immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

È morto di solitudine: il corpo senza vita di un uomo di 54 anni in avanzato stato di decomposizione è stato ritrovato questa mattina in un appartamento di via Strusiglia a Ivrea, in Piemonte. La drammatica scoperta è stata effettuata dai vigili del fuoco intervenuti su richiesta dei carabinieri. A dare l'allarme al 112 i vicini di casa che hanno sentito un forte odore provenire dall'abitazione dell'uomo. Per aprire la porta sono appunto intervenuti i pompieri di Ivrea e i carabinieri della Compagnia locale. Il medico del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso, avvenuto per cause naturali. Ora resta da capire a quanto tempo risalga la morte dell’uomo: pare comunque che il decesso sia avvenuto qualche settimana fa.

In questi giorni con gli spostamenti ridotti al minimo indispensabile per l'emergenza coronavirus in tutta Italia, nessuno si è preoccupato per le sorti del 54enne. Stando alle prime informazioni, lo sventurato sarebbe stato stroncato da un malore e non ha potuto chiedere aiuto. Come trapelato, il suo corpo sarebbe rimasto all'interno di casa per diversi giorni. Solo il cattivo odore ha allertato i vicini che hanno chiamato il 112. L’uomo viveva da solo. Spetterà al medico legale chiarire le cause del decesso e, soprattutto, quando il cuore dell'uomo ha smesso di battere.