, occhi puntati sulla bassa pianura orientale.

Maltempo, allerta rossa domani in due regioni

Due le regioni particolarmente a rischio domani, martedì 26 novembre, per il maltempo. È allerta rossa per rischio idraulico in parte dell’Emilia Romagna e della Lombardia. In entrambe le regioni la preoccupazione è per i fiumi. È atteso in serata il colmo della piena del Po in Emilia. "Ci attendiamo una piena molto importante, è stimata con una quota di otto metri", ha spiegato l'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo. Al momento in regione si registrano "criticità diffuse", in particolare diverse frane in Appennino causate dal maltempo di questi ultimi giorni e tutte sono seguite dalla protezione civile regionale. Riguardo le previsioni meteo, è previsto un miglioramento nelle prossime ore ma resta appunto per martedì l'allerta rossa lungo tutta l'asta del Po. In Lombardia resta critica la situazione dei fiumi in provincia di Pavia. Durante la scorsa notte il Ticino è esondato nel rione del Borgo Basso.

Maltempo, breve pausa e subito una nuova perturbazione

Dopo un weekend da inferno sul fronte meteo, è attesa una breve tregua in cui il maltempo allenterà la morsa, ma durerà davvero poco dato che da mercoledì 27 novembre è atteso l'arrivo di una nuova perturbazione che riporterà forti piogge su diverse regioni. Sarà dunque un’altra settimana di forte instabilità. Quella di domani dovrebbe essere una giornata più tranquilla, con qualche possibile residuo e debole piovasco sul nord della Toscana, il basso Tirreno e il nord della Sicilia, ma la pausa dalle piogge avrà appunto vita breve in quanto mercoledì una perturbazione riporterà parecchie precipitazioni al Nord a tratti anche intense che si sposteranno in seguito molto velocemente verso le regioni tirreniche centrali e fino alla Campania.