Sabato sera di sangue sulle strade italiane. Un incidente mortale si è verificato nel Bolognese intorno alle 22 di ieri in seguito ad uno scontro frontale tra due auto sulla provinciale bolognese 568 tra San Giovanni in Persiceto e Crevalcore. Il bilancio è di quattro morti, tutti giovanissimi, tra cui una bimba di 9 anni che viaggiava con il patrigno, e due feriti. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti,  intorno alle 22, nei pressi di Amola, una Peugeot 106, condotta da un ragazzo tunisino di 21 anni e con a bordo il fratello e un amico di 20 anni, per cause da accertare ha invaso la corsia opposta scontrandosi in un frontale con una BMW 320 condotta da un 51enne di Crevalcore, che è rimasto ferito molto gravemente, mentre la figlia della compagna è rimasta uccisa. Un uomo di 69 anni, seduto fuori da un bar sulla via, di cui era probabilmente il proprietario, è rimasto ferito, non gravemente, da alcuni detriti che lo hanno colpito.

Dopo l'impatto le auto sono finite proprio contro il bar, dove pare che i tre stranieri abbiano trascorso la serata prima dell'incidente. Sul posto sono al momento presenti tutte le autorità competenti, Vigili del Fuoco, Carabinieri e Polizia Municipale, compreso il sindaco Lorenzo Pellegatti, che ha parlato di una vera e propria tragedia, e i parenti delle vittime. Per la piccola e per i tre uomini a bordo della Peugeot, infatti, non c’è stato nulla da fare, nonostante i tentativi di salvarli da parte dei sanitari del 118.